Olio di cocco per capelli: come usarlo e tutti i benefici per la chioma

Un vero portento per capelli sani e lucenti: l’olio di cocco è un alleato di bellezza non solo per la pelle ma anche per la tua chioma. Qui ti sveliamo come usarlo nel modo giusto.

Gaia Magenis Beauty Editor Gaia Magenis, 1987, designer per laurea e beauty editor per lavoro: appassionata di make-up, ossessionata dai rossetti. Scrivo di bellezza a 360 gradi: dai prodotti ai trend passando per il mondo dell'inclusivity.

Conosciuto e utilizzato in cucina, l’olio di cocco è un portento per i capelli e per la bellezza in generale. Questo olio, ottenuto dalla spremitura della polpa essiccata del cocco, è infatti ricco di acido laurico e caprilico, entrambi grassi saturi, antiossidanti e vitamine.

E proprio la Vitamina E lo rende un toccasana per la tua haircare routine per capelli da favola visto che aiuta a rinforzare le fibre e rendere la chioma più morbida e lucente. Curiosa di scoprire di più? Ti sveliamo quali sono le sue proprietà e come dovresti usarlo prima e dopo lo shampoo per capelli da urlo.

Potrebbe interessarti anche: Come usare l’olio di cocco per la pelle del viso

Proprietà e tipologie

Proprietà olio di cocco

Facilmente reperibile sia nella grande distribuzione che online, l’olio di cocco si presenta sotto forma solida ma si scioglie non appena viene scaldato o si alza la temperatura esterna. Economico e profumatissimo, questo olio è un vero e proprio idratante naturale da usare sia pure sia come ingrediente di diverse formulazioni dedicate a corpo, capelli e viso come creme, scrub e maschere.

Nutriente e idratante, dona un aspetto vellutato e luminoso ai capelli e, oltre a ristrutturare le fibre capillari prevenendo la formazione e comparsa delle doppie punte e dell’effetto crespo, permette di districare anche i ricci aumentandone la morbidezza.

Ultima proprietà, ma meno conosciuta, è quella dedicata al cuoio capelluto. L’olio di cocco, solitamente, è utilizzato solo sulle lunghezze e raramente sul cuoio dove può ristabilire il corretto film idrolipidico nel caso in cui sia sensibile, irritato o desquamato.

Proprio come quello d’oliva, è possibile reperire l’olio di cocco in diverse forme ed estrazioni: biologico, puro, miscelato con altro oli, vergine e via dicendo. Ovviamente per un risultato ottimale per i capelli e per non appesantire ulteriormente le lunghezze è sempre meglio scegliere un olio di cocco puro e biologico, il migliore per quanto riguarda proprietà e benefici visto che non ha subito alcun trattamento di raffinamento.

Come usarlo

Olio di cocco capelli lavaggio

Che siano ricci, crespi, grassi, decolorati o secchi l’olio di cocco può essere usato in diversi modi a seconda dell’effetto desiderato e del problema da trattare, impiegandoli in differenti trattamenti sui capelli per ottenere una chioma sempre morbida e luminosa.

Ma non solo, l’olio è un valido aiuto anche per far crescere più velocemente i capelli basta saperlo applicare nel modo giusto e su capelli asciutti o bagnati.

Vediamo insieme come impiegare l’olio di cocco su ogni tipologia di chioma.

Per capelli secchi e sfibrati

olio di cocco per capelli secchi e sfibrati

Tra i rimedi naturali per capelli secchi e crespi sicuramente rientra anche l’olio di cocco con un trattamento pre shampoo. Per un finish setoso, basterà applicare l’olio di cocco su tutte le lunghezze asciutte per poi avvolgere il tutto in un asciugamano, preferibilmente in microfibra, bagnato con acqua calda.

L’aumento della temperatura permetterà agli acidi grassi di penetrare in profondità nutrendo a fondo la fibra. Procedi poi con lo shampoo e un balsamo leggero.

Per capelli ricci

olio di cocco capelli ricci

È noto che i capelli ricci abbiano bisogno di una particolare cura e attenzione e, l’olio di cocco, è perfetto per aggiungere idratazione, aumentare l’effetto bounch e definire al meglio ogni singolo riccio.

Si parte, ovviamente, dalla detersione e dopo averli pettinati con cura – step fondamentale per i curly hair – passare uno strato di olio di cocco aggiungendo una quota extra sulle punte. Raccogli quindi i capelli in un asciugamano o in una cuffia per capelli per circa 30 minuti e, infine, passa alla definizione e all’asciugatura con il diffusore.

Per capelli crespi

capelli crespi: come usare l'olio di cocco

Se cerchi un trattamento anticrespo devi sapere che l’olio di cocco non deve essere sottovalutato e, per farlo, ti basterà applicarne qualche goccia prima di procedere alla messa in piega.

Distribuiscilo sulle mani e dopo averlo scaldato passalo sulle lunghezze, che avrai precedentemente tamponato per eliminare l’eccesso di acqua, e passa quindi alla tua solita piega. In questo modo andrai a creare uno strato protettivo che farà da barriera tra la fibra e l’umidità esterna: nemico numero uno dei capelli crespi.

Per capelli grassi

Olio di cocco impacco capelli

I capelli grassi, solitamente sottili e che tendono a sporcarsi facilmente, devono fare molta attenzione ad utilizzare l’olio di cocco perché rischia di renderli ancora più sporchi e unti.

Quindi se vuoi usare l’olio di cocco a tutti i costi ti consigliamo di fare un impacco pre shampoo sui capelli asciutti e poi procedere a una detersione molto approfondita. Eventualmente aggiungine solo una piccola noce sulle punte per aggiungere un tocco di luce e setosità.

Per capelli decolorati

olio di cocco capelli decolorati

È sempre consigliato utilizzare l’olio di cocco sui capelli sani e non trattati, ma se hai i capelli decolorati puoi provare un impacco pre shampoo. I capelli decolorati, che come quelli biondi vanno trattati nel modo giusto, sono infatti decisamente deboli e hanno bisogno di un extra di idratazione e, per questo motivo, puoi aggiungere alla tua haircare routine dell’olio di cocco.

Per far crescere i capelli

Olio di cocco far crescere i capelli

Chi non sogna capelli lunghissimi e, soprattutto, in tempi brevi? Oltre a una buona alimentazione e a spuntarli con costanza per evitare che si spezzino da soli, è possibile provare a utilizzare l’olio di cocco. Merito di vitamine e acidi che penetrano nel cuoio capelluto, nutrendo i fusti.

Basterà pettinare con cura i capelli e, una volta bagnati, applicare dell’olio di cocco sulla cute e dopo un vigoroso massaggio lasciarlo in posa per tutta la notte. Alla mattina procedere quindi a un classico shampoo e allo styling.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Olio di cocco per capelli: come usarlo e tutti i benefici per la chiom...