Come smettere di mangiarsi le unghie

Mangiarsi le unghie è una pessima abitudine; esistono dei metodi per imparare a smettere di mangiarsi le unghie, con un poco di forza di volontà

Molte persone hanno il brutto vizio di mordicchiarsi le unghie. Spesso è un’abitudine ormai inconsapevole e reiterata, altre volte è una sorta di tic, che si attiva solo in periodi di particolare noia o stress. Esistono alcuni metodi per smettere di mangiarsi le unghie, molto utili per la salute delle mani e della bocca, e anche per la vita sociale: mordicchiarsi le unghie in pubblico viene spesso considerato un gesto maleducato e poco rispettoso.

Prima di pensare ad un metodo per smettere di mangiarsi le unghie è bene cercare di capire perché lo si fa: se è una questione di noia o di stress è possibile cercare di limitare il ricorrere a questa abitudine con delle contromisure. Ad esempio portarsi appresso un oggetto da manipolare quando si vuole, come una piccola spilla o un elastico, può giovare moltissimo: mentre si maneggia questo piccolo oggetto neppure viene in mente di lasciarlo per mangiarsi le unghie. Anche masticare una caramella permette di ottenere lo stesso stimolo rilassante, senza rovinarsi la manicure.

Molte donne smettono di mangiarsi le unghie quando le hanno belle e curate, o anche coperte da smalti o nail art: una mano curata, con la manicure fatta regolarmente, tende ad invitare il possessore a mantenerla tale. Quindi provate ad andare dalla manicure regolarmente, una volta al mese. Quando però il ricorso al mangiucchiamento è regolare è necessario contrastarlo con qualche metodo leggermente più “invasivo”. Ad esempio si può coprire la punta delle dita con dei cerotti; in questo modo risulta impossibile raggiungere le unghie e indulgere nella propria pessima abitudine. I cerotti possono venire sostituiti frequentemente e le dita saranno preservate.

Certo non sempre si può stare con le unghie incerottate, quando si tolgono le coperture, per un’occasione importante o per altri motivi, si può applicare un particolare smalto dal sapore amarissimo, che funziona come un condizionamento comportamentale: ogni volta che si cerca di mordere il sapore amaro ci spinge a desistere. Se si ha una buona forza di volontà si può provare a preservare un dito alla volta, magari per una settimana; di solito quando si confronta il dito “salvo” con gli altri vicini, si tende a smettere con questa brutta abitudine, perché le dita non mangiucchiate sono belle e piacevoli.

Come smettere di mangiarsi le unghie