Sottotono della pelle: cos’è e caratteristiche principali

Quando si parla di make up, una delle prime cose da conoscere per non incorrere in errori è il sottotono della pelle: ecco di che cosa si tratta e come capirlo

Non molti lo conoscono, ma è uno degli elementi più importanti quando si tratta di make up: stiamo parlando del sottotono della pelle, diverso sia dal tono che dal sovratono. Per scegliere il giusto make up e gli accessori che valorizzino il proprio aspetto, ci si deve affidare quindi all’armocromia che analizza in modo preciso i colori naturali.

Se il sottotono è diverso dal tono e dal sovratono, come si scelgono i colori giusti che valorizzino il proprio viso? Quindi, come capire il sottotono della pelle? Ecco la guida definitiva di DiLei con tutti i consigli per essere sempre al top!

Sottotono della pelle: che cos’è e come capirlo

Prima di tutto si deve partire dalla definizione stessa di sottotono, per capire precisamente a cosa ci si riferisce. Il sottotono fa riferimento al caldo-freddo, quindi alla temperatura, è una caratteristica scientifica perché dipende dal carotene, dalla melanina e dall’emoglobina, inoltre non può mai cambiare, anche se la pelle subisce le variazioni degli agenti atmosferici. Esistono quindi 2 tipi di sottotono:

  • caldo, con una pelle tendente al giallo che si abbronza facilmente;
  • freddo, con una pelle tendente al rosa che si arrossa facilmente e si abbronza invece con difficoltà.

In questo caso non influiscono altre caratteristiche come il colore dei capelli o la tonalità della pelle: ad esempio il sottotono di una pelle olivastra non per forza sarà caldo, anzi potrebbe assolutamente essere freddo.

Perché però è così importante capirlo? Perché il sottotono della pelle è fondamentale nella scelta del fondotinta, di altri elementi del make up, ma anche degli accessori e degli indumenti che indossiamo. Di solito infatti, se si scelgono colori in armonia con il proprio sottotono, si valorizza la propria immagine, al contrario se si scelgono in contrasto, il risultato non è ottimale.

Per capire quindi qual è il proprio sottotono della pelle, si può fare un test in cui si rispondono a diverse domande per valutare tutti gli elementi che lo contraddistinguono, tra cui:

  • colore e tonalità della pelle;
  • come reagisce la pelle al sole;
  • presenza o assenza di lentiggini;
  • colore delle labbra;
  • colore delle orecchie;
  • colore delle vene;
  • tonalità degli occhi e della sclera;
  • colore dei capelli.

Oltre a tutte queste variabili si possono effettuare ulteriori test, tra cui quello dei metalli e quello dei tessuti. Per il primo si prendono due accessori: uno di argento e uno d’oro, in base a quale dei due valorizza al meglio il tuo volto, puoi capire se il sottotono è freddo (per l’argento) o è caldo (per l’oro).

In alternativa, si possono utilizzare anche dei tessuti: si prende un tessuto color grigio ghiaccio e una maglia color panna. Ci si avvolge la testa con ciascuno di questi, mentre si ha il viso struccato e in base a quale dei due illumina meglio il volto, si capisce qual è il proprio sottotono. È molto importante fare attenzione a non confondere la pelle olivastra con un sottotono necessariamente caldo. Si tratta infatti di una particolarità della carnagione che può assumente entrambe le tonalità, sia calde che fredde.

Caratteristiche del sottotono della pelle caldo

Ci sono alcune caratteristiche che accomunano le persone con un sottotono caldo, per esempio la pelle tende al giallo, talvolta anche ambrato. Si abbronzano facilmente, assumendo un colore caldo e senza arrossamenti. I capelli potrebbero avere alcune tracce di tonalità ramate o dorate, mentre la sclera degli occhi (più semplicemente la parte bianca attorno all’iride) di solito è color avorio, non è mai del tutto bianca.

Infine, si può controllare anche il colore delle vene, anche se non è determinante come invece il colore della sclera dell’occhio: chi ha un sottotono caldo avrà le vene tendenti al verde.

Caratteristiche del sottotono della pelle freddo

Al contrario, chi ha un sottotono della pelle freddo ha una pelle tendente al rosa, soggetta ad arrossamenti e che si abbronza con più difficoltà. I capelli possono essere sia chiari, che scuri: si va quindi dal biondo cenere, al castano, fino ad arrivare ai capelli neri con riflessi blu.

La sclera dell’occhio è di solito bianchissima e crea uno splendido contrasto qualora l’iride sia scura, mentre risulta decisamente glaciale con un’iride chiara. Infine, se il sottotono della pelle è freddo, le vene tendono ad essere blu/viola.

Come valorizzare al meglio il sottotono

Una volta definito se il proprio sottotono sia caldo o freddo, si possono scegliere le giuste tonalità di make up e abbigliamento, che valorizzino la propria immagine. La prima cosa da sapere è che il sottotono della pelle non cambia in base alle stagioni: è vero che in estate si tende ad essere più abbronzati, mentre in inverno si è più chiari, ma questo non ha nulla a che fare con il sottotono.

I colori per chi ha un sottotono caldo

I colori che più si addicono a un sottotono caldo sono quelli legati alla terra come il crema, il beige, il cipria, il color cammello, ma anche colori più accesi come il rosso corallo, il giallo, l’arancione, il verde smeraldo, il color ruggine, il verde scuro, il marrone e il viola.

Sono da evitare invece i colori freddi come il nero e i colori fluo. Lo stesso vale anche per il make up e in particolare per la scelta del rossetto e degli ombretti: sono da prediligere colori come il rosso corallo, il giallo e il rosa. Infine, chi ha la pelle con un sottotono caldo tendente al giallo, il colore dei capelli prediletto dovrà il ramato o il dorato.

I colori per chi ha un sottotono freddo

Al contrario, chi ha un sottotono freddo dovrà scegliere colori freddi come il bianco, il nero, il sabbia, il grigio, il blu elettrico, il fucsia, il giallo limone, il blu navy, il testa di moro e il bordeaux. Quindi nulla che riconduca ai colori caldi della terra, come quelli tipicamente autunnali. Per quanto riguarda invece gli accessori, sono da preferire materiali come l’oro bianco, l’argento o il platino.

Molti non sanno però che esiste anche un sottotono neutro, che unisce quindi il caldo e il freddo, facendo un mix dei due. Questa combinazione è però molto rara, perché di solito si tende sempre più verso il caldo o il freddo.

Perché è importante conoscere il sottotono?

Prima di tutto per la scelta del make up, in particolare del fondotinta e del rossetto. Il giusto fondotinta si neutralizza e si fonde perfettamente con la pelle, senza creare spiacevoli contrasti. Sicuramente si sta sbagliando tonalità quando si applica il fondotinta e l’effetto è eccessivamente giallo o troppo rosa. La prova è importante farla sul collo, in quanto il viso potrebbe non essere perfettamente pulito o potrebbe avere un colore leggermente diverso rispetto a quello del resto del corpo.

La stessa cosa avviene per il rossetto: tonalità calde come l’arancione valorizzano il viso di una persona con un sottotono caldo, mentre risultano più spenti e meno armoniosi su chi ha un sottotono freddo.

Se si riscontrano difficoltà nel capire a quale categoria si appartiene, esistono alcune app per smartphone che permettono di fare un’analisi accurata del viso per capire al meglio le proprie tonalità. Tra queste ci sono Beautiful Me di Modiface e TroveSkin, uno speciale coach virtuale per analizzare e monitorare i progressi della pelle.

Il sottotono dei Vip

Se stai cercando ispirazione per capire la differenza tra sottotono caldo e freddo, forse può essere utile sapere a quale categoria appartengono alcuni Vip, in modo da analizzarne le caratteristiche. Questo ti farà capire anche che il colore e il tono della pelle non c’entrano assolutamente nulla con il sottotono.

Winona Rider ha capelli scuri, occhi scuri e una carnagione chiara: il suo sottotono è freddo.

Jessica Alba invece ha un sottotono decisamente caldo. Al contrario, Megan Fox ha un sottotono freddo, pur avendo una carnagione media. Le due star Naomi Campbell e Beyoncé hanno la prima un sottotono freddo, mentre la seconda lo ha caldo, pur avendo entrambe una carnagione scura.

Jennifer Lopez ha un sottotono caldo, al contrario Courtney Cox ne ha uno freddo, mentre se si cerca un esempio di sottotono misto è sicuramente Natalie Portman.

Anche Jessica Biel ha un sottotono misto, ma tende verso il caldo, mentre è decisamente sul caldo Meryl Streep.

Infine ci sono due esempi di carnagioni chiare, con capelli altrettanto chiari: Blake Lively ha un sottotono caldo con una pelle dorata, mentre Gwyneth Paltrow è chiaramente fredda con una carnagione rosata.

In generale è importante conoscere la propria pelle per potersi sentire sempre al meglio e sicure di sé. È sufficiente quindi allenare la propria capacità di osservazione per poter capire al meglio il proprio sottotono. In caso contrario si può sempre chiedere il parere di un esperto, in questo caso nello specifico di un’armocromista che spesso è anche una consulente di immagine personale: la sua esperienza sarà in grado di guidarti nella conoscenza delle tue tonalità, per scegliere sempre i look più accattivanti.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sottotono della pelle: cos’è e caratteristiche principali