10 cose da sapere prima di cambiare colore di capelli

Se hai deciso di cambiare radicalmente colore di capelli, ci sono alcune cose che dovresti sapere: ecco quali

Ti guardi allo specchio e senti la voglia impellente di cambiare qualcosa del tuo look? Solitamente, la prima “vittima” dei cambiamenti radicali sono proprio i capelli! Non parliamo della loro lunghezza o della piega, ma della caratteristica che più li rende unici e riconoscibili: il colore. Cambiare colore dei capelli è una piccola rivoluzione che contribuisce a farci sentire una persona del tutto nuova, con un effetto galvanizzante anche sulla propria personalità. C’è chi pensa al cambio del colore dei capelli per sentirsi meno conformato alla massa, chi desidera scurire la base o chi sogna una chioma bionda e fluente.

C’è persino chi sceglie di cambiare il colore dei capelli a vantaggio di una tinta dai colori shock, come il rosa, il blu o il mermaid – una miriade di colori pastello suddivisi a ciocche. Qualsiasi sia la tua motivazione, non c’è motivo per non gratificarsi con un nuovo look, ma attenzione: prima di cambiare il colore dei tuoi capelli, leggi attentamente questa piccola guida di DiLei. Scoprirai 10 cose da tenere in considerazione prima di fare questo passo, il cui risultato potrebbe persino non piacerti.

1. Bando al fai-da-te! Rivolgiti sempre ad un professionista

Uno dei consigli che ci sentiamo di dare è quello di evitare tassativamente il fai-da-te! Le colorazioni casalinghe possono andare bene se hai necessità di coprire i capelli bianchi con il tuo colore di base, oppure se devi semplicemente riprendere il colore e camuffare la ricrescita, ma ti sconsigliamo vivamente di fare cambiamenti radicali fra le quattro mura di casa. Soprattutto se il cambio di colore dei capelli che hai in mente prevede una schiaritura, rivolgiti tassativamente ad un parrucchiere di fiducia.

2. Da moro a biondo: è davvero possibile?

Ti sei sempre chiesta come saresti stata con un look alla Chiara Ferragni, e ora hai deciso di adottare il biondo come stile di vita? Qualora ci siano i presupposti per farlo (ne parliamo nel punto successivo), sappi che passare da un castano scuro o moro ad un biondo caldo o un biondo platino richiede tanta pazienza e una buona dose di sedute. Una sola infatti non basterà per cambiare radicalmente il look fino a questo punto, ed è possibile che si passi attraverso varie schiariture.

3. Qualsiasi colore mi starà bene?

Il dado è tratto: hai deciso di cambiare radicalmente il tuo colore di capelli, passando da un moro ad un biondo o viceversa. Attenzione però: potrebbe non fare per te. Prima di cambiare il colore dei capelli in maniera così radicale, è il caso di consultarsi con un parrucchiere esperto in tonalità di base. Se il tuo incarnato è troppo olivastro o molto chiaro, oppure la tua base molto calda o fredda, potresti dover scegliere qualcosa di diverso da ciò che ti eri prefissata.

4. Il capello si rovina davvero?

Dipende. Le tinte con ammoniaca risultano comunque molto aggressive quando si opta per un cambio di colore dei capelli, e questo è da tenere in conto. Il capello potrebbe sfibrarsi un po’, ma questo inconveniente è raggirabile utilizzando tinte naturali, hennè o tinte senza ammoniaca.

5. Tanta manutenzione… continuamente!

I capelli colorati o – ancor peggio – decolorati, necessitano di moltissime cure. Dimentica la semplicistica passata di shampoo e la noce di balsamo, e preparati a dover utilizzare prodotti specifici per conservare al meglio la brillantezza del colore, alle maschere per la secchezza del capello, e ai prodotti alla cheratina: una vera e propria manna dal cielo per i capelli colorati.

6. Quanto dura una tinta color pastello?

Purtroppo i colori pastello o fluo hanno il loro rovescio della medaglia. Derivando da intense decolorazioni (l’unico modo per ottenerli è proprio questo), rischiate che dopo qualche settimana già appaiano scoloriti e opacizzati. È perfettamente normale, e devi tenerlo in considerazione qualora tu abbia optato per un cambio di colore dei capelli così.

7. Il taglio incide sul colore dei capelli

Caschetto, taglio medio o capello lunghissimo alla Federica Panicucci dei primi anni ’90: a seconda della diversità del taglio, anche il colore può risentirne. Per capelli molto lunghi, sarà meglio optare per un colore sfumato, con diverse tonalità, senza appiattire troppo il tutto con un colore mono-blocco.

8. E se me ne pento?

Tutto è possibile, ma tranquilla: niente è irreversibile! Potresti pentirtene, ma puoi sempre tornare al tuo colore naturale. Oppure, ancor più facilmente, puoi provare a scaricare qualche app che simula il nuovo colore dei capelli: con un solo selfie potrai renderti conto di come sarai.

9. Preparati a conoscere la tua più acerrima nemica: la ricrescita

La ricrescita va a braccetto con la crescita dei capelli, che non esula ovviamente dalla colorazione che hai deciso di fare. Metti in conto di dover tornare dal parrucchiere almeno una volta al mese per i ritocchi.

10. Il rosso è come il primo amore: non si scorda mai

Sensuale e meraviglioso, il rosso è un colore di capelli che fa perdere la testa a moltissime donne. Purtroppo, c’è da dirlo, è anche quello che tende a ripresentarsi continuamente anche dopo aver fatto tinte di altre colorazioni. Se decidi di volere davvero il rosso, preparati ad una lunga relazione!

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

10 cose da sapere prima di cambiare colore di capelli