Tinta capelli fai da te: applicazione, errori da evitare, colori temporanei e riflessanti

Saloni di bellezza, estetiste, parrucchieri chiusi, come giusto che sia. Ma in questo periodo di quarantena, come fare per avere sempre capelli in ordine?

Camilla Cantini

Camilla Cantini Beauty blogger

I giorni passano, in casa, e tra videochiamate, aperitivi online, serie tv, film, libri e smart working, il tempo di prendersi cura di se stessi aumenta, ad esempio dedicandosi a sessioni di skincare. Ma un dubbio affligge donne e uomini, con particolare predilezione per la prima categoria, ovvero i capelli. Chi infatti è solito tingerli, per divertimento o per coprire i quelli bianchi, potrebbe trovarsi in difficoltà in questo periodo. Perché è vero che dobbiamo restare a casa, ma sentirsi curati, in ordine e sistemati, è un toccasana per lo spirito e fa bene all’autostima. Non vorrete mica passare tutta la quarantena in pigiama, vero?

L’ideale sarebbe aspettare la riapertura dei parrucchieri ma, se proprio si rende necessario un intervento “d’urgenza”, ecco come ovviare al problema della ricrescita, in maniera temporanea o più duratura, utilizzando spray, riflessanti o facendo la tinta.

Fonte: 123rf

I mascara colorati o gli spray sono un’ottima idea per chi non vuole vedersi con la ricrescita, senza darsi al fai da te

Per chi non ha voglia di improvvisarsi parrucchiere ma vuole comunque debellare l’odiata ricrescita, esistono prodotti appositi a prova di danno. Sono infatti temporanei, vale a dire che basta uno shampoo per vanificare l’effetto. Facili e veloci da utilizzare, sono ottimi quando non si ha tanta manualità, non si ha nessuno che possa dare una mano nell’applicazione di tinte classiche o per chi non si fida e preferisce aspettare tempi migliori per recarsi in un salone di professionisti.

Esistono in versione mascara, da passare sui capelli dividendoli in ciocche, concentrandosi sulle parti più visibili ed applicando il colore con cura. Sono ottimi per chi non ha tanti capelli bianchi ma deve coprirne solo alcuni, mentre per chi ne ha in quantità maggiore meglio optare per gli spray. Si tengono a debita distanza dalla radice, si preme l’erogatore e la tinta spray andrà a colorare la ricrescita in maniera invisibile. L’importante è sezionare le ciocche di capelli per non ritrovarsi con alcune zone scoperte e ricordarsi che, con entrambi i prodotti, dopo ogni lavaggio sarà necessario ripetere l’applicazione.

Fonte: 123rf

Se non hai capelli bianchi, prova un riflessante per ravvivare il colore 

Se non avete necessità di coprire i capelli bianchi ma vi ritrovate comunque con la ricrescita, se lo stacco tra il colore naturale e quello della tinta non è molto, potrebbe bastare un semplice riflessante. È facile da applicare, anche da soli, perché si stende dopo lo shampoo sui capelli bagnati ma tamponati, in modo che sia più facile da ripartire. Ovviamente, in caso di capelli biondi, i riflessanti chiari o tono su tono andranno semplicemente a renderli più lucidi, ma applicandone di più scuri si riuscirà anche a cambiare il colore. Se, invece, lo stacco di tonalità tra la radice e le lunghezze è molto diverso, purtroppo il colore non sarà comunque molto omogeneo, a meno da non scegliere riflessanti scuri ed intensi, che non copriranno totalmente lo stacco, ma lo renderanno meno netto.

La tinta a casa, come farla da soli senza errori

Innanzitutto è bene capire come scegliere il colore più adatto ai nostri capelli e simile a quello della parte già colorata. Per fare questo sarebbe meglio chiedere consiglio al proprio parrucchiere di fiducia, che capirà la situazione e saprà dare indicazioni mirate, anche per non ritrovarsi lui stesso con troppi danni a cui porre rimedio alla riapertura delle attività commerciali. Meglio poi acquistare prodotti su siti online (o negozi, quando sarà finita la quarantena) di forniture per parrucchieri, in modo da poter utilizzare solo materiali di qualità. Con le tinte da supermercato, infatti, oltre ad avere una qualità a volte inferiore, è difficile prevedere il risultato finale che si otterrà.

Importante è anche proteggere bene la cute per evitare di macchiarla con la colorazione, considerando che da soli non è facile applicarla. Basterà una crema molto grassa da applicare sulle orecchie e vicino all’attaccatura dei capelli, ma senza coprirla, altrimenti il colore non aderirà. Importante, poi, è effettuare un test cutaneo per scongiurare eventuali allergie. Buona norma è anche proteggere le superfici con asciugamani o panni vecchi, per evitare di macchiarle irreversibilmente. Indossate anche dei vestiti vecchi che non vi importa di rovinare, perché probabilmente si macchieranno. Ricordatevi anche di indossare dei guanti per evitare di macchiarvi le mani.

Fonte: 123rf

A questo punto è arrivato il momento di sezionare la testa, affinché sia più facile ripartire la colorazione. Dividetela in 4 sezioni, tracciando una riga verticale ed una orizzontale ed isolatele, in modo da avere una superficie di lavoro più ordinata. Per facilitare l’applicazione e fare in modo che i capelli non si spostino, applicate la tinta sul perimetro della testa ed anche dove sono presenti le righe delle sezioni. Prendete una delle quattro sezioni e, aiutandovi con un pennello a coda, prelevate piccole ciocche ed iniziate ad applicare la tinta sulla radice, fino ad aver completato tutto il quadrante. Procedete così sui restanti tre e, una volta aver coperto tutta la radice, con lo stesso procedimento spostatevi sulle lunghezze. 

Per la parte posteriore sarebbe bene farsi aiutare da qualcuno, anche per rendere il procedimento più veloce. In alternativa l’unica opzione è quella di mettersi di spalle allo specchio e posizionarne un altro sul davanti, in modo da poter vedere dietro. Dopo aver coperto accuratamente tutta la testa, massaggiate il colore, per essere sicure di non aver dimenticato nessuna zona. Aspettate il tempo di posa necessario dopodiché procedete al risciacquo, senza togliere i guanti per evitare di macchiare mani ed unghie. Importante, poi, è effettuare un paio di shampoo, avendo cura di concentrarsi bene nel massaggio delle radici, per sciogliere bene il colore ed evitare accumuli sulla pelle. Un po’ di balsamo per ammorbidire i capelli e scongiurare l’effetto crespo e via con la piega!

Camilla Cantini

Camilla Cantini Beauty blogger Sono Camilla, makeup-artist freelance con la passione per la moda e l’arte. Ho iniziato ad avvicinarmi al mondo beauty come autodidatta per poi specializzarmi, lavorando per shooting, sfilate e magazines di settore. Amo creare look sempre diversi, ricercare nuovi trend e confrontarmi giornalmente con chi mi segue con affetto!

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tinta capelli fai da te: applicazione, errori da evitare, colori tempo...