Capelli 2023: tutte le tendenze taglio e colore da provare

Dal "Bowl Bob" al ritorno del "Butterfly Cut" fino ad arrivare alle nuova sfumature di capelli, tutti i look da provare

Foto di Malvina Berti

Malvina Berti

Beauty Editor

Beauty editor dal 2017, ha collaborato con le più importanti realtà editoriali, da Condé Nast a Hearst, passando per il gruppo RCS. Capo redattore del ClioMakeUp Blog (2017-2019) ha vinto il premio MacchiaNera Internet Awards nel 2018 come "Miglior sito di bellezza".

Con l’inizio del nuovo anno torna la voglia di cambiare look e cosa c’è di meglio che dare una spuntatina – o un grande taglio – alla propria chioma?

Per i capelli 2023 saranno caratterizzati da styling molto differenti, che passando da profonde scalaturetagli medi dall’aspetto geometrico, senza dimenticare i micro-corti. Ma non solo, il nuovo anno propone anche interessanti cambi di colore: dai toni ramati (i più di tendenza e richiesti) ai colori più spettacolari, dal biondo pesca al castano caramello.

Capelli 2023: i tagli lunghi, medi e corti

Il nuovo anno si prepara a rivisitare i tagli classici, riproponendoli in chiave moderna e più creativa. Lunghi, medi e corti le tendenze capelli 2023 sono caratterizzate da haircut ibridi.

I mullet, rubano ad esempio la morbidezza dei tagli shag dando vita ad un taglio delicato e al contempo dal sapore decisamente rock – in perfetto stile Jenna Ortega. Allo stesso tempo, anche i pixie cut diventano più spettinati, grazie alle scalature che permettono di creare giochi di styling decisamente contemporanei.

I caschetti invece si fanno sempre più geometrici e leggermente futuristici, grazie all’aggiunta di frange ben dritte. Infine, i capelli lunghi si dividono in due grandi macro gruppi: i tagli pari e i tagli scalati. Sono loro a dominare la scena, mettendo i evidenza il naturale movimento dei capelli e donando un allure davvero elegante all’intero look.

Caschetto “bowl”: il taglio medio di ispirazione anni ’60

Si chiama “Bowl Bob” ed è l’evoluzione del più famoso taglio a scodella hairlook tipico dei primi anni ’60. Decisamente particolare, questo hairlook ha caratterizzato un’intera generazione e oggi, per il 2023, si evolve in una nuova versione decisamente più portabile.

Il nuovo Bowl Bob si trasforma in un caschetto dimenticandosi delle rasature sulla nuca estreme tipiche del taglio a scodella e allungandosi fin sotto le orecchie. Per dare movimento, il taglio viene arricchito da layers più leggeri che riescono ad alleggerire il look ed evitare l’effetto pesante. Inoltre, il Bowl Bob può essere impreziosito da una frangia sfilata, per incorniciare lo sguardo e completare l’hairlook.

Mixie Cut: il taglio corto moderno e retrò

Tra i tagli corti invece, anche per il 2023 si conferma il Mixie Cut tra le tendenze capelli più richieste in salone.

A metà tra un pixie cut e un mullett, il taglio Mixie è caratterizzato da micro-lunghezze all’altezza del collo, a contrasto con le radici più corte. A dare poi movimento alla chioma ci pensano le scalature – distribuite per tutta la chioma.

Adatto anche ai capelli ricci e mossi questo taglio di capelli sta già spopolando sui social, tanto da aver generato ben 855.8 mila visualizzazioni su TikTok. Il motivo è semplice, riesce ad esaltare ogni tipo di viso, mettere il luce lo sguardo e regalare un aspetto decisamente glamour all’intero look.

Butterfly Cut: il taglio lungo scalato di tendenza per il 2023

Per le amanti dei tagli lunghi invece il taglio più di tendenza per il 2023 sarà il Butterfly Cut già molto amato nel 2022 e che torna grazie alle sue scalature importanti.

Ideale per chi non vuole passare troppo tempo dal parrucchiere questo hairlook è decisamente a basso mantenimento, perché riesce a mantenere la sua silhouette a lungo e senza bisogno di continui interventi da parte del parrucchiere. Consigliato a chi non ama cambiare, questo taglio di capelli ha la grande qualità di incorniciare perfettamente il viso e regalare immediatamente un allure rilassato e glamour.

Capelli 2023: le tinte più di tendenza da provare

Anche per quanto riguarda i colori capelli 2023 c’è l’imbarazzo della scelta. Sebbene siano sicuramente i capelli rossi e tutte le sfumature di rame ad essere le più amate della stagione, anche i capelli biondi e castani saranno molto richiesti in salone.

A dominare però interamente le tendenze è la ricerca di creare delle tonalità più naturali e reali possibili, per creare l’illusione che non ci siano variazioni rispetto al colore originale di partenza. In però netta contrapposizione, per il 2023 si osserverà un ritorno dei toni più spettacolari: dal blu notte al rosa confetto.

“Peach Blonde”: il biondo per chi ama le sfumature ramate

Per chi ama i capelli dai riflessi caldi e golosi, per il 2023 ci sarà il ritorno del “Peach Blonde” una sfumatura di biondo che si arricchisce di sfumature color pesca senza però eccedere nei toni ramati.

Differentemente dal biondo fragola, questo colore di capelli è decisamente più chiaro e luminoso, ideale per tagli lunghi e medi. Dalla bassa manutenzione, questo colore di capelli si adatta perfettamente sia agli incarnati più chiari e delicati, sia a quelli più mediterranei.

“Pearl Blonde”: la versione 2.0 del biondo platino

In netta contrapposizione troviamo invece il “Pearl Blonde” un biondo chiaro freddo che imita il colore della madreperla.

Ispirato ai capelli dei Targaryen nella serie televisiva “House of Dragon” è la versione 2.0 del biondo platino. In questo invece è necessario far attenzione nella cura a casa: questa tinta infatti deve essere trattata con prodotti ad hoc, uno su tutti? Lo shampoo viola.

“Ginger Brunette”: il castano che si fonde con il rosso

Come anticipato prima saranno le tonalità del rosso (in tutte le sue sfumature) a determinare le tendenze del prossimo anno. E come per i capelli biondi, anche le chiome castane vireranno verso queste nuance decisamente più calde.

Tra i colori capelli 2023 più di tendenza troviamo infatti il “Ginger Brunette”, una nuova sfumatura che unisce il castano e il rosso rame, dando vita ad un hairlook che ricorda molto i capelli delle donna scandinave. Il “Ginger Brunette” è infatti un color zenzero tostato dalle ricche tonalità calde che si adatta perfettamente alle carnagioni più chiare, ma che riesce ad esalta anche le più scure, creando un effetto a contrasto davvero mozzafiato.

“Ruby Red”, il rosso rubino che non passa inosservato

Infine, i capelli rossi detteranno le tendenze 2023 e tra le varie sfumature sarà proprio il classico rosso rubino il più richiesto.

Decisamente complesso da portare questo colore di capelli prevede un grande carattere e una personalità molto forte perché non passa decisamente inosservato. Tra le sfumature più decise di rosso è caratterizzato da un colore brillante e luminoso, che rimanda al colore delle gemme preziose e del fuoco.

Un consiglio se si vuole sperimentare una versione più soft? Si può optare anche per un balayage “Ruby Red”: partendo dalle radici più scure e concentrando la sfumatura più accesa sulle lunghezze.