Giorgio Colangeli, attore: biografia e curiosità

Giorgio Colangeli è un personaggio di successo nel teatro e nel cinema grazie alle sue spiccate doti artistiche. E' inoltre noto per le varie collaborazioni con le serie tv

Giorgio Colangeli è nato a Roma il 14 dicembre 1949. Riconosciuto per il suo grande successo nel mondo del teatro, è un grande attore italiano. Nel corso della sua carriera, ha collaborato anche per numerosi progetti in ambito televisivo. Colangeli si è laureato in Fisica Nucleare e in questo periodo ha scoperto la sua forte passione per il cinema ed il teatro. Questo interesse lo porta, dunque, ad intraprendere la carriera di attore nel 1974. Il suo approccio con il mondo dello spettacolo e del cinema italiano avviene recitando in alcune esibizioni organizzate per gli istituti scolastici con alcune compagnie teatrali importanti tra cui Il Torchio, sotto la direzione di Aldo Giovannetti. Colangeli si dedica all’interpretazione di alcune parti importanti delle varie commedie di Giovannetti insieme alla partecipazione degli spettatori. E’ proprio così che l’attore inizia sin da subito a spiccare ed ottenere numerosi apprezzamenti da parte del pubblico grazie alle sue doti comunicative ed artistiche che riescono ad attirare e coinvolgere il pubblico, composto sia da adulti che da bambini, in maniera davvero inverosimile. Una delle sue principali interpretazioni è Tappati le orecchie per non sentire…il freddo.

L’anno 1981 lo vede impegnato nello spettacolo Voi noi e Campanile con il quale ottiene una grande fama e notorietà. Non passano inosservati altri progetti all’interno della carriera dell’attore, tra cui le pellicole Pasolini, un delitto italiano e La cena. Con quest’ultimo film ottiene il Nastro d’argento in qualità di miglior attore non protagonista. Giorgio Colangeli ha lavorato anche per la fiction Questa è la mia terra nel 2006 e nella pellicola “L’aria salata” sempre nello stesso anno. Con quest’ultima collaborazione raggiunge l’apice del successo fino a vincere il David di Donatello in qualità di miglior attore non protagonista. Nel 2007 ha recitato la parte del boss “Vincenzo Neri” nel telefilm di successo Distretto di polizia 7, mandato in onda su Canale 5, diretto da Alessandro Capone e Davide Dapporto. In seguito ottiene il ruolo nella serie tv “Rino Gaetano – Ma il cielo è sempre più blu”, trasmessa su Rai 1 e Liberi di Giocare. Ha anche recitato nella nota fiction I liceali, dedicandosi allo stesso tempo al grande schermo nella parte di Salvo Lima nella pellicola Il divo, sotto la direzione di Paolo Sorrentino.

La fortunata ed intensa carriera di Giorgio Colangelo lo porta a lavorare per numerosi progetti cinematografici tanto che nell’anno 2009 viene scelto per varie interpretazioni di alcune pellicole tra cui Marpiccolo, il thriller La doppia ora e Ce n’è per tutti, nota commedia drammatica, particolarmente apprezzata dal pubblico italiano. Lavora anche con Sergio Castellitto per il film “Alza la testa”. Nell’anno seguente ottiene nuovi ruoli per i film “La nostra vita”, diretto da Daniele Luchetti, e “La donna della mia vita” insieme a Stefania Sandrelli. Nel 2012 entra a far parte del cast della pellicola “Romanzo di una strage”. Nel 2014 torna a lavorare per le serie tv, ottenendo un ruolo nella fiction Non è mai troppo tardi, dove recita la parte del direttore di un carcere minorile. Nello stesso tempo ottiene anche una comparsa nel telefilm Braccialetti rossi, trasmesso sulla Rai. E ancora, nel 2016, viene scelto per il ruolo di protagonista all’interno del telefilm Tutto può succedere, mandato in onda su Rai 1, insieme a Pietro Sermonti. Lo straordinario talento di Giorgio Colangeli ha sempre affascinato il pubblico sin dai tempi dei palcoscenici dei teatri nelle varie località italiane, fino a farsi strada anche nel panorama cinematografico, diventando una vera e propria icona di successo.

Questo grande artista ha svolto un’intensa attività che lo ha visto impegnato in una carriera teatrale per ben 30 anni. Tale successo lo ha portato a dedicarsi al panorama cinematografico dove ha avuto modo di collaborare con registi di grande fama tra cui Calenda, oltre che lavorare con i più grandi attori del grande schermo come Vittorio Gassman. E’ stata proprio la parte ottenuta del giudice Matteo Guarino nella pellicola Pasolini ad aver segnato il debutto di Giorgio Colangeli nel cinema. Inoltre, durante il corso della sua carriera, l’attore ha fatto parte di un cortometraggio, intitolato Camera Oscura nel 1997. Qui ha interpretato il ruolo di una guardia all’interno di un carcere. Il suo percorso cinematografico lo ha visto impegnato anche nell’affascinante pellicola Il ronzio delle mosche, dove viene messa in risalto la follia umana attraverso i classici gesti quotidiani. Grazie al forte legame con il regista Ettore Scola, in seguito alla produzione del film La cena, Giorgio Colangeli ottiene una parte in Concorrenza sleale, al fianco di Diego Abatantuono e Sergio Castellitto. In particolare, con la pellicola Ogni volta che te ne vai, l’attore ottiene degli ottimi riscontri da parte del pubblico grazie alla sue spiccate abilità teatrali, riuscendo sempre ad adattarsi in ruoli differenti, sia di natura comica ed innocente che di natura perfida e drammatica.

Giorgio Colangeli, attore: biografia e curiosità