Kim Kardashian e Kanye West, cosa dicono gli accordi per il divorzio

Kim Kardashian e Kanye West hanno consegnato i documenti per il divorzio: cosa prevedono gli accordi economici e sull'affidamento dei figli

Kim Kardashian e Kanye West sono sempre più vicini al rendere ufficiale il loro divorzio. E contrariamente a quanto si sarebbe potuto pensare, non hanno dato il via a nessuna battaglia legale, anzi.

Secondo quanto riporta il portale statunitense TMZ, in genere abbastanza affidabile in fatto di indiscrezioni sulle star d’oltreoceano, l’influencer e il rapper avrebbero trovato l’accordo per mettere la parola fine al loro matrimonio in modo pacifico: “Lui ha presentato in tribunale la sua parte di documenti, compilati in maniera speculare rispetto a quelli dell’ex moglie”, racconta una fonte, che spiega come anche a proposito dei figli l’ex coppia abbia deciso per il meglio: “Entrambi si impegneranno nella co-genitorialità”.

Nessuna guerra, quindi, né mantenimenti milionari come accaduto per moltissime altre coppie di celebrità scoppiate (l’esempio più recente è quello di Brad Pitt e Angelina Jolie). Kim e Kanye hanno optato per la custodia congiunta – fisica e legale – dei loro quattro bambini, North, Saint, Chicago e Psalm, rispettivamente di sette, cinque, tre e un anno. Non è ancora chiaro con chi vivranno i quattro ragazzi, anche se è probabile che rimangano con la madre e che avranno la possibilità di vedere il padre tutte le volte che vorranno.

La cogenitorialità, infatti, non prevede automaticamente una divisione in parti uguali del tempo con i figli o che questi debbano vivere per metà del tempo con uno e la restante metà con l’altro genitore. Tutt’altro. L’affidamento congiunto è quello che generalmente vede i genitori d’accordo sulla gestione dei figli, che vengono messi al primo posto. In questo senso, bisognerà far approvare al giudice un piano che dica con chi vivranno.

“Ognuno pagherà le proprie spese legali” ha aggiunto l’insider, che specifica: “ hanno un contratto prematrimoniale per la divisione del patrimonio e non ci saranno quindi assegni di mantenimento”.

E in fondo, a ben vedere, Kim di certo non ha bisogno dei soldi del marito per sostenere le spese dei figli. Solo la scorsa settimana è stato annunciato il suo ingresso nella lista dei miliardari di tutto il mondo dalla rivista Forbes, grazie agli introiti degli ultimi mesi della sua linea di cosmetici, la KKW Beauty, entrata nel portfolio del colosso Coty a gennaio, alla sua carriera da influencer e da reality star e alla sua linea di intimo.

Partita come ereditiera e amica di Paris Hilton, Kim ha saputo costruire un impero, sfruttando la fama che la tv le ha concesso e andando oltre. E ora si gode i frutti del suo lavoro insieme ai suoi bambini, con i quali si è mostrata negli ultimi giorni sui social, serena e felice: “Domani vi amerò ancora più di oggi”, ha scritto. Perché quello è l’unico amore che – lo sa per certo – non finirà mai.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Kim Kardashian e Kanye West, cosa dicono gli accordi per il divorzio