Michele Bravi ritorna su Instagram a 5 mesi dall’incidente

Michele Bravi rompe il silenzio con un messaggio su Instagram. Sono passati 5 mesi dal terribile schianto in cui morì una motociclista

Michele Bravi rompe il silenzio su Instagram cinque mesi dopo il tragico incidente in cui è morta una donna.

Il vincitore di X Factor ha infatti pubblicato sui suoi profili Instagram e Twitter una foto bianca con un semplice commento: “Ciao. Sto cercando di costruire piano piano la realtà. Vi voglio bene”. Un messaggio chiaro in cui Bravi ribadisce la volontà di ricominciare dopo il terribile schianto che ha cambiato per sempre la sua vita. Ma c’è anche la gratitudine per chi in questo difficile periodo gli ha fatto sentire il suo affetto.

In moltissimi hanno risposto all’appello del cantante, anche vip, come Chiara Galiazzo e Maria Grazia Cucinotta :

E noi siamo accanto a te Mich, un abbraccio grande

E ancora:

Mi manchi così tanto , ti vogliamo tutti un mondo di bene , ci saremo sempre per te lo sai❤️

Poi:

Un passo alla volta.. Ci sono esperienze che ti portano necessariamente a dover riimparare a camminare.. Appoggiati a chi ti può aiutare.. Qui c’è tanta gente che ti aspetta senza aspettarsi niente. Un abbraccio sincero Michele..

La sua vita infatti non è più la stessa da quando scorso 22 novembre facendo inversione con la sua auto ha investito una motociclista provocandone la morte. Nonostante non fosse positivo ai test di alcol e droga, contro Bravi è stato aperto un fascicolo per omicidio stradale. Il cantante quindi ha annullato tutti gli impegni e si è ritirato a Città di Castello in Umbria, dove vivono i genitori.

È dilaniato dal dolore, non si toglie dalla testa quel momento”, dichiarò il suo avvocato Manuel Gabrielli poco dopo l’incidente. Michele forse con questo post sta cercando di ritornare alla normalità, anche se l’incidente resterà una ferita indelebile.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Michele Bravi ritorna su Instagram a 5 mesi dall’incidente