Eleonora Abbagnato, addio all’Opéra di Parigi: “Mia madre sta male”

Eleonora Abbagnato non sarà più étoile all'Opéra di Parigi. Ad annunciarlo e a spiegare i motivi la stessa ballerina

Quando si pensa alla danza la mente va subito a lei: Eleonora Abbagnato. L’étoile dell’Opéra di Parigi, infatti, è una delle rappresentanti italiane di questa meravigliosa disciplina. Un orgoglio per tutto il nostro Paese e per gli appassionati. Purtroppo, però, la ballerina ha annunciato che lascerà definitivamente quella che per anni è stata la sua casa e dove ha svolto la sua professione ottenendo grandi successi.

Accadrà a breve, il 23 dicembre. Poco prima dei festeggiamenti natalizi, Eleonora Abbagnato salirà per l’ultima volta sul palco del all’Opéra di Parigi per esibirsi nell’elegante balletto Le Parc, sulla coreografia di Angelin Preljocaj e le musiche di Mozart. Una data storica che lascia un po’ di amaro in bocca.

Per l’Abbagnato, però, è arrivato il momento di lasciare Parigi. Ad annunciarlo e a dichiarare i motivi proprio lei, che in un’intervista a Io Donna ha confessato cosa l’ha spinta a lasciare quella che per 28 anni è stata la sua casa. Ha, così, parlato della malattia della madre:

Mamma è stata molto male e ora continua la terapia. Quando si è ammalata non sono potuta andare in Sicilia per aiutarla, ma tornando a Roma ci possiamo riavvicinare: è il mio dovere, adesso che i nostri ruoli si sono invertiti.

Un delicatissimo motivo familiare. La madre dell’étoile, infatti, si è ammalata di leucemia cronica. L’Abbagnato, quindi, vuole starle il più vicino possibile per poterle essere d’aiuto e vivere a Parigi, per ora, sarebbe troppo complicato. Un addio che, sicuramente, non è facile ma necessario.

Sono arrivata a Parigi quando avevo 14 anni e ci ho vissutto fino a quasi 42 – ha affermato Eleonora Abbagnato – dunque mi preparo all’addio come per un matrimonio: ci saranno tutti. Gli amici, la famiglia, i coreografi, gli assistenti, le étoile e i miei partner. Non vedo l’ora di ricordare con loro i momenti più belli di questi 28 anni.

L’Abbagnato lascerà l’Opéra di Parigi, ma non la danza. Si stabilirà a Roma, per avvicinarsi un po’ di più alla sua Sicilia e alla sua famiglia, dove continuerà a dirigere il Balletto dell’Opera di Roma. Nella sua vita di danzatrice ci sono ancora numerosi progetti. Avremo, quindi, ancora l’onore di vederla sul palco. Inoltre, a breve, arriverà anche un film sulla sua vita, dedicato a tutte le bambine che sognano di diventare, da grandi, étoile.

Una decisione difficile, quella presa dall’Abbagnato, ma che sottolinea il suo senso del dovere e della famiglia. Eleonora è una donna che, con passione, dedizione e sacrifici, ha collezionato successi ed elogi. Una donna da apprezzare e ammirare: un esempio per tutti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Eleonora Abbagnato, addio all’Opéra di Parigi: “Mia madre...