Buon compleanno Fabrizio, facciamo il tifo per te

Fabrizio Frizzi il 5 febbraio spegne 60 candeline. E il nostro augurio è tutto per lui: per il suo traguardo e per una guarigione che si completi presto

Compie sessant’anni uno dei volti più amati della televisione italiana, Fabrizio Frizzi. Nato a Roma il 5 febbraio 1958, il celebre conduttore televisivo è reduce da una malattia che l’ha investito in modo inatteso, e che ha tenuto per settimane col fiato sospeso tutti i suoi fan. Colpito da ischemia il 27 ottobre, Frizzi è tornato al timone de L’Eredità solo lo scorso 15 dicembre. Nonostante il peggio sia oramai passato, continua nel suo percorso di riabilitazione. E non manca di tornare a quei giorni difficili, tra dichiarazioni e ringraziamenti.

Sostenuto dall’amore della moglie Carlotta Mantovan e della loro figlioletta Stella, il presentatore ha ringraziato – due settimane dopo il malore – i medici dell’Umberto I: «Mi hanno preso per i capelli», ha dichiarato. E poi i dottori del Sant’Andrea, di cui ha detto: «mi hanno rimesso in piedi e rapidamente sono stati capaci di capire da cosa il guaio era stato generato».

Impegnato ancora oggi in un percorso di riabilitazione, ha raccontato come la sua battaglia non si possa dire – per il momento – conclusa: «Posso stare in piedi, parlare e fare bene il mio lavoro. Ma non è ancora finita. Ogni tanto, come è normale, qualche momento di sconforto può esserci, ma l’affetto della famiglia, del pubblico e degli amici è una luce che illumina tutto. La vita è meravigliosa», ha raccontato nel corso di un’intervista a TV Sorrisi e Canzoni. A cui ha anche confessato, parlando del giorno in cui il malore è avvenuto: «In fondo posso dire che è stato un giorno fortunato, perché quello mi è successo è successo davanti a tante persone. Se fosse successo quando ero da solo, non so come sarebbe andata a finire. Poi da lì si è manifestata una situazione di salute seria e ho potuto cominciare a combattere. Se guarirò racconterò tutto nei dettagli, perché diventerò con piacere testimone della ricerca».

Ha persino commentato una ipotizzata presenza a Sanremo, Fabrizio Frizzi: «Ci andrei anche a piedi, oltre che amico di Claudio (Baglioni) sono anche un appassionato di musica. Ma non è il momento adatto, non me la sentirei di stancarmi eccessivamente. A L’Eredità sono in una confort zone per qualsiasi emergenza. Tornerò a partecipare a impegni altrove, quando mi sentirò più in forma».

E allora, tantissimi auguri Fabrizio! Che tu possa presto guarire, completamente. In attesa di vederti, magari proprio l’anno prossimo, su quel palco dell’Ariston che è l’unico che ti manca…

Buon compleanno Fabrizio, facciamo il tifo per te