Angelina Jolie in Ucraina, perché ha deciso di raggiungere i bambini di Leopoli

L'attrice si è recata a Leopoli dove ha incontrato bambini e volontari, come inviata speciale dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati

Il suo impegno umanitario è cosa nota: sono anni che Angelina Jolie si impegna in prima persona su tante tematiche di rilievo. Del resto ha anche un ruolo importante, quello di inviata speciale dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati (ruolo che ricopre dal 2011). Non stupisce quindi la sua presenza a Leopoli in Ucraina, dove nei giorni scorsi è stata avvistata in un bar, vestita con abiti comodi, e poi a far visita a bambini, rifugiati e volontari.

Angelina Jolie, i motivi della visita a Leopoli

Andare in una zona di guerra non è una cosa da prendere alla leggera, ma ci sono situazioni che vanno prese di petto e senza paura: Angelina Jolie ha dimostrato di saperlo fare e che il bene più grande è la cosa più importante. In questi giorni si è recata infatti in Ucraina, in missione umanitaria per vedere con i propri occhi cosa sta accadendo. È stata anche l’occasione per incontrare alcuni bambini, tra cui quelli presenti all’attacco della stazione di Kramatorsk. Parole, ma anche ascolto, la star di Hollywood si è recata ad accogliere alcuni profughi in stazione. Lì sarebbe partito l’allarme che l’ha costretta a mettersi al sicuro in un rifugio antiaereo. Tra le altre immagini che arrivano dall’Ucraina, anche il pranzo condiviso con gli sfollati.

Come riporta il Time il governatore dell’amministrazione regionale di Leopoli Maksym Kozytskyy avrebbe detto che l’attrice: “Era molto commossa dalle storie (dei bambini)”. Poi ha detto che la Jolie ha anche visitato un collegio, ha parlato con gli studenti e ha scattato foto con loro, aggiungendo “ha promesso che sarebbe venuta di nuovo”.

Una visita per verificare la situazione e parlare in prima persona con la popolazione e i volontari, testimonianza di come l’attrice non si tiri mai indietro nel momento del bisogno.

Angelina Jolie, la sua posizione sulla guerra in Ucraina

La sua posizione su quanto sta accadendo in Ucraina, Angelina Jolie non l’ha mai nascosta: da quando è scoppiato il conflitto l’attrice ha spesso condiviso il suo pensiero anche attraverso il suo profilo Instagram.

Agli albori dell’attacco aveva scritto: “Come molti di voi, sto pregando per le persone in Ucraina. Il mio obiettivo, insieme ai miei colleghi di Refugees (l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati, ndr), è fare tutto il possibile per garantire la protezione e i diritti umani fondamentali degli sfollati e dei rifugiati nella regione. Abbiamo già visto segnalazioni di vittime e persone che hanno iniziato a fuggire dalle loro case per cercare sicurezza. È troppo presto per sapere cosa accadrà, ma il significato di questo momento – per il popolo ucraino e per lo Stato di diritto internazionale – non può essere sopravvalutato”. E in queste settimane non ha mai smesso di condividere post in merito a quanto sta accadendo, non dimenticando neppure altre situazioni nel mondo.

L’impegno umanitario di Angelina Jolie va avanti da diversi anni, ma solo negli ultimi mesi l’attrice è sbarcata su Instagram con il chiaro intento di promuovere il suo attivismo. L’apertura dell’account, infatti, è coincisa con un primo post dedicato alle donne afghane, durante la scorsa estate quando le truppe americane si sono ritirate e i talebani sono saliti al potere.

Da quel momento i suoi post social sono stati l’espressione del suo punto di vista e del suo impegno su diverse questioni. Ma non solo parole: perché Angelina Jolie fa anche i fatti con viaggi in prima persona. Da ultimo proprio quello in Ucraina.