“Pamela Prati ha chiesto 5 milioni di euro di risarcimento”, la rivelazione della D’Urso

Barbara D'Urso ha svelato nel salotto di Silvia Toffanin a Verissimo i retroscena dell'affaire Pamela Prati

Si torna a parlare di Pamela Prati e dell’affaire che l’ha vista coinvolta in un vero e proprio scandalo consumato a colpi di accuse televisive. L’ex star del Bagaglino è stata a lungo protagonista in tv a causa dell’inesistente imprenditore Mark Caltagirone, il fantomatico fidanzato con cui avrebbe dovuto sposarsi. Dopo mesi di accuse, scoperte e polemiche, ha deciso di far causa a Barbara D’Urso per aver parlato approfonditamente della vicenda a Live – Non è la D’Urso. Pamela Prati, durante le recenti interviste, ha svelato di essere in causa con Mediaset e con la D’Urso, ma Barbara ha voluto chiarire la verità.

Pamela Prati e la causa con Barbara D’Urso

Le recenti dichiarazioni di Pamela Prati, intervistata durante la trasmissione Belve, hanno risvegliato tutto il trambusto sulla questione Mark Caltagirone, ma ha anche riportato sotto i riflettori la rivalità con Barbara D’Urso, rea di averla sfruttata per fare facili ascolti. Le dichiarazioni riguardo alla causa, però, paiono non essere esatte. La D’Urso ha affrontato l’argomento a Verissimo, raccontando a Silvia Toffanin come stanno davvero le cose – secondo lei: “La signora Prati, in realtà, non è stata proprio chiara. O forse è stata chiara, ma non è chiaro a lei: non ha fatto una denuncia penale, non si è rivolta a un giudice penale – o almeno, ai nostri avvocati non è arrivato niente”.

Pamela Prati e il risarcimento astronomico: la rivelazione a Verissimo

C’è un però: il tanto vociferato risarcimento da capogiro richiesto dalla Prati è reale. Come ha spiegato Barbara D’Urso stessa, proseguendo il discorso: “Due anni fa si è rivolta subito al giudice civile chiedendo un risarcimento economico, di soldi insomma, parlando di un danno biologico e un danno morale che, secondo lei, si aggira intorno ai 5 milioni di euro. In più c’è anche il danno patrimoniale, per cui la somma è questa”.

Non c’è possibilità di fraintendimento, almeno per quanto riguarda la tanto sbandierata denuncia che però non è mai arrivata sulla scrivania di Barbara: “Quella [richiesta, ndr] del giudice civile ci è arrivata subito, quella del giudice penale per ristabilire la sua verità non è ancora arrivata dopo due anni. Quindi per ora direi che non mi ha denunciata. La denuncia è penale, il penale è cosa grave. Quella civile è un’altra cosa, si parla di soldi”.

E di che cifre! Secondo la Prati, i 5 milioni di euro servirebbero a ripagarla dal grave danno d’immagine subito dopo che le sue bugie sono state scoperte, poi sviscerate in diretta TV. Questa sorta di tribunale mediatico avrebbe causato una grossa depressione alla showgirl, tanto da arrivare a dichiarare di aver pensato al suicidio. Aveva infatti ammesso al Corriere della Sera: “Cosa ho pensato quando il castello di bugie è crollato? Non l’ho mai detto prima, ma ho anche pensato di togliermi la vita. La fine di una storia è sempre un trauma, ma scoprire che una persona addirittura non esiste è uno choc psicologico. Quando ho realizzato che era tutta una finzione mi sentivo svenire, mi mancava l’aria. Una violenza psicologica terrificante”.