Madame a Sanremo 2023, Amadeus si sbilancia dopo l’inchiesta green pass: la decisione sulla gara

A "The Flight" su RTL 102.5 il conduttore e direttore artistico è stato il protagonista di una puntata imperdibile, dove ha chiarito la propria posizione su Madame

Foto di DiLei

DiLei

Redazione

DiLei è il magazine femminile di Italiaonline lanciato a febbraio 2013, che parla a tutte le donne con occhi al 100% femminili.

A poco più di un mese dall’inizio dell’attesissimo Festival di Sanremo 2023, che va in onda dal 7 all’11 febbraio 2023 su Rai 1, Amadeus ha parlato al programma radiofonico The Flight, su RTL 102.5, dei cantanti in gara e delle prime polemiche che anticipano l’inizio della kermesse canora più attesa dell’anno.

Amadeus ha voluto infatti chiarire la propria posizione nei riguardi della “Big” Madame, sotto indagine perché potrebbe far parte di un ventaglio di pazienti di una dottoressa di Vicenza a cui sarebbero stati rilasciati falsi Green Pass.

Amadeus sul caso Madame, la decisione sulla gara

Nella sua ospitata al programma The Flight di RTL 102.5 – con Matteo Campese, Paola Di Benedetto e Jody Cecchetto (che sarà anche inviato di Prima Festival) – mandata in onda a reti unificate con Radio Zeta, Amadeus ha voluto chiarire e dire la sua sulla prima grande polemica di Sanremo 2023.

Il conduttore e direttore artistico della kermesse canora ha parlato del “caso Madame”: la cantante è infatti sotto inchiesta perché paziente di un medico di Vicenza che avrebbe rilasciato falsi Green Pass e tale bega, secondo molti, potrebbe valergli l’esclusione dal Festival.

In merito alla questione, Amadeus è stato molto chiaro: “Dare un giudizio con il panettone in bocca a una cosa così seria mi sembra poco serio. C’è un’indagine” ha affermato con fermezza il conduttore “Finché uno non viene dichiarato colpevole è innocente. Ad oggi è in gara. Sarebbe un vero peccato non sentire la sua canzone di Sanremo”.

Fonte: IPA
Amadeus e Madame a Sanremo Giovani

Amadeus: “Sanremo 2023 partirà dai giovani”

Messa da parte (per ora) la questione Madame, al secolo Francesca Calearo, Amadeus ha voluto incentrare la sua chiacchierata radiofonica su quello che vedremo al Festival, come ad esempio i giovani che saranno i primi a esibirsi.

“Sono contento che si parta dai giovani, senza dimenticare i nomi storici della canzone italiana” – ha affermato il direttore artistico – “Come il calcio a livello europeo punta sui giovani anche Sanremo deve farlo”.

Tra i (quasi) esordienti in gara, Amadeus ammira molto un’esponente della Generazione Zeta. “Ariete, 20 anni, ad esempio ha un presente potentissimo. Ha una grande personalità, sto pensando a lei già da molti anni. Ascolto molto i giovani e la loro musica” – ha poi aggiunto – “Me l’ha insegnato Claudio Cecchetto (padre di Jody, ndr). Ho sofferto a prendere solo 6 giovani, avrei portato tutti i 12 ragazzi. Quando a Sanremo Giovani ho dovuto dire no è una sofferenza”.

Oltre ai giovani, come lo stesso Amadeus ha sottolineato, grandissima importanza hanno ovviamente anche Big in gara, tra i quali spiccano reunion attesissime, come quelle degli Articolo 31 e Paola e Chiara.

Paola e Chiara le ho scelte appena ho sentito il pezzo. Tutti, sia il pubblico da casa che il pubblico dell’Ariston, si alzeranno per ballare. Come gli Articolo 31 tornano insieme proprio per Sanremo” ha anticipato Amadeus che ha anche parlato della selezione dei brani: “Quest’anno sono arrivati 500 pezzi. Tutti ascoltati notte e giorno. Ne prendo una cinquantina che secondo me sono potenzialmente forti. Ascolto all’infinito quei 50 pezzi per arrivare a 22 artisti e poi i giovani. Ascolto ovunque la musica, vivo in albergo a Roma con le cuffiette altrimenti tutti le ascoltano. Poi in auto, treno e aereo: ascolto sempre musica”.

Come sappiamo, sul palco dell’Ariston accanto ad Amadeus ci sarà Gianni Morandi in veste di co-conduttore. “Ci divideremo il palco” – ha confermato il padrone di casa – “Sono felice perché appartiene la storia ma è anche il presente. Morandi è trasversale perché è amato da tutti, dai giovanissimi agli adulti. Non si stanca mai, abbiamo girato gli spot di Sanremo correndo!”.

A fianco ai due mattatori, nella serata di apertura e di chiusura del Festival ci sarà Chiara Ferragni, per la quale il direttore artistico di Sanremo ha speso parole di grande stima: ”È una ragazza fortissima che negli anni ha costruito qualcosa di notevole, l’ho inseguita dal primo anno. Non conosceva il Festival, negli anni l’ha seguito con i suoi cambiamenti e quest’anno mi ha detto sì con entusiasmo, sta lavorando con grande serietà. È una ragazza simpaticissima e una grande lavoratrice, sta affrontando l’impegno di Sanremo con metodo e con molta serietà”.