Floriana Secondi: “Mia madre e mia nonna erano prostitute”. La confessione a “Belve”

A "Belve" Floriana Secondi ha raccontato il suo difficile passato, segnato dai problemi della madre: dalla tossicodipendenza alla prostituzione

Il doloroso passato di Floriana Secondi è riaffiorato prepotentemente in un’intima e delicata intervista a Belve, il programma di Rai2 condotto da Francesca Fagnani. L’ex concorrente del Grande Fratello e de L’Isola dei Famosi ha infatti raccontato i traumi del passato, con la madre che soffriva di tossicodipendenza e che, così come la nonna, si prostituiva. La showgirl ha inoltre ricordato le frequenti violenze che ripetutamente avvenivano in casa: “Botte ne ho prese tantissime, dalla mattina alla sera”.

Floriana Secondi e i problemi della mamma

Nel corso del programma Belve Francesca Fagnani si è interfacciata con un ex volto noto dei reality, dalla storica partecipazione al Grande Fratello a quella più recente a L’Isola dei Famosi: Floriana Secondi. Spesso esuberante e irriverente sul piccolo schermo, la showgirl questa volta ha voluto raccontare alcuni dolorosi capitoli della sua vita, sinora conservati nel silenzio. Ha infatti svelato che, quando lei era piccola, sua mamma soffriva di tossicodipendenza e, per questo, fu anche affidata ai servizi sociali.

“Quando ci sono delle cose brutte e gravi, te le ricordi anche quando sei piccolo” confessa Floriana Secondi, spiegando come sia per lei un trauma incancellabile. La lei bambina vedeva quello che succedeva in casa, ma le veniva consigliato di non raccontare nulla cercando di mascherare la cruda realtà: “Avevo anche ricordi notturni, facevo dei sogni. C’era l’educazione di una volta e mia nonna mi diceva: ‘Zitta zitta, deve rimanere tutto in casa’. Mi diceva: ‘No, non è successo’. Quindi pensavo di essere io la matta e di avere questi ricordi e di non stare bene con la testa”.

L’ex volto dei reality spiega perché i familiari la invitavano al silenzio: “Mia mamma era una prostituta, aveva tanti problemi. Anche mia nonna. Ma ci tengo a dire che mia madre non aveva l’arte dell’amare, è cresciuta in un bordello, che poteva fare poverina? Non ce l’ho con lei, devo dirlo. Non odio mia madre e non l’ho mai odiata. Se la vedo, la abbraccio ma di certo non provo forti emozioni”.

Floriana Secondi e le violenze in casa: “Sigarette spente sul corpo”

Ma sono numerosi i dolori vissuti da Floriana Secondi quando era giovanissima. Il clima familiare non era semplice e, oltre ai problemi di tossicodipendenza e prostituzione, si respirava anche aria di violenza: “Ricordo qualcosa. Botte ne ho prese tantissime, dalla mattina alla sera, ma anche sigarette spente sul corpo, ho ancora dei segni addosso. Se una persona mi abbracciava, mi sentivo morire perché ho avuto questo problema per tanti anni. Ho anche avuto il mutismo per tanti anni”.

Tra i dolori raccontati dalla storica concorrente del Grande Fratello, anche l’impossibilità di vivere con il padre e i tentativi di suicidio della madre: “Mio padre s’era lasciato con mia madre, lei era pericolosa perché usava droghe pesanti e si prostituiva. Lei tante volte tornava a casa ma accompagnata da amici sbagliati, aveva deciso di uccidersi e buttarsi nel vuoto. Non era in grado di intendere e di volere”. Dolori indicibili, traumi incancellabili per Floriana Secondi che, nonostante tutte le sofferenze vissute, ha saputo risollevarsi.