Come nasce e si affronta la mielofibrosi

La mielofibrosi fa parte delle neoplasie mieloproliferative, tumori rari che colpiscono il midollo osseo: come si manifesta

Foto di Federico Mereta

Federico Mereta

Giornalista Scientifico

Laureato in medicina e Chirurgia ha da subito abbracciato la sfida della divulgazione scientifica: raccontare la scienza e la salute è la sua passione. Ha collaborato e ancora scrive per diverse testate, on e offline.

Gli esperti li chiamano neoplasie mieloproliferative. Sono forme tumorali del sangue che nascono direttamente nel midollo osseo. Una di queste forme è la mielofibrosi.

Un’indagine condotta nell’ambito del progetto Mielo-Spieghi su chi affronta questo tipo di malattie e chi assiste il malato mostra che nella metà dei casi è difficile accettare una diagnosi che spesso crea timore per le possibili evoluzioni del quadro, ma  segnala anche come in almeno una persona su due esista la consapevolezza di dover essere ogni giorno forti e determinati per riprendere in mano la propria vita. L’importante, in ogni modo, è conoscere di cosa si tratta anche per mettersi in guardia e giungere prima possibile alla diagnosi.

Registrati a DiLei per continuare a leggere questo contenuto
Bastano pochi click (ed è totalmente gratuito)