Caldo e luce possono alterare le medicine che hai in casa

Caldo, sole, luce e umidità possono modificare le caratteristiche delle medicine, ecco perché è bene conservarle al fresco, soprattutto in estate.

Sicuri di conservare correttamente i medicinali? Calore, umidità e il sole diretto potrebbero comprometterne l’efficacia e deteriorarli.

Come conservare le medicine?
Se caldo e umidità possono invalidare l’effetto del principio attivo alla base del farmaco, esporre un medicinale ai raggi diretti del sole potrebbe agevolare la formazione di microbi. Non solo i medicinali esposti ad alte temperature, umido e sole potrebbero dunque perdere la loro efficacia, ma potrebbero anche risultare dannosi per la salute. Come conservare allora le medicine in estate? La risposta è contenuta in Farmaci&Estate, un vademecum redatto dall’Agenzia Italiana del Farmaco AIFA. Fra le regole più importanti da rispettare c’è quella di conservare i medicinali a una temperatura non superiore a 25 gradi, qualora per un paio di giorni la si superasse, ricordatevi che la scadenza potrebbe risultarne anticipata, anche di molto.

I farmaci più a rischio
Altro prezioso suggerimento dell’AIFA è quello di leggere con attenzione il foglietto illustrativo dove vengono riportate anche le modalità di conservazione e rispettarle scrupolosamente. Questo è vero soprattutto per farmaci come antibiotici, adrenergici, insulina, analgesici e sedativi, che se mal conservati potrebbero nuocere a chi li assume. Devono fare molta attenzione in particolare le persone che soffrono di diabete o malattie cardiache: l’alterazione dell’insulina, della nitroglicerina o di un altro farmaco fondamentale, può essere molto rischiosa. Come sono a rischio anche medicinali come gli antiepilettici e gli anticoagulanti. È bene ricordare inoltre che i farmaci in forma liquida sono più sensibili al caldo, per cui dove  possibile è meglio preferire le formulazioni solide (si pensi alle classiche compresse). I medicinali in spray inoltre, non andrebbero mai esposti ai raggi solari.

Caldo e luce possono alterare le medicine che hai in casa
Caldo e luce possono alterare le medicine che hai in casa