Artrite reumatoide, le patologie che aumentano il rischio. Lo studio

L'artrite reumatoide può essere associata ad altre malattie autoimmuni. Un nuovo studio stabilisce un legame con diabete di tipo uno e malattie croniche intestinali

Un nuovo studio sull’artrite reumatoide conferma che la patologia non è sempre un monolite, ma anzi può essere associata, più spesso di quanto si creda, ad altre malattie autoimmuni che ne accrescono il rischio di insorgenza.

Sono anni che si parla e si studia il possibile collegamento tra artrite reumatoide e diabete di tipo uno e ora arriva la conferma che tra le due patologie può esserci un legame, e sarebbe addirittura di tipo causale. Non solo infatti, il diabete di tipo uno e le malattie croniche intestinali sarebbero collegate all’artrite reumatoide, ma la loro presenza nel soggetto affetto, sarebbe tra le cause del successivo insorgere della terribile malattia delle ossa.

A confermare questa tesi arrivano i risultati di un’approfondita ricerca svolta dalla Mayo Clinic School of Graduate Medical Education di Rochester negli Stati Uniti, presentati nell’ultimo convegno dell’Eular, la Lega Europea contro le Malattie Reumautiche. Il team di medici e ricercatori, guidato dalla dottoressa Vanessa Krontzer, ha esaminato 821 soggetti che soffrono di artrite reumatoide con l’intenzione di scoprire quali altre patologie potessero avere come conseguenza l’insorgere di questa malattia e il contrario ovvero capire quali altre patologie potessero derivare dall’artrite reumatoide.

Si è così scoperto che la maggior parte dei pazienti affetti da artrite soffrivano in precedenza di due altri tipi di patologie: malattie croniche intestinali di origine infiammatoria e il diabete di tipo uno. Lo stesso studio ha messo in luce, con un’incidenza però minore, che una volta insorta l’artrite reumatoide, era aumentata nei soggetti affetti la probabilità di avere un infarto.

“L’aumento della presenza di malattia infiammatoria cronica intestinale e diabete di tipo uno prima dell’insorgenza dell’artrite reumatoide”, hanno spiegato i ricercatori alla guida dello studio, “ci suggerisce una predisposizione allo sviluppo di artrite reumatoide o un difetto immunologico condiviso, meritando ulteriori studi”.

L’importanza della scoperta sta nel fatto che essa rappresenta un ulteriore passo nella conoscenza dell’artrite reumatoide e, individuando possibili legami con le altre due patologie che ne sarebbero tra le possibili cause, mette in luce una direzione chiara su cui la ricerca può continuare a lavorare per arrivare all’obiettivo finale di trovare una cura.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Artrite reumatoide, le patologie che aumentano il rischio. Lo stu...