Ho solo bisogno di un abbraccio

Non lasciare che arrivi domani per stringermi di nuovo a te. Abbracciamoci forte adesso

Ho bisogno di un abbraccio, di quelli veri e autentici che non si chiedono, né tantomeno si elemosinano. Di quelli che sono la medicina, e poi la cura, della più grande malattia del secolo: lo stress e il tempo che fugge.

Ho bisogno di quell’emozione pura e sincera in grado di riscaldarmi, di inebriare le mie giornate, di ricordarmi che le cose importanti nella vita non sono la corsa al denaro, alla carriera e al successo, ma sono gli affetti primordiali. Quelli che non si possono spiegare e che non si spezzano mai, né con il tempo, né con le distanze.

Ho bisogno di un abbraccio che mi confermi che tutto quello che so sull’amore è reale e non è confinato a un libro di favole o un cartone animato della Disney, che mi faccia sentire protetta, desiderata e amata.

Voglio un abbraccio che mi ricordi cos’è l’equilibrio, tutte quelle volte che il mio baricentro vacilla, trascinato a destra e sinistra dalle correnti della vita che si muovono in ogni direzione. Ho bisogno di provare, ancora e ancora, quella meravigliosa sensazione di lasciarmi andare tra le braccia di qualcuno senza più opporre resistenza.

Per volare lontano, in posti sconosciuti e inesplorati, per poi tornare sempre lì, tra quelle braccia che sono le radici della mia essenza, le stesse a cui aggrapparmi ogni volta che ho bisogno di un respiro d’amore.

Voglio un abbraccio per ascoltare quel chiassoso frastuono dei battiti del cuore che si unisce ai sospiri dell’anima mentre tutto intorno tace. E non esistono più paure, né dubbi.

Perché le parole, troppe volte, volano via leggere, mentre il potere di un abbraccio è forte come un incantesimo occulto che non si può spiegare. È una sensazione di pienezza che coinvolge all’unisono cuore, anima e corpo, che nutre il cervello, che accende il calore.

Che toglie il respiro, ma regala un incredibile e confortevole senso di pace. Che ricorda il significato più puro e autentico della parola Ohana.

E con la forza di uno tsunami, ma con la dolcezza di una candida melodia porta via stress, ansie, paure e tutti quei piccoli problemi quotidiani che determinano il nostro umore.

Non posso accontentarmi di un abbraccio dato ieri, né sono disposta ad aspettare domani: voglio essere travolta da questa sensazione di amore e adorazione, adesso.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ho solo bisogno di un abbraccio