C’erano una volta tutti i regali del mio ex

Buttarli, riciclarli, venderli o conservarli: cosa dobbiamo fare con tutti i regali del nostro ex fidanzato?

Foto di Sabina Petrazzuolo

Sabina Petrazzuolo

Lifestyle editor e storyteller

Scrittrice e storyteller. Scovo emozioni e le trasformo in storie. Lifestyle blogger e autrice di 365 giorni, tutti i giorni, per essere felice

La verità è che se li buttiamo risultiamo crudeli, se li ricicliamo rischiamo di essere additate come ciniche, ma se li conserviamo qualcuno potrebbe accusarci di essere delle sentimentali, ancora attaccate a una storia che che fa parte di un passato sepolto. E allora, cosa dobbiamo fare con tutti i regali dei nostri ex?

Un regalo è per sempre. O forse no?

Quando una storia finisce ci sono molte cose da affrontare, soprattutto se questa è di lunga data. La casa, gli amici, gli strascichi sentimentali e poi, ancora, una nuova vita da organizzare. È proprio quando le cose si sistemano, e si volta pagina, che troviamo loro: i regali, ricordi di una vita felice che ormai appartiene al passato.

C’è chi proprio non vuole più vederli, soprattutto se la relazione è finita male, e chi invece non ha alcun problema a riutilizzarli. C’è chi li restituisce e chi, invece, non sa proprio che farne. La verità è che scegliere cosa fare con tutti i doni del proprio ex è molto soggettivo. Non esiste, infatti, una decisione universalmente valida perché tutto dipende dal tipo di storia che abbiamo vissuto, dal suo epilogo e dai sentimenti che nutriamo nei confronti del nostro ex. Ci sono però alcune cose che possiamo fare, soprattutto quando la relazione è finita da poco e l’assenza di quella persona è più ingombrante che mai.

A questo proposito, infatti, non dovremmo mai e poi mai tenere regali e altri oggetti di una storia d’amore terminata solo perché rappresentano un legame con il passato. Questo non ci permette di andare avanti e di predisporci a nuovi amori e a tutto quello che verrà. Buttare o liberarsi delle cose che riguardano l’ex può essere difficile ma dire addio ad alcuni oggetti è doveroso, soprattutto se a questi diamo un significato emotivo che ci tiene ancorate ai vecchi tempi.

Prima dei regali, poi, ci sono loro: tutti gli oggetti che di fatto appartenevano al nostro ex, come scarpe, camicie e qualsiasi altra cosa personale. Se sono rimasti a noi, cerchiamo di restituirli. Se lui non li vuole possiamo buttarli o, ancora meglio, darli in beneficienza.

Regali dell’ex: buttarli o tenerli?

Per quanto riguarda tutti i regali dotati di un valore affettivo abbiamo due scelte: conservarli in una scatola (il famoso scrigno dei ricordi) oppure buttarli via. Se abbiamo la maturità di trattare quegli oggetti come dei semplici ricordi di un pezzo del nostro passato, possiamo anche conservarli, a patto di non trascorrere giorno e notte a guardarli e a contemplarli tra le lacrime.

Attenzione anche a quali regali conservare: non possiamo mica trasformare il nostro appartamento in un museo a cielo aperto dedicato ai nostri ex!

Un discorso a parte meritano tutti quei regali meno sentimentali, come abiti, scarpe e gioielli, sono esclusi ovviamente gli anelli di fidanzamento. Si tratta di oggetti o capi d’abbigliamento che possiamo ancora indossare e non c’è nulla di male nel farlo, anche perché probabilmente noi stesse non gli abbiamo dato un valore affettivo.

Se invece siamo stanche di ricordare il nostro ex attraverso oggetti di varia natura che continuiamo a trovare in casa a distanza di tempo, possiamo riciclarli, o addirittura venderli – nel caso di quelli più preziosi – in uno dei tanti market place dedicati alla causa (sì, esistono degli shop online dedicati proprio ai regali degli ex). E pazienza se qualcuno ci definisce ciniche: ricordiamoci che disfarsi degli oggetti è anche un atto terapeutico, un gesto liberatorio che lascia spazio libero al nuovo, fuori e dentro.