Matrimonio a tema vino, come organizzarlo: idee originali ed eleganti

Hai scelto il tema del vino per il tuo matrimonio? Scopri come organizzare tutto fin nei più piccoli dettagli

Foto di Rita Paola Maietta

Rita Paola Maietta

Seo copywriter

Giornalista e blogger dal 2010, mi piace scrivere di moda, design, casa e lifestyle mentre mi destreggio tra la vita da mamma.

Quando si sceglie il tema del proprio matrimonio, gli sposi potrebbero trovarsi di fronte ad un vero e proprio dilemma. C’è chi vorrebbe essere non convenzionale, chi tradizionale e chi combinare le due cose. Per quest’ultima categoria di coppie, un matrimonio a tema vino potrebbe essere un’ottima soluzione. Sì perché il vino mette d’accordo tutti, affonda le sue radici nella tradizione Made in Italy e, sicuramente, è un tema poco convenzionale e moderno per un matrimonio. Un tema che rimanda immediatamente con la mente ai colori e ai sapori dell’autunno, con temperature ancora miti ma non afose.

Inoltre, è un tema che si può mettere in pratica, come avviene un po’ per lo shabby chic, adoperando materiali di recupero, tra cui vecchie botti, tappi di sughero e quant’altro, che dovrebbero essere messe da parte con largo anticipo. Il vino non è soltanto la bevanda da bere ma, nel caso di un matrimonio, può ispirare la scelta della location, del menu, del tableau de mariage e tanto altro.

Naturalmente, è un tema per un matrimonio che può essere messo in scena anche nel caso in cui la coppia, o uno dei due partner, non sia un grande appassionato di vino. Di seguito, approfondiremo il tema toccando diverse tipologie di matrimonio a tema vino e tutti i dettagli affinché possa essere tutto perfetto.

Matrimonio a tema vino elegante

Il vino, nettare degli dei, può essere considerato come tra le bevande più apprezzate dagli occidentali. Appena se ne porta una bottiglia in tavola, si da il via alla festa e alla convivialità. È stato il Cristianesimo a far prosperare il successo di questa bevanda poiché gli ha affidato un importante significato religioso.

Una bevanda dunque, che non è solo buona ed apprezzata ma anche molto elegante, con una natura doppia, legata sia al sacro che al profano. Il matrimonio in vigna e, dunque, a tema vino, non è una tendenza nata da poco ma diversi anni or sono. Non esiste un matrimonio a tema vino senza una location speciale ed elegante come possono essere i filari di una vigna. Generalmente, alcune cantine vitivinicole hanno la vigna annessa. Gli interni delle cantine, masserie o agriturismi possono essere la soluzione perfetta quando il tempo non è dei migliori (o fa troppo caldo).

Se si vuole godere quanto più possibile, della bellezza di un matrimonio in vigna, i mesi migliori sono quelli di agosto, settembre, ottobre. Sono proprio in quel periodo che i colori dei vigneti, con i grappoli e le sfumature sono al loro massimo. In Italia non è affatto difficile trovare delle location del genere. Ad esempio, le valli della Penisola, come quelle in Toscana, Piemonte o Puglia (soprattutto Salento). L’importante è tenere a mente che ma la masseria, la cantina o l’agriturismo debbano avere il vigneto annesso, che sia di piccole o grandi dimensioni. La vigna può fungere da perfetto scenario naturale per un matrimonio con questo tema.

Non si può parlare di matrimonio senza menzionare il menu. La sua scelta minuziosa sarà essenziale anche per andare incontro ai gusti dei propri ospiti. Per far sì che il matrimonio a tema vino sia elegante, la bevanda dovrà essere inserita senza strafare. Per dare quella marcia in più al ricevimento, la coppia potrebbe decidere di aggiungere un corner speciale a tema vino: il wine corner. Lì ci sarà un sommelier che guiderà gli ospiti che lo desiderano, in un percorso sensoriale per scoprire i vini della cantina dove si svolge il ricevimento, ad esempio.

Impossibile dimenticare i dolci come la wedding cake. Quest’ultima, oltre ad incarnare il tema del matrimonio, dovrà essere in linea con la location, i gusti degli sposi e la palette cromatica (che leggeremo poco più avanti). Una scelta elegante potrebbe ricadere su una naked cake nei colori dell’avorio e dell’oro, con macchie di rosso e borgogna date, magari dai frutti rossi.

Matrimonio a tema vino: partecipazioni

Dopo aver individuato il luogo perfetto dove celebrare il proprio matrimonio a tema vino, sarà necessario pensare a chi invitare e naturalmente alle partecipazioni. Prima, però, sarà necessario fare un passo indietro e considerare la palette cromatica perfetta per un matrimonio impostato su questo tema. I colori faranno da filo conduttore per tutto il matrimonio e aiuteranno a curare i dettagli, come lo sono, appunto, le partecipazioni. I colori predominanti di un matrimonio a tema vino saranno tutte le sfumature del rosso più inteso che spaziano dal vinaccia al borgogna. Ad accompagnarli, verde scuro, marrone e bronzo. Non mancano le sfumature più chiare, come quelle dell’oro, crema e panna.

Tra le idee perfette per una partecipazione a tema vino, spiccano quelle con chiari richiami alla bevanda. Il cartoncino su cui è scritta la partecipazione, ad esempio, potrebbe avere la forma di una bottiglia o di un calice. Tra le grafiche più gettonate ed eleganti quella che richiama un segno rosso lasciato da un calice sporco di vino, sulla carta. Non c’è limite alla fantasia. Per realizzare le proprie idee, la coppia potrebbe rivolgersi ad una tipografia specializzata.

Delle partecipazioni di questo tipo potranno essere anche in fai-da-te. Basta procurarsi del cartoncino della grammatura desiderata, della vernice rossa che ricordi il colore del vino e dei calici da utilizzare come stampo. Successivamente, l’invito andrà compilato direttamente a mano.

Matrimonio a tema vino: fiori

Come abbiamo scritto poco più sopra, la palette di colori di un matrimonio a tema vino è piuttosto varia e non è raro trovare dei fiori, in natura, che possano richiamarla in tutto e per tutto. I fiori preferiti per gli allestimenti floreali, che vanno da quelli del posto dove verrà celebrato il rito, al bouquet, fino ai centro tavola, potranno essere: calle, rose, peonie, nei toni del viola, rosso scuro, crema. Il plus è caratterizzato da grappoli d’uva che scendono qui e là. Quest’ultima opzione vale soprattutto per i centro tavola e se c’è uva vera di stagione da poter utilizzare.

Se ci si sposa in autunno, si potrà fare affidamento anche su un altro fiore: i crisantemi verdi che possono ricordano il colore dell’uva bianca, perfettamente a contrasto con fiori dai toni più scuri. Le rose screziate, invece, possono ricordare le macchie del vino rosso.

Per gli allestimenti floreali, un tocco molto particolare e in tema è quello di posizionare i fiori all’interno di cassette di vino o champagne. Inoltre, se il posto dove gli sposi hanno deciso di festeggiare lo permette, si può aggiungere ad un pergolato con le viti, una serie di fiori a caduta per fare atmosfera.

Matrimonio a tema vino: tableau de mariage

Un angolo immancabile nei matrimoni moderni è rappresentato dal tableau de mariage. Si tratta di una postazione, messa all’ingresso della sala dove si svolgerà il ricevimento, dove gli ospiti si recheranno per capire dove dovranno sedersi e di fianco a chi. Per renderlo meno sterile, anche il tableau de mariage potrà essere a tema vino.

Un esempio? Cassette di legno, botti, mappe enologiche ma anche bottiglie di vino con candele consumate, calici. Il pannello potrebbe essere decorato con i tappi di sughero o, addirittura, essere esso stesso la testa di una vecchia botte. Il tutto abbellito da composizioni in cui i fiori vengono mixati all’uva. Le escort cards potrebbero essere infilate in un tappo di sughero. La parola d’ordine sarà personalizzazione. Se la coppia di sposi ha un’idea sopra le righe e poco convenzionale, potrebbe provare a fare da se oppure chiedere l’aiuto di professionalità specializzate.

I nomi dei tavoli potranno essere delle etichette. Anche se ciò potrebbe sembrare un tantino scontato. In alternativa, si possono utilizzare i nomi delle etichette prodotte dal vigneto che ospita le nozze.

Matrimonio a tema vino: bomboniere

Il cadeaux de mariage o bomboniera che dir si voglia, è un regalo che gli sposi offrono come ringraziamento ai propri ospiti per aver partecipato alla giornata. La bomboniera servirà anch’essa a contribuire alla riuscita del tema del matrimonio: un ultimo dettaglio ma non meno importante. Per restare in tema, dunque, la bomboniera potrà essere: un cavatappi di design, un decanter, una coppia di calici ma anche una vera e propria bottiglia pregiata.

In questo caso, si potrà far personalizzare l’etichetta con la data delle nozze e il nome degli sposi. Le idee possibili legate al vino sono tante e molto dipende dal budget di cui si dispone. Per i testimoni, il regalo dovrà essere più sostanzioso, allora perché non optare per un buono valido per un’esperienza enogastronomica? Un’altra idea potrebbe essere un vero e proprio set per gustare e servire il vino con eleganza.

Il budget per le bomboniere è più contenuto? Si potranno regalare ai propri ospiti dei prodotti commestibili realizzati con il vino. Confetture, biscotti e taralli possono essere un’idea. Se cerchi qualcosa di non commestibile, invece, anche saponette e candele possono contenere l’aroma della bevanda scelta come tema per il matrimonio.