Lady Diana, il gesto di Camilla ai funerali (la Regina si infuriò)

Durante i funerali di Diana, Camilla fece un gesto che fece infuriare molto la Regina.

Il giorno dei funerali di Lady Diana, Camilla fece un gesto che causò la furia della Regina Elisabetta.

A svelarlo Penny Junor, biografa della Famiglia Reale che ha scritto un libro dedicato proprio a Diana Spencer e intitolato The Duchess: The Untold Story. Fra le pagine del volume viene ripercorsa la storia di Lady D sino alla sua tragica morte, avvenuta nell’agosto del 1997. Un capitolo è dedicato a Carlo e al modo in cui decise di gestire la scomparsa della moglie.

I due all’epoca avevano già divorziato e Lady Diana aveva avuto altri amori, ma la sua morte improvvisa, a causa di un terribile incidente, colpì molto Carlo, che rimase sconvolto dall’accaduto. Il Principe era così toccato da ciò che era accaduto all’ex moglie che non si recò dalla Regina, nonostante fosse a pochi metri da lui, ma chiamò Camilla per informarla di cosa era accaduto.

La Parker Bowles, che per anni era stata la nemica giurata di Diana, si recò immediatamente a Corte e rimase per diverso tempo con Carlo, consolandolo, sino al giorno dei funerali. Secondo la biografa Camilla avrebbe voluto rimanere vicina a William e Harry quel giorno, sostenendo anche Carlo.

Quando la Regina scoprì cosa stava per accadere si infuriò molto, ritenendo il suo gesto di cattivo gusto dopo che per anni aveva tramato nell’ombra contro Diana, e ordinò a Camilla di abbandonare immediatamente il Palazzo. La Parker Bowles fu costretta a fuggire di nascosto e a rimanere nell’ombra, rinunciando a stare vicino a Carlo.

Un episodio, come tanti che appartengono al funerale di Diana, che non è mai stato raccontato e che emerge solo oggi. Per anni d’altronde la Royal Family si è rifiutata di parlare del tragico destino della Principessa. Per Harry e William il dolore era troppo forte, per Carlo e la Regina Elisabetta forse si trattava di senso di colpa per il modo in cui Lady D era stata trattata durante i suoi anni a Corte.