Frasi sulla casa dolce casa: le più famose e significative

Casa dolce casa, è il luogo in cui ci sentiamo meglio, accolti dal calore dell’atmosfera che conosciamo, insieme alla famiglia e chi ci ama

Casa è l’unico posto in cui ci sentiamo davvero sereni e protetti, al sicuro, lontani dalle difficoltà e dai problemi, che dovremmo sempre cercare di lasciare fuori dalle mura domestiche. Solo a casa possiamo essere completamente noi stessi, avvolti dal calore delle nostre stanze e insieme alle persone che più amiamo.

Per questo sentirsi a casa significa essere a proprio agio, liberi, e soprattutto a proprio agio in ogni situazione. Vediamo alcune delle più belle e note frasi sulla casa che DiLei ha scelto per te.

Frasi sul sentirsi a casa

Sentirsi a casa significa stare bene, sentirsi protetti e sicuri, lontani dai pericoli. Casa è quel luogo in cui possiamo rilassarci dopo una lunga giornata di lavoro, ma anche quello in cui ci piace sentire il calore e l’amore della nostra famiglia e dove è bello organizzare cene e serate in compagnia dei migliori amici di sempre, con una bella tavola imbandita, uniti dall’affetto reciproco e dall’amore per il cibo e il buon vino. Vediamo le frasi sul sentirsi a casa che DiLei ha selezionato tra le più belle citazioni degli autori di fama:

  • Dove amiamo è casa. I nostri piedi possono lasciarla, ma non i nostri cuori. (Oliver Wendell Holmes)
  • Un’abitazione è fatta di muri e travi; una casa è fatta di sogni e amore. (Ralph Waldo Emerson)
  • Casa è dove amiamo, casa è ciò che i nostri piedi possono lasciare, ma non i nostri cuori. (Oliver Wendell Holmes)
  • Una casa non è un semplice rifugio temporaneo: la sua essenza risiede nelle personalità di coloro che la abitano. (Henry Louis Mencken)
  • Un uomo percorre il mondo intero in cerca di ciò che gli serve e torna a casa per trovarlo. (George Moore)
  • “Casa” è la parola più bella che ci sia. (Laura Ingalls Wilder)
  • Sebbene si possa girare tra piaceri e palazzi, sii sempre umile, non c’è posto come casa propria. (John Howard Payne)
  • Se vuoi cambiare il mondo, vai a casa e ama la tua famiglia. (Madre Teresa di Calcutta)
  • Chi vuole star bene, non deve uscire da casa propria. (George Herbert di Cherbury)
  • La casa dovrebbe essere lo scrigno del tesoro del vivere. (Le Corbusier)
  • Dove tu sei, quella è casa. (Emily Dickinson)
  • L’inverno è la stagione della comodità, del buon cibo e del calore, del tocco di una mano amica e delle chiacchiere accanto al fuoco: è il momento della casa. (Edith Sitwell)
  • Così come ogni uomo normale desidera una donna, e figli nati da donna, ogni uomo normale desidera una casa di proprietà per abitare con loro. Non vuole solo un tetto sopra di lui e una sedia sotto di lui; vuole un regno oggettivamente visibile, un fuoco su cui cuocere il cibo che gli piace, una porta da aprire agli amici che si sceglie. (Gilbert Keith Chesterton)
  • La casa è dove il cuore può ridere senza timidezza. (Vernon Baker)
  • Nessun posto è bello come casa mia. (Noel Langley)
  • La casa è dove si trova il cuore. (Plinio il Vecchio)

Frasi sul tornare a casa, sulla bellezza del ritorno

Che sia una villa enorme in campagna o un piccolo appartamento in città, la casa è il luogo in cui viviamo e stiamo bene, quello in cui ci sentiamo amati, liberi e sereni. È il nostro rifugio, che adoriamo, in cui torniamo alla fine di ogni giornata di lavoro, ma anche al termine di qualsiasi viaggio.

Sia per chi si allontana dalla propria casa per un breve viaggio di piacere o business, sia per chi parte per mesi lontani dalla sua dimora, il ritorno a casa è sempre un momento prezioso, ineguagliabile. Aprire la porta e sentire il calore delle mura domestiche, quell’odore e quell’atmosfera unica, fa venire alla mente un’infinità di ricordi.

Per ognuno di noi la casa è il proprio nido; c’è chi fugge, per sempre o per un periodo di tempo, e chi decidere di rientrare. Il ritorno a casa è sempre speciale, un istante unico, profondo, emozionante. DiLei ha scelto degli aforismi e delle citazioni famose sulla bellezza di tornare a casa:

  • Si va via per tornare. (Dacia Maraini)
  • Gli uomini sognano più il ritorno che la partenza. (Paulo Coelho)
  • Partire è un istinto primordiale, tornare è un istinto sociale. (Alessandro Bruno)
  • Quando finalmente torni alla tua vecchia casa, scopri che non era la vecchia casa che ti mancava, ma la tua infanzia. (Sam Ewing)
  • Nella mente, nel cuore, ero sempre a casa. Ho sempre immaginato, davvero, di tornare a casa. (Miriam Makeba)
  • Non c’è niente di così piacevole come tornare a casa. (Margaret Elizabeth Sangster)
  • Dovremmo tornare a casa da avventure, pericoli e scoperte ogni giorno con una nuova esperienza e carattere. (Henry David Thoreau)
  • Entrare nel luogo della consapevolezza dell’anima è tornare a casa. (Ram Dass)
  • Era molto, molto entusiasta all’idea di tornare a casa e stare con sua moglie e il bambino. (Judy Taylor)
  • È bello essere a casa, è bello tornare a far parte della comunità. (Brian Jordan)
  • Amo tornare a casa e stare con la famiglia e sentirmi a mio agio e sapere da dove vengo; mi piace. (Michele Angarano)
  • La cosa più bella di un viaggio è il ritorno a casa. Apri la porta e senti quell’odore misto di mobili, libri e persone che ami, che è una fragranza unica. Il profumo di casa tua. (Fausto Brizzi)
  • Non tornare a casa è già come morire. (E. Catherine Tobler)
  • Uno dei più antichi bisogni umani è avere qualcuno che si chieda dove sei quando non torni a casa la sera. (Margaret Mead)
  • Forse questa è la parte migliore dell’andare via per una vacanza: tornare a casa. (Madeleine L’Engle)
  • Viaggio metà dell’anno in giro per il mondo; ogni anno, quindi, tornare a casa è una delle cose più belle. (Andre Rieu)
  • Non c’è felicità più grande per un uomo che avvicinarsi a una porta alla fine di una giornata sapendo che qualcuno dall’altra parte di quella porta sta aspettando il suono dei suoi passi. (Ronald Reagan)
  • È strano tornare a casa… è tutto uguale… gli stessi odori… le stesse sensazioni… le stesse cose… ti rendi conto che l’unico a essere cambiato sei tu. (Dal film “Benjamin Button”)
  • È una cosa divertente tornare a casa. Niente cambia, tutto sembra lo stesso, anche gli odori. Realizzi che ciò che è cambiato sei tu. (F. Scott Fitzgerald)
  • Nessuno realizza quanto è bello viaggiare fino a quando torna a casa e riposa la sua testa nel suo vecchio, familiare cuscino. (Lin Yutang)
  • Avendo viaggiato inizialmente per scappare, alla fine viaggiamo per tornare a casa. (Mary-Lou Weisman)
  • – Come farò a ritrovare la via di casa? Non fare lo stupido William, metti un piede dietro l’altro. (Dal film “Il destino di un cavaliere”)

Frasi sulla casa e la famiglia

Sono tanti i significati che stanno attorno al concetto di casa: non è solo quello spazio tra le mura, in cui vivere, mangiare e dormire ogni sera. È quel posto in cui siamo sicuri, dove affondiamo le nostre radici. Una casa è un’oasi di pace per ognuno di noi, il luogo in cui abbiamo i più bei ricordi insieme alla nostra famiglia e agli amici. E a questo proposito, abbiamo scelto una serie di frasi e aforismi che raccontano la bellezza della casa e della famiglia:

  • È impossibile vincere le grandi scommesse della vita senza correre dei rischi, e le più grandi scommesse sono quelle relative alla casa e alla famiglia. (Teddy Roosevelt)
  • Esci da casa per cercare la tua fortuna e quando la prendi, vai a casa e condividila con la tua famiglia. (Anita Baker)
  • Senza una famiglia, l’uomo, da solo al mondo, trema per il freddo. (Andre Maurois)
  • È più felice, che sia il re o il contadino, colui che trova pace nella sua casa. (Johann Wolfgang von Goethe)
  • Andare a casa e passare del tempo con la tua famiglia e i tuoi veri amici ti tiene con i piedi per terra. (Jennifer Ellison)
  • La mia famiglia è la mia vita, e tutto il resto arriva secondo quanto è importante per me. (Michael Imperioli)
  • Essere felici in casa è il risultato ultimo di ogni ambizione, il fine a cui tende ogni impresa e lavoro, e di cui ogni desiderio spinge a perseguire. (Samuel Johnson)
  • Quando arriva il problema, è la tua famiglia che ti sostiene. (Guy Lafleur)
  • Vedere la famiglia è una parte molto importante del mio weekend. (Susannah York)
  • Amo cucinare, e amo avere tutta la mia famiglia intorno al tavolo a cena. (Julia Roberts)
  • Il legame che collega la tua vera famiglia non è un legame di sangue, ma di rispetto e gioia nella vita di ciascuno degli altri. (Richard Bach)
  • Chiunque a un certo punto della vita mette su casa. La parte difficile è costruire una casa del cuore. Un posto non soltanto per dormire, ma anche per sognare. (Sergio Bambaren)
  • L’amore comincia a casa: prima viene la famiglia, poi il tuo paese o la tua città. (Madre Teresa di Calcutta)
  • Una casa, due esseri, una sola anima: ecco la felicità. (Proverbio curdo)
  • Tutti hanno bisogno di una casa in cui vivere, ma una famiglia solidale è ciò che costruisce una casa. (Anthony Liccione)
  • Una casa non è una questione di mattoni, ma di amore. Anche uno scantinato può essere meraviglioso. (Christian Bobin)
  • Questa è la vera natura della casa: il luogo della pace; il rifugio non soltanto da ogni torto, ma anche da ogni paura, dubbio e discordia. (John Ruskin)
  • La famiglia è la cosa più importante al mondo. (Principessa Diana)
  • La casa non è dove vivi, ma dove ti capiscono. (Christian Morgenstern)
  • Posso renderti felice, – disse lui… – E a casa vicino al fuoco, ogni volta che alzerai lo sguardo io sarò lì; e ogni qualvolta che alzerò lo sguardo, tu sarai lì. (T.Hardy)

Poesie sulla casa

Oltre alle citazioni e agli aforismi sulla casa che abbiamo letto sinora, così significativi e profondi, ci sono anche tantissime poesie dedicate alla casa. Versi emozionanti che descrivono il rapporto tra l’uomo e la sua casa, l’amore per la propria libertà e la protezione che si sente una volta varcato l’uscio:

  • Casa, dolce casa!
    Tra piaceri e palazzi
    per quanto si possa vagare
    non c’è un posto che possa valere
    la nostra sia pur umile casa.
    Là un incanto dal cielo
    sembra consacrare ogni cosa
    e, per quanto si cerchi,
    in nessun’altra parte si trova.
    Un esule lo splendore
    invano abbaglia:
    Oh, dammi la mia umile casetta
    dal tetto di paglia!
    Gli uccelli cantando allegramente
    venivano al mio richiamo:
    ..Dammi queste cose
    è la serenità dello spirito,
    piu cara d’ogni altra!
    Casa, dolce casa!
    Non c’è altro posto
    come la nostra casa! (Casa, dolce casa – John Howard Payne)
  • Le case possono parlare
    se qualcuno ha tempo e voglia
    di starle ad ascoltare.
    Naturalmente
    bisogna fare
    la domanda giusta.
    Allora aprono il rubinetto.
    Si lamentano perché
    stanno troppo allo stretto.
    Aria, aria, qua si soffoca.
    Una è troppo alta,
    le gira la testa:
    tiratemi giù,
    vorrei avere la testa sottoterra.
    C’è una casa impazzita
    all’angolo della piazza.
    Voleva bene a un gatto,
    è morto sotto un’auto.
    Di notte si lamenta
    da tutte le finestre chiuse.
    Case nuove, vispe,
    ottimiste:
    hanno deciso che faranno
    un grande viaggio.
    Poverette, se sapessero
    che non andranno nemmeno
    in campagna la domenica…
    La gente non porta più
    a spasso la sua casa.
    Una volta lo faceva?
    Boh!
    Una casa non morde,
    non c’è nemmeno bisogno
    della museruola e del guinzaglio.
    Portarla a prendere aria,
    sui laghi. (Le case parlanti – Gianni Rodari)
  • La mia casa, le pareti la cui legna fresca,
    tagliata da poco ancora profuma: sgangherata
    casa di frontiera, che scricchiolava
    a ogni passo, e fischiava con il vento bellicoso
    della stagione australe, diventando elemento
    della bufera, uccello sconosciuto
    sotto le cui piume gelate crebbe il mio canto.
    Vidi ombre, volti che come piante
    crebbero intorno alle mie radici, parenti
    che cantavano canzoni all’ombra di un albero
    e sparavano tra i cavalli sudati,
    donne nascoste nell’ombra
    che proiettavano le torri maschili,
    galoppi che sferzavano la luce,
    rarefatte
    notti di collera, cani che latravano.
    Mio padre nell’alba scura
    della terra, verso quali perduti arcipelaghi
    fuggì sui suoi treni ululanti?
    In seguito amai l’odore del carbone nel fumo
    gli olii, gli assi di gelida precisione,
    e il treno grave che attraversava l’inverno steso
    sulla terra come un bruco orgoglioso.
    All’improvviso sussultarono le porte.
    È mio padre.
    Lo circondano i centurioni della strada:
    ferrovieri avvolti nei loro mantelli bagnati,
    e con loro il vapore e la pioggia rivestirono
    la casa, il tinello si riempì di racconti
    rochi, i bicchieri si vuotarono,
    e fino a me, da quegli esseri in cui vivevano
    i dolori, come in una separata barriera,
    giunsero le angosce, le accigliate
    cicatrici, gli uomini senza denaro,
    l’artiglio minerale della miseria. (La casa – Pablo Neruda)
  • L’uomo solo ascolta la voce calma
    con lo sguardo socchiuso, quasi un respiro
    gli alitasse sul volto, un respiro amico
    che risale, incredibile, dal tempo andato.
    L’uomo solo ascolta la voce antica
    che i suoi padri, nei tempi, hanno udito, chiara
    e raccolta, una voce che come il verde
    degli stagni e dei colli incupisce a sera.
    L’uomo solo conosce una voce d’ombra,
    carezzante, che sgorga nei toni calmi
    di una polla segreta: la beve intento,
    occhi chiusi, e non pare che l’abbia accanto.
    È la voce che un giorno ha fermato il padre
    di suo padre, e ciascuno del sangue morto.
    Una voce di donna che suona segreta
    sulla soglia di casa, al cadere del buio. (La casa – Cesare Pavese)
  • Casa arrivederci!
    Non posso
    dirti
    quando
    torneremo
    domani oppure no,
    tardi o molto più tardi.
    Un altro viaggio,
    ma questa volta
    voglio dirti
    quanto amiamo
    il tuo cuore di pietra:
    quanto
    sei generosa
    con il tuo fuoco
    acceso,
    là in cucina
    e il tuo tetto
    su cui cade
    sgranata
    la pioggia
    come se scivolasse
    la musica dal cielo!
    Adesso chiudiamo
    le tue finestre
    e un’oppressiva
    notte prematura
    lasciamo insediata
    nelle stanze.
    Tutta buia
    tu continui a vivere,
    mentre
    il tempo ti percorre
    e l’umido guasta piano la tua anima.
    Talvolta
    un topo rosicchia,
    s’alza dalle carte
    un fruscio
    soffocato,
    un insetto
    smarrito
    sbatte
    cieco contro i muri,
    e quando
    piove nella solitudine
    forse
    una goccia
    risuona
    con voce umana
    come se vi fosse
    qualcuno che piange.
    Solo l’ombra
    conosce
    i segreti
    delle case sbarrate,
    solo
    il vento respinto
    o sul tetto la luna che fiorisce.
    E ora,
    arrivederci, finestra,
    porta, fuoco,
    acqua che bolle, muro!
    A presto, a presto
    cucina
    a quando
    ritorneremo
    e l’orologio
    sopra la porta
    un’altra volta ricomincerà a pulsare
    con il suo vecchio
    cuore e con le sue due
    frecce inutili
    conficcate
    nel tempo. (Ode alla casa abbandonata – Pablo Neruda)

Frasi per festeggiare una casa nuova

Almeno una volta nella vita ti sarà capitato, o ti capiterà, di cambiare casa, di trasferirti. Un momento felice, un nuovo inizio: da soli o con la propria famiglia, il trasloco è sicuramente un momento molto faticoso, ma anche significativo. Una nuova casa indica nuova vita, e allora vediamo di seguito alcune delle più belle frasi per fare gli auguri a chi cambia casa, per festeggiare l’inizio di un nuovo percorso:

  • “Casa” è dove puoi ballare con qualcuno, e la danza è vita. (Stephen King)
  • Che lusso avere una casa, potersi rinchiudere in casa, con frigo pieno, telefono a portata di mano, televisione, radio, impianto stereo, libri, computer veloce, sauna, creme di bellezze, pozioni, erbe, pillole, delle piante per ricordarci che viviamo, dei quadri per lo sguardo, un gatto per la dolcezza… (Abla Farhoud)
  • La casa? È castello e isola, torre e caverna, miracolo e quotidianità, ordine e calore, e la voce delle cose che ci aspettano ogni giorno al nostro rientro. (Fabrizio Caramagna)
  • Casa mia, casa mia, per piccina che tu sia, tu mi sembri una badia. (Proverbio)
  • Mi sembrava davvero che quella casa ci stesse aspettando. Perché anche le case aspettano i loro inquilini, sopravvivono anni lontano da noi e poi aprono le loro braccia di porte e di persiane a una giovane coppia, a due scemi che tremano di felicità. (Margaret Mazzantini)
  • La casa non è da dove vieni, è dove trovi la luce quando tutto diventa buio. (Pierce Brown)
  • Lontano da casa un uomo è stimato per come appare, in casa è stimato per ciò che è. (Proverbio Cinese)
  • La mia casa è piccola ma le sue finestre si aprono su un mondo infinito. (Confucio)