Fai da te: come fare un mobile shabby chic

Avete dei mobili vecchi e privi di valore? Non buttateli e ridate loro vita con il shabby chic: ecco come fare

Nato in Gran Bretagna, il shabby chic negli ultimi anni si sta diffondendo a macchia d’olio in tutta Europa (e non solo). Si tratta di uno stile che mira all’ammodernamento di antichi complementi d’arredo, ormai rovinati dal tempo. Avere un mobile in questo stile non è difficile, basta, infatti, eseguire dei semplici passaggi.

Innanzitutto bisogna scegliere un mobile sul quale operare, che può essere una cassettiera, un armadio o un tavolino. E’ importante, in questa fase, preferire quelli più rovinati, con fregi e intarsi a quelli molto lavorati. Anche se possono sembrare vecchi e privi di valore, al termine del lavoro acquisteranno nuovamente fascino e daranno un tocco di originalità alla vostra casa. Dopo aver pulito con un panno asciutto la superficie del mobile e dopo aver smontato eventuali maniglie, iniziate a scartavetrarla, fino a quando questa non sarà opaca e ruvida. Prestate molta attenzione a questo passaggio specialmente se il legno è laccato: dovete rimuovere tutto il lucido, facendo riemergere il legno vivo.

Dopo aver pulito il mobile dalla polvere creatasi, con un pennello largo e della vernice bianca, procedete pitturandolo, prestando maggiore attenzione agli spigoli e alle parti con degli intarsi. Per quanto riguarda il colore della vernice, optate per un bianco che non sia puro in quanto l’effetto finale mira a far sembrare il mobile quasi sporco; scegliete, pertanto, un bianco che tenda più al giallino o al grigio. Una volta che la vernice si è asciugata, rimuovetela in modo casuale con un oggetto appuntito (ad esempio un chiodo). Per rendere l’effetto ancora più naturale, effettuate altri graffi qua e là meno in profondità.

Fatto ciò, per rendere ancora più vintage il mobile, è possibile spalmare negli angoli, negli spigoli e in prossimità dei graffi più profondi, del grasso lucido per le scarpe. Questo, essendo più scuro del colore della vernice, ma più chiaro di quello del legno, creerà una sfumatura che servirà a collegare le due tonalità. Con un pezzo di carta, poi, andate a rimuovere il grasso in eccesso, facendo ovviamente attenzione a non rimuoverlo del tutto. Riattaccate, infine, le maniglie e il vostro mobile shabby chic è pronto. Non vi resta che posizionarlo in casa e abbinarlo con dei piccoli accessori di design come gabbiette, candele, cuoricini e tessuti.

Immagini: Depositphotos

Fai da te: come fare un mobile shabby chic