Shabby chic: significato e caratteristiche

Atmosfera antica, romantica e rilassante: è la casa shabby chic. Ma in cosa consiste questo stile sempre di grande tendenza?

Il termine shabby chic ricorre spesso sulle pagine delle riviste di arredamento, nei programmi televisivi che trattano di moda e di tendenze, e nei discorsi dei più esperti di design.
Già, sono in molti a nominarlo, ma quanti sanno che cosa significa esattamente?

Letteralmente, il termine shabby chic significa “trasandato elegante”, e si riferisce a uno stile apparentemente trascurato, che in realtà è frutto di studio e cura dei dettagli. Un elemento da non sottovalutare sono i colori: lo stile shabby chic richiede colori chiari, soprattutto il bianco in tutte le sue gradazioni, e colori pastello molto tenui. Le tonalità protagoniste sono l’avorio, il grigio chiaro, il bianco e il beige, con qualche tocco di rosa e di viola lavanda.
I materiali dominanti sono il legno per la struttura dei mobili, e il lino per le tende e i rivestimenti. Per un perfetto stile shabby chic i mobili non devono mai essere perfettamente verniciati: lo stile shabby chic, infatti, prevede che i tavoli, le sedie, le cassettiere e gli armadi sembrino appena ripescati dalla soffitta della nonna. Questo non significa che debbano essere per forza vecchi: l’importante è che lo sembrino.

I colori chiari devono dominare anche su tessuti e rivestimenti: carte da parati a fiori o che riprendono le sfumature del legno decapato, romantiche lenzuola con dettagli in pizzo o a fiorellini, tende in morbido lino e, naturalmente, pizzi e merletti nei punti giusti contribuiscono a formare quell’atmosfera un po’ vintage tipica dello shabby chic.
Anche i complementi d’arredo sono importanti: cuscini, mensole e soprammobili devono sempre avere un tocco un po’ country. Si possono acquistare vari oggetti in legno decapato e ferro battuto, oppure li si può costruire da sè. Lo stile shabby chic è fatto proprio di cose come queste: una cornice di conchiglie, un portagioie in legno, un porta candele in vetro, delle gabbiette per uccellini da usare come soprammobili…

Shabby chic è anche e soprattutto una filosofia: quella del recupero. Così, una vecchia brocca in metallo può diventare un vaso da fiori, un vecchio armadio, dopo essere stato ridipinto e modificato, può finire in cucina…
L’atmosfera che si respira in una casa shabby chic è romantica e rilassante. Pizzi e merletti non possono mancare, così come qualche mazzo di fiori dalla tonalità delicata, come camelie, rose e lavanda. Qualche candela qua e là completa l’opera.

Immagini: Depositphotos

Shabby chic: significato e caratteristiche