Come invitare ospiti a casa propria

Ai giorni nostri, cartoncini o inviti scritti sono riservati unicamente alle grandi occasioni o ai ricevimenti mondani.
Più in generale, avviseremo gli amici di persona o per telefono. L‘e-mail può essere usata solo se siamo sicure che la persona alla quale la inviamo controlla regolarmente la sua casella di posta: può essere utile la funzione "richiesta conferma lettura" per assicurarsi che il messaggio sia stato aperto.
Nota Bene: l’sms non è adatto per inoltrare un invito. Riservatelo alla vostra migliore amica: "C6 x 1 kfè da me?", o ad un adulterio discreto: "Mario ad un convegno. Passa stasera".

Se volete dare un "tocco d’eleganza" in occasione di un evento un po’ particolare (inaugurazione della nuova casa, addio al nubilato, presentazione del nuovo fidanzato peruviano ai vostri amici), inviate un biglietto. Vi ricordate quanto vi piaceva disegnare graziosi inviti per le feste di compleanno? Fate lo stesso! Non limitatevi a orsacchiotti e palloncini, ma ricordate di scrivere la data e l’ora della vostra "festicciola", il luogo (con annessa mappa e nome sul campanello se necessario). Mostrerete così l’importanza che ha per voi tale invito.

La riuscita di una serata richiede molteplici ingredienti, tra i quali la lista degli invitati. Siete certe, per esempio, di andare sul sicuro invitando quel mattacchione di Filippo e Francesca, molto estroversa. Così come siete certe di fare un buco nell’acqua facendo incontrare Paolo e Gianluca, l’uno tradito dall’ex fidanzata attualmente nuova compagna dell’altro.
Se pescate nella vostra cerchia d’amici più cari, avrete tutte le probabilità di trovare degli argomenti di conversazione interessanti e di passare una serata rilassante piena di sincere risate.
State comunque attente a non creare suscettibilità e cercate di essere eque negli inviti: se tra i vostri amici più cari ci sono molte coppie, cercate di invitarle tutte a turno per non fare distinzioni e per non far nascere gelosie.
Dovete invitare persone che conoscete a malapena? Mescolatele ad amici capaci di creare una buona atmosfera. Vi aiuteranno ad alimentare la conversazione nei momenti d’imbarazzante silenzio.
In compenso, non mettetevi a parlare di vecchi ricordi comuni lanciandovi sguardi d’intesa: gli altri invitati potrebbero sentirsi esclusi e non apprezzare affatto la fase "nostalgia".
Attenzione!!
Oggigiorno, le cene in abito da sera non sono più pane quotidiano: riservati solo alle grandi occasioni o a determinati luoghi, lo smoking e l’abito in taffetà non si vedono quasi più negli armadi. Il codice dell’abbigliamento è quindi un’informazione che lasceremo da parte. Ci si veste come si vuole! Tuttavia, se invitate persone che non conoscete molto bene, precisate il tipo di serata che avete organizzato:
"È una cenetta semplice e informale".

Tratto da: Olivia Toia, "Le nuove regole del galateo", Morellini Editore

Fonte:

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come invitare ospiti a casa propria