Piante galleggianti: quali scegliere per la propria casa

Le piante galleggianti vengono apprezzate da chi desidera conferire un tocco unico alla propria casa e al proprio giardino: ecco quali scegliere e come curarle

Chi possiede un giardino con uno stagno o un laghetto può regalare alla propria casa un tocco unico e indimenticabile grazie alle incantevoli piante galleggianti. Tra le piante acquatiche quelle galleggianti sono senza dubbio le più particolari perché presentano radici fluttuanti, ossia non ancorate al fondo, mentre le foglie e i fiori emergono dalla superficie dell’acqua, lasciandosi ammirare in tutto il loro splendore. Oltre a costituire un riparo per piccoli pesci, queste piante ombreggiano la superficie acquatica, riducendo la quantità di luce ed evitando così la proliferazione di alghe che potrebbero rivelarsi nocive. Inoltre consumano i nitrati e le sostanze minerali in eccesso, tanto da diventare delle depuratrici naturali dello specchio d’acqua. Queste piante hanno tantissimi benefici, ma devono essere curate con rispetto: ecco quali scegliere per il proprio giardino.

La Eichornia crassipes, conosciuta anche come “giacinto d’acqua”, è un tipo di pianta che predilige il pieno sole e regala splendidi fiori azzurri. Cresce molto rapidamente, ombreggia bene e contribuisce a limitare la proliferazione delle alghe: le sue radici inoltre sono il riparo ideale per i pesci rossi. Questa pianta deve essere posta al riparo durante la stagione fredda, perché non sopporta bene le basse temperature. Un’altra pianta da tenere in considerazione è il Phyllantus fluitans che è molto robusta e si moltiplica rapidamente quando è posizionata in un luogo luminoso. Le sue lunghe radici costituiscono il substrato ideale per la deposizione delle uova delle carpe koi e dei classici pesci da laghetto.

Anche la Trapa Natans predilige acque ricche di nutrienti e il pieno sole, anche se può crescere in diverse condizioni. Oltre ad ombreggiare e depurare le acque del laghetto, è un ottimo rimedio contro la proliferazione delle alghe: viene conosciuta come ‘castagna d’acqua’. Infine non si può dimenticare la Azolla carolinana che è una specie di felce galleggiante, molto appariscente. Si moltiplica velocemente in pieno sole e sopravvive anche in caso di gelate, svolgendo una buona funzione anti-alghe. Ognuna di queste piante è perfetta per conferire un tocco unico al proprio giardino: l’importante è curarle in ogni stagione, rispettando le loro necessità.

 

Piante galleggianti: quali scegliere per la propria casa