Cura corpo e mente con queste 5 piante sciamaniche

Le piante sciamaniche hanno delle alte proprietà nutritive, contengono elementi utili all'organismo umano e vengono utilizzare in medicina tradizionale

Le piante sciamaniche vengono utilizzate dai tempi remoti, quando la medicina ufficiale non esisteva ancora e si credeva che il tutto avvenisse a causa degli dei. I vegetali che aiutavano a guarire gli esponenti delle popolazioni tribaliche dell’Africa e del Sud America venivano considerati sacri, giacché riportavano la persona all’equilibrio fisico e mentale. Utilizzando le piante, gli sciamani ringraziavano la natura per aver fornito loro uno strumento medico così potente ed efficace. Di seguito verranno elencate 5 piante sciamaniche comuni anche in Italia.

La prima di esse è il mirtillo. Si tratta di una pianta molto ricca di vitamina C e dotata di alcune bacche bluastre. Viene ampiamente utilizzata come antiossidante. Altresì ha delle facoltà antidiarroiche. I medici consigliano di mangiare il mirtillo alle persone con la pressione alta, oppure con un alto livello di colesterolo. Il succo delle bacche di mirtillo potrebbe subire un processo di lavorazione e venire utilizzato per combattere le infezioni delle vie urinarie. Inoltre, per via di alcuni composti chimici contenuti nel succo, si tratta di un cibo antitumorale.

La seconda delle piante sciamaniche è la piantaggine. Si pensa che quest’ultima sia in grado di favorire l’energia positiva, calmare lo stress, combattere l’emicrania e viene utilizzata per riequilibrare la mente e il corpo. Diventa utile nei casi dell’influenza, e può agire persino emanando delle sostanze chimiche antiinfiammatorie. La terza pianta sciamanica è la menta romana, conosciuta anche come erba di San Pietro. Essa emana un piacevole profumo e se utilizzata può calmare i disturbi dell’apparato grastrointestinale. È consigliato di farne uso la mattina per raggiungere uno stato mentale equilibrato e concentrato.

La quarta delle piante sciamaniche è la valeriana. Utilizzata con grande successo anche dai medici tradizionali nostrani, essa ha delle funzioni calmanti. Riequilibra la psiche, toglie l’ansia, l’angoscia, normalizza la pressione sanguigna. Infine, l’ultima delle piante sciamaniche che si trova anche sulla penisola italiana è l’iperico. Questa pianta è conosciuta anche come l’erba di San Giovanni ed è utilizzata in Europa da diversi secoli per curare le ustioni, evitare le infezioni batteriche sulle ferite e trattate alcune dermatiti. Un infuso dell’iperico stimola il sistema immunitario e svolge un’azione battericida.

Cura corpo e mente con queste 5 piante sciamaniche