Dieta, le migliori della settimana dal 22 al 28 agosto

I metodi più efficaci per ridurre la ritenzione idrica ed essere più costanti con l'alimentazione dopo l'estate

Con la fine dell’estate si tende quasi sempre a rimettersi in forma, o quantomeno a provarci attraverso un certo tipo di alimentazione adeguata dopo mesi in cui ci siamo concessi più del previsto. Perché, si sa, nel periodo estivo spesso arriva una cena improvvisa a rovinare i piani della dieta, così come può farlo un cocktail consumato in spiaggia e in compagnia. Tutto normale, l’importante è saper ritrovare il giusto equilibrio in vista della nuova stagione.

Come rimettersi in forma dopo gli eccessi

L’estate non è ancora finita, ma la fine di agosto porta con sé nuovi propositi per la stagione successiva, soprattutto per chi è consapevole di aver vissuto mesi sregolati. C’è chi ha mangiato di più, chi ha bevuto un bicchiere di vino o birra in più in compagnia, e adesso li accomuna la voglia di tornare a seguire un regime alimentare di un certo tipo.

Niente è per sempre, e con impegno e costanza è possibile riprendere da dove si era rimasti. Esistono, però, persone che prima ad ora non avevano mai fatto attenzione alla propria alimentazione e al proprio stile di vita in generale e adesso, con settembre all’orizzonte, potrebbero voler cambiare registro.

Ciò che preoccupa molte persone, soprattutto le donne, è la ritenzione idrica. L’eccesso di liquidi nell’organismo può provocare gonfiori e, spesso, dolori e aumento del peso. Consumare alcol può essere una delle cause di questo problema, ma niente paura! A tutto c’è un rimedio e, anche in questo caso, è importantissimo evitare gli eccessi di ogni tipo e seguire un’alimentazione e un programma di allenamento perfetti per ognuno.

In caso di ritenzione idrica è bene bere molta acqua perché, al contrario di ciò che si dice, l’acqua aiuta ad eliminare il problema così come molta frutta: ananas, melone, anguria, pesca, albicocca, sono solo alcuni degli alimenti da dover prendere in considerazione.

La dieta ideale per tutte le età

Non c’è niente di più sbagliato dell’avere a che fare con un’alimentazione non completa; è molto importante consumare il più possibile una grande varietà di alimenti. La frutta è sempre una buona idea per uno spuntino, così come lo sono le verdure per un contorno sano e gustoso. Secondo gli studi, però, sono tante le persone ad essere malnutrite per una questione di scelte che si fanno a tavola, soprattutto dopo una certa età.

Consumare alimenti sbagliati, infatti, senza introdurre nell’organismo ciò di cui ognuno di noi ha bisogno, può essere anche pericoloso. Il professor Giuseppe Paolisso ha spiegato: “Agli anziani mancano circa 300 calorie al giorno, in gran parte derivanti da proteine nobili come pesce o carne, troppo cari per essere acquistati dai pensionati”. Si tratta, quindi, anche di una scelta economica.

La dieta ideale, che riguarda tutti e non solo gli over 65, rispecchia quella mediterranea. Gli alimenti di origine vegetale, i cereali e derivati e l’olio d’oliva sono la base di questa dieta, ma non sono gli unici da dover introdurre per poter stare in forma. C’è bisogno, infatti, di aggiungere la giusta quantità di prodotti animali come carni, latte e derivati, uova e pesce, accompagnati da verdure, affinché si ottenga una dieta equilibrata.

Pollo e riso contro la fame

Sarà capitato a tutti, almeno una volta, di voler dimagrire e non riuscire a seguire un’alimentazione fatta di verdure lesse e cose soprattutto leggere. Per questo molte persone cercano di ricorrere ad un’accoppiata storica e, per molti, vincente: il riso in bianco e il pollo.

Buoni, dietetici e in grado di saziare la persona in questione che andrà a patire meno la fame. Il riso, rigorosamente in bianco (meglio se basmati), accompagnato dal pollo alla griglia o cotto in altri svariati modi. Ma è davvero giusto ricorrere a questo per perdere peso? La risposta è no. O meglio, si può seguire questo tipo di alimentazione per cercare di aiutarsi con una spinta iniziale, ma non può durare per sempre e nemmeno per troppo tempo.

Tutto ciò che bisognerebbe fare è portare a tavola il giusto equilibrio senza ritrovarsi a dover fare i conti con delle carenze che potrebbero compromettere la nostra salute.