Dieta col chitosano: bruci i grassi e dimagrisci subito

Il chitosano è un integratore alimentare utile per chi è a dieta: scopriamo come sfruttarlo per dimagrire

Il chitosano è una sostanza che consente di bruciare i grassi e perdere peso, dimagrando qualche chilo senza seguire una dieta troppo restrittiva.

Si tratta di un polisaccaride lineare che si può assumere come integratore alimentare durante il periodo della dieta. Questa molecola non viene assorbita direttamente dal nostro intestino e cattura i grassi, aiutandoci a smaltirli tramite le feci ed evitando che vengano assorbiti. Non solo: il chitosano aiuta anche a prevenire le patologie cardiovascolari, limitando la concentrazione di trigliceridi e colesterolo nel sangue.

Il chitosano è al centro di numerosi test clinici e studi scientifici che hanno dimostrato la capacità di questa sostanza di legare le molecole di grasso. Nonostante ciò da sempre questo integratore alimentare è al centro di accese polemiche e oggetto di opinioni contrastanti. In tanti sono convinti che si tratti di un ottimo aiuto durante la dieta per perdere peso, in altri sono convinti che la sua azione non sia fondamentale per aiutare a dimagrire.

Come sempre prima di iniziare ad assumere il chitosano è importante rivolgersi ad uno specialista per ricevere tutte le informazioni e capire se si tratta del giusto integratore alimentare per tornare in forma. Solitamente può essere utile se si devono perdere pochi chili – al massimo 2-3 – e la sua assunzione va accompagnata sempre ad una dieta equilibrata e sana.

Se inserito in uno schema alimentare ipocalorico infatti, il chitosano può aiutare a raggiungere ottimi risultati. Come si assume? In commercio si trova questa molecola sotto forma di pasticche. Gli esperti consigliano di consumare sempre una dose di 1000-1200 mg prima di ogni pasto, accompagnata da un bicchiere d’acqua.

Il chitosano possiede anche qualche piccola controindicazione. Prima di tutto non è indicato per chi assume dei farmaci, poiché non viene assorbito e lega le altre molecole. A volte può causare problemi lievi, come vomito o nausea, mentre è sconsigliato per i soggetti allergici ai crostacei.

Dieta col chitosano: bruci i grassi e dimagrisci subito