Cristalloterapia: proprietà e uso dell’eliotropio

L’eliotropio è una pietra appartenente alla famiglia dei quarzi, di colore verde scuro con screziature rossastre, anche detta diaspro sanguigno.

L’eliotropio è una pietra conosciuta già anticamente e usata per aumentare l’energia fisica  e psichica, oltre che per calmare e rasserenare.

Oggi se ne sfruttano le virtù in cristalloterapia, una disciplina olistica, che si basa sul presupposto che pietre e minerali, attraverso scambi vibrazionali ed energetici, possano agire positivamente sul benessere e l’armonia dell’organismo in generale. Ogni pietra ha sue proprietà specifiche e per godere dei loro benefici, generalmente i minerali vengono applicati su determinati punti del corpo oppure vengono portati addosso a contatto con la pelle o ancora messi nell’ambiente in cui si vive. In realtà anche l’uso può cambiare a seconda del problema da trattare e della pietra utilizzata.

L’eliotropio contribuisce a rendere più lucidi nelle situazioni di stress, diminuendo l’ansia e il senso di smarrimento e caos. Per questo può essere utile nei periodi di cambiamento e quando ci si deve adattare a nuove situazioni. Agendo sul sistema nervoso, attenua l’aggressività e l’impazienza, a favore di una maggiore lucidità mentale.

A livello fisico stimola la disintossicazione e la depurazione dell’organismo. Agisce infatti sul sistema linfatico e rafforza le difese immunitarie. In particolare il suo effetto salutare lo si avverte a livello di cuore, fegato, reni e milza.

Per sfruttare i benefici dell’eliotropio è consigliato portarlo con sé, come un amuleto, a contatto con la pelle, sotto forma di ciondolo o pendente o semplicemente tenendolo in tasca o appoggiandolo qualche minuto sul corpo (meglio se all’altezza del secondo chakra). Messo nella federa del cuscino aiuta un sonno rigenerante. Può essere di aiuto anche tenuto con sé durante i momenti di meditazione.

Il metodo più semplice e pratico per pulire e ricaricare l’eliotropio dopo l’uso è quello di  immergerlo per qualche ora in acqua fredda salata. Quando si nota che diventa fragile e tende a rompersi è il momento di cambiarlo. Per l’acquisto è bene rivolgersi a rivenditori specializzati, seri e di fiducia, in modo che non si compri una pietra di bassa qualità.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cristalloterapia: proprietà e uso dell’eliotropio