Pedicure fai da te: come avere unghie e piedi perfetti, anche a casa

Piedi di fata? Sì, grazie! Con pochi semplici step è possibile fare una pedicure a casa, proprio come dall'estetista

Camilla Cantini Beauty blogger

Questo stare a casa prolungato mette alla prova le nostre abilità manuali, specie dal punto di vista estetico: chi prova a fare la ricrescita ai capelli da sola, chi si dedica alla manicure, chi si prende cura della pelle con una skincare routine completa ma… e i piedi?

Questo è un ottimo momento per prendersene cura, perché non sono costretti in scarpe da ginnastica, stivali e nemmeno tacchi ed hanno così tutto il tempo per riprendersi, in vista dell’estate, dei sandali e delle scarpe aperte. Pochi e semplici step per avere dei piedi curati, partendo dalla pedicure fino ad arrivare alla stesura dello smalto.

Il primo step è rimuovere il vecchio smalto

Se avete residui di smalto o di semipermanente, il primo passaggio da compiere è quello di ripulire l’unghia. Nel caso di uno smalto classico basterà del semplice solvente, mentre qualora abbiate il semipermanente, bisognerà fare prima un passaggio con la lima. Delicatamente, grattate la superficie del colore, in modo che il primo strato venga via, poi procedete con un batuffolo di cotone e del solvente, lasciatelo in posa qualche minuto e, se necessario, avvolgete le dita con della stagnola. Dopo 5-10 minuti togliete i batuffoli di cotone e delicatamente spingete, con un bastoncino di legno d’arancio, lo smalto residuo.

Fonte: 123rf

Per prendersi cura dei piedi si parte da un pediluvio rilassante

Una volta rimosso lo smalto è il momento del pediluvio, che ha molteplici effetti benefici. Oltre ad ammorbidire la pelle ed eventuali callosità, è un toccasana per i talloni screpolati ed aiuta anche a combattere funghi ed eventuali micosi dell’unghia. Ingrediente fondamentale, infatti è il bicarbonato, disinfettante e schiarente. In una bacinella mettete dell’acqua calda (ma non troppo o rischierete di scottarvi), qualche cucchiaio di bicarbonato o eventualmente del sale grosso da cucina. Entrambi gli ingredienti, poi, hanno un effetto drenante e sgonfiante, perfetti quindi anche dopo una giornata particolarmente stancante. Potete poi aggiungere oli essenziali per un’azione aromaterapica rilassante, come ad esempio camomilla, lavanda, timo o ancora menta, rosmarino, eucalipto o tea tree, dall’azione antibatterica e perfetti per lasciare la pelle morbida e profumata. Immergete i piedi e teneteli ammollo per 15-20 minuti o finché l’acqua non si sarà intiepidita.

Fonte: 123rf

Dopo aver ammorbidito la pelle, è il momento dello scrub

Così come per il corpo o per il viso, anche per i piedi lo scrub è un vero toccasana. Permette di ammorbidire e rendere lisce le parti più ruvide, secche e di eliminare lo strato superficiale di pelle morta. Strofinatelo in particolare sulla pianta del piede, concentrandovi sui talloni, i primi a risentire di un’eccessiva secchezza. Se volete uno scrub più leggero vi basterà non asciugare i piedi, ma passarlo sulla pelle bagnata, al contrario per effetto urto, potete massaggiare il prodotto a piedi asciutti. Una ricetta semplice e fai da te? Basterà prendere del sale grosso, dell’olio e del miele, creare un composto né troppo liquido né troppo secco e passarlo sulle zone interessate.

Per le callosità più dure, inoltre, è possibile utilizzare strumenti specifici o servirsi della pietra pomice, economica e davvero efficace. Ovviamente ogni membro della famiglia deve avere la sua, per mantenere una perfetta igiene. Nel caso però di calli e duroni difficili da debellare, ricordatevi di non tentare di rimuoverli da sole, ma affidatevi ad un esperto. Se soffrite di piedi particolarmente secchi o se la pelle è molto ruvida, esistono maschere per i piedi, da stendere e tenere in posa dopo aver effettuato lo scrub e il pediluvio e da risciacquare prima di procedere con altri step. Se invece volete una soluzione urto ancora più efficace, provate i calzini esfolianti, con all’interno attivi che accelerano il rinnovo cellulare, andando ad eliminare la pelle morta in circa due settimane… i piedi si spelleranno, ma niente paura, è un effetto normale!

Fonte: 123rf

Pronti per tagliare le unghie e stendere lo smalto

Asciugate accuratamente i piedi, insistendo anche tra le dita, in modo da togliere tutta l’umidità. Con l’aiuto di un tagliaunghie accorciate le unghie alla lunghezza desiderata e limatele per rifinire la forma. Tagliate solo la parte bianca, altrimenti rischierete di farvi male e di indolenzire le dita, specie indossando le scarpe. Se possibile, non tagliate le pellicine, altrimenti cresceranno di più, limitatevi a spingerle delicatamente con un bastoncino di arancio.

A questo punto passate alla stesura del vostro smalto preferito, ricordandovi prima di applicare una base protettiva, in modo che l’unghia non si macchi e non si ingiallisca. Passate due mani di colore, per un risultato pieno e poi un top coat, per rendere lo smalto brillante. Per evitare di sporcare le dita, servitevi di appositi distanziatori riutilizzabili, in modo che rimangano separate o, se non li avete, utilizzate dei pezzetti di cotone.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pedicure fai da te: come avere unghie e piedi perfetti, anche a casa