Acqua e bicarbonato per favorire la digestione

Acqua e bicarbonato per digerire sembrano essere un'accopiata vincente. Questi due elementi, se ingeriti insieme, possono donare all'organismo piacevoli effetti

Il bicarbonato è una sostanza piuttosto importante nel e necessario per favorire la corretta digestione. Quando ingerito, per esempio disciolto in dell’acqua minerale, aiuta a tamponare l’acido lattico generato durante l’esercizio fisico e riduce anche l’acidità dei componenti presenti nella dieta alimentare che siamo soliti seguire. Il bicarbonato ha poi un effetto di prevenzione sulla cavità dentale. Ma quali sono gli effetti positivi generati dal bicarbonato? L’effetto più importante generato dall’assunzione del bicarbonato è la variazione dell’equilibrio acido-base. E ‘stato studiato infatti che, in particolare nelle persone fisicamente attive, l’acido lattico generato durante l’esercizio viene ridotto e tamponato dal bicarbonato. In uno studio sullo sport è stato consigliato di ingerire preventivamente una dose di 0,3 grammi di bicarbonato per ogni chilogrammo di peso corporeo. Tale sostanza è poi ideale nella prevenzione dei calcoli renali. Il bicarbonato infatti riduce l’acidità generata dai componenti alimentari quali ad esempio le proteine. L’aggiunta di sodio o anche di bicarbonato ad una dieta ad alto contenuto di proteine ha dimostrato di ridurre notevolmente la presenza di possibili calcoli renali, una patologia piuttosto frequente e dolorosa. L’effetto è stato osservato prescrivendo una dose pari a 5,5 grammi di bicarbonato assunti una volta al giorno per due settimane consecutive.

Molte soluzioni utilizzate per l’ igene orale contengono bicarbonato. Questa sostanza ha infatti anche la capacità di controllare l’assorbimento dell’acqua in pazienti a rischio di disidratazione. È ormai accertato che il bicarbonato di sodio e sali di citrato e fosfato non aumentino la pressione sanguigna. Uno studio ha infatti dimostrato che bere acqua minerale contenente bicarbonato di sodio ha un effetto positivo sulla pressione arteriosa sopratutto nei soggetti anziani. Il bicarbonato ha dimostrato di diminuire la formazione dell’acidità dentale, della placca indotta dal saccarosio e, non per ultimo, ha poteri strabilianti nel prevenire le carie dentali. Altri studi hanno dimostrato che il bicarbonato aumenta l’assorbimento del calcio dallo smalto dentale. Questo effetto del bicarbonato sui denti è così ben riconosciuto che delle bustine contenenti sodio bicarbonato in polvere sono state brevettate negli USA nel ottobre del 1985. Il bicarbonato di sodio è stato suggerito per aumentare il pH nella cavità orale e per neutralizzare gli effetti dannosi degli acidi metabolici. Questa sostanza è oggi sempre più utilizzata nei dentifrici e la sua presenza sembra essere meno abrasiva per lo smalto e per la dentina rispetto ad altri dentifrici presenti in commercio.

Il bicarbonato aiuta le persone fisicamente attive combattere la stanchezza. Un ingestione di 300 mg di bicarbonato per ogni chilogrammo di peso corporeo, se assunto prima di esercitarsi, aiuterà l’atleta a ridurre l’affaticamento muscolare e quindi a migliorare le prestazioni di esercizio fisico. Di conseguenza è assolutamente consigliato bere acqua minerale contenente bicarbonato prima di praticare qualsiasi tipologia di sport. Gli sportivi hanno continuamente due problemi da risolvere: gli altri atleti da sorpassare e la fatica da superare. Le cause di fatica sono multifattoriali e hanno origini fisiologiche e psicologiche. Dal punto di vista fisiologico, la stanchezza può avere origine centrale o periferica. Tra le cause periferiche, l’affaticamento potrebbe essere dovuto all’accumulo di metaboliti nel muscolo, come lattati, ioni idrogeno e ammoniaca. Durante uno sforzo prolungato, la principale causa di fatica è data dall’esaurimento dei carboidrati, ma è stato dimostrato che anche l’ipertermia o la disidratazione potrebbero contribuire alla comparsa di segni di affaticamento.

Gli atleti sono a conoscenza di sostanze che potrebbero compensare la fatica e, già dagli anni ’90, l’uso del bicarbonato di sodio è diventato piuttosto diffuso tra gli sportivi per tamponare gli acidi prodotti durante l’esercizio. L’esercizio fisico può comportare la produzione di acido lattico, che porta alla acidificazione del pH nel sangue e muscolare. Al fine di tamponare questo accumulo di acido lattico e di regolare l’equilibrio acido-base, il corpo utilizza tamponi biologici. Ma in condizioni di intensa attività fisica (a breve o a lungo termine), il rischio di stanchezza diventa sempre più elevato. L’ingestione del bicarbonato di sodio come agente tampone è stata studiata in vari disegni sperimentali da numerosi scienziati e medici. Le concentrazioni del bicarbonato sono risultate essere aumentate dopo l’ingestione avvenuta per via orale, ma le concentrazioni intracellulari di bicarbonato nel muscolo erano invariate. Che pratichiate ciclismo, corsa, nuoto, canottaggio o sollevamento pesi, il vostro rendimento fisico potrebbe essere notevolmente aumentato dall’ingestione di bicarbonato di sodio.

Acqua e bicarbonato per favorire la digestione