Perché è famosa Lily Collins, l’attrice di Emily in Paris (che avrà una nuova stagione)

Figlia d'arte, attrice di successo ma anche modella: carriera e vita privata di Lily Collins

Figlia d’arte, star del cinema, modella: Lily Collins è ormai un nome molto noto nel mondo dello spettacolo, con all’attivo numerosi progetti che l’hanno resa celebre al pubblico. Tra gli ultimi quello della serie Emily in Paris, visibile su Netflix, che è stata rinnovata per una seconda stagione con l’inizio delle riprese proprio nei giorni scorsi.

Una fama costruita sin da piccola, quando ha iniziato a recitare a soli due anni, oltre a questo se non bastasse è figlia del musicista Phil Collins e della seconda moglie Jill Tavelman, con la quale si è separato nel 1996.

A soli cinque anni Lily Collins ha iniziato a frequentare un’accademia giovanile di arte drammatica e ha avuto le sue prime esperienze di recitazione teatrale. Oltre alla recitazione, nel suo curriculum, anche la scrittura giornalistica che l’ha vista dare il suo contributo per alcuni giornali. Moda, cinema, televisione sono alcuni degli ambiti in cui ha sviluppato la sua carriera.

Il debutto in televisione più da grande è arrivato con la serie 90210 dove ha recitato in due episodi, sempre per il piccolo schermo ha lavorato in L’ultimo tycoon, in tre puntate di I miserabili e in altri progetti. Al cinema la si può ricordare nel ruolo da protagonista in Shadowhunters – Città di ossa (uscito nel 2013), adattamento del primo romanzo della fortunata serie nata dalla penna di Cassandra Clare. Tra le altre interpretazioni quella da protagonista in Biancaneve al fianco di Julia Roberts e poi ancora in Stuck in love nel 2012 con Jennifer Connely e Logan Lerman, mentre nel 2014 ha lavorato alla pellicola Scrivimi ancora. Nel 2017 è stata candidata ai Golden Globe per la sua interpretazione nel film L’eccezione alla regola di Warren Beatty, nella sua filmografia anche Fino all’osso, film distribuito su Netflix, in cui interpreta una ragazza affetta da anoressia nervosa. Ultimo progetto al cinema Mank, pellicola del 2020 diretta da David Fincher con Gary Oldman e Amanda Seyfried.

Ora è tornata sul set per girare la seconda stagione di Emily in Paris in cui interpreta una ragazza di venti anni americana che si trasferisce a Parigi, ruolo che le è valso la candidatura all’ultima edizione dei Golden Globe come migliore attrice in una serie o commedia musicale.

Dal punto di vista della vita privata è stata legata ad alcuni colleghi. Tra le relazioni note quella con gli attori Taylor Lautner, Zac Efron e Jamie Campbell Bower. Dal 2019 è legata al regista e sceneggiatore Charlie McDowell. Ha un profilo Instagram dove è seguita da oltre 23,3 milioni di follower.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Perché è famosa Lily Collins, l’attrice di Emily in Paris (che...