Perché è famoso Domenico Centamore, Piccionello di Màkari

In "Màkari" è co-protagonista di Claudio Gioè, ma la sua ricca (e lunga) carriera è costellata di tanti altri successi: l'attore Domenico Centamore

Domenico Centamore è un attore dalla lunga carriera, ma che di recente è entrato nel cuore di tantissimi telespettatori grazie al ruolo di Peppe Piccionello in Màkari, la fiction di Rai 1 che vede protagonista Claudio Gioè. Centamore ha sempre avuto la passione per la recitazione, che ha coltivato sin da piccolo.

Classe 1967, l’attore è nato e cresciuto a Scordia in provincia di Catania e il suo percorso nel mondo dello spettacolo non è stato proprio liscio come l’olio. In una recente intervista pubblicata da Rolling Stones Centamore ha parlato del padre, di come fosse contrario a una carriera nella recitazione: “Quando da piccolo andai da mio padre dicendogli, con tanto orgoglio, che sognavo di fare l’attore, lui mi guardò e disse ‘Ora ti passa, non ti preoccupare’. Sembrava fosse una malattia!”. Ma ciò non gli ha impedito di seguire i suoi sogni.

Sin da giovanissimo ha mosso i primi passi nel teatro, per poi approdare in grandi produzioni di successo per la televisione e il cinema. Fra tutte è indimenticabile l’interpretazione di Domenico Centamore nel film I Cento Passi di Marco Tullio Giordana nel ruolo di Vito.

Un volto, il suo, che esprime appieno tutta la sicilianità che gli scorre nelle vene e che lo ha portato a diventare uno dei caratteristi più celebri d’Italia. Il curriculum di Domenico Centamore è ricco di interpretazioni in produzioni di grande successo. Dopo I cento passi sono arrivati altri ruoli importanti, innanzitutto in La Meglio Gioventù, diretto sempre da Marco Tullio Giordana. Poi ha interpretato Giovanni Brusca nella miniserie Il capo dei capi, Balduccio Maggio ne Il Divo di Paolo Sorrentino e ha recitato anche in Baarìa diretto da Giuseppe Tornatore.

Sfogliando il curriculum artistico di Domenico Centamore si scopre un attore con vent’anni di carriera alle spalle, dal talento incredibile e che non a caso è stato scelto da molti registi. Lo abbiamo visto anche nel film La matassa di Ficarra e Picone, La mafia uccide solo d’estate di Pif e nella serie Il giovane Montalbano al fianco dell’attore Michele Riondino.

Adesso Centamore si gode il grande successo di Màkari, fiction che è già diventata un vero cult tra gli appassionati del genere. Qui interpreta Piccionello, amico del cuore e braccio destro di Saverio Lamanna, interpretato da Claudio Gioè. Sempre nell’intervista a Rolling Stones l’attore ha dichiarato di essere amico di Gioè anche nella vita reale. “La fiction è stata un’occasione per dare sfogo al nostro affetto e alla nostra complicità”, ha ammesso.

Sulla vita privata di Domenico Centamore non sappiamo molto, è qualcosa che custodisce gelosamente al punto che non si sa chi sia la fortunata donna al suo fianco. Sempre a Rolling Stones, però, l’attore si è lasciato scappare qualche battuta sulla moglie: “Siamo insieme da trent’anni, ci conosciamo da quando lei ne aveva 14 e io 23. Mi ha aiutato tantissimo a portare avanti il mio sogno: ci ha creduto”, ha detto sottolineando quanto sia stata importante per la sua carriera, la persona che più di tutte abbia creduto in lui. “Ancora oggi le faccio sempre leggere i libri o i copioni perché magari ha un punto di vista diverso sul personaggio, che mi offre nuovi spunti. Lei è fondamentale: praticamente è la mia tutor e la mia coscienza. Molti attori, soprattutto quando hanno successo, vanno dall’analista… io no: ho mia moglie!”, ha concluso scherzando.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Perché è famoso Domenico Centamore, Piccionello di Màkari