Raffaella Carrà, il sogno infranto di Coletta: “L’avrei voluta a Sanremo 2022”

Il direttore di Rai1 racconta che avrebbe desiderato un nuovo progetto per Raffaella Carrà, coinvolgendola a Sanremo 2022 ma anche a Eurovision

Un desiderio che rimarrà nel cassetto, quello di Stefano Coletta, che avrebbe voluto riportare Raffaella Carrà su Rai1 e sul palco del Festival di Sanremo. Il direttore della prima rete si è detto affranto per la sua scomparsa, ma ha anche raccontato di come stesse lavorando per riportarla in televisione.

Il numero 1 dell’Ammiraglia di Viale Mazzini si è così espresso a Quello Che Resta del Giorno, in onda su RaiNews24: “È la prima volta che lo dico: nell’ultimo mese le ho mandato vari messaggi, tra cui l’ultimo per il suo compleanno il 18 giugno. Ero ripartito alla carica perché ritornasse su Rai 1”.

Di Raffaella Carrà, si era parlato anche durante la presentazione dei palinsesti per la stagione 2021/2022, in occasione dei quali Coletta aveva specificato: “Raffaella Carrà ha scelto di essere lontana dalla vita pubblica in questo anno e mezzo. Con lei stiamo tentando di parlare. L’ho chiamata anche per il compleanno ma non mi ha risposto… Resta un desiderata quello di portarla per un progetto particolare su Rai1”.

Il suo sogno più grande, però, era quello di poterla rivedere sul palco di Sanremo 2022 ma anche su quello di Eurovision, manifestazione riportata in Italia grazie alla vittoria dei Måneskin con Zitti e Buoni. Purtroppo, la vita ha deciso per lui e questo rimarrà solo un grande desiderio da portare nel cuore: “Il mio pensiero, solo mio, era di volerla sia a Sanremo che all’Eurovision 2022 ma non c’è stato tempo di poterci vedere, di poterci parlare. Oggi è un dolore non professionale, è un dolore umano. Perché negli anni di collaborazione ho trovato un’amica che aveva una caratteristica molto rara nel nostro lavoro: sapeva gioire del successo degli altri”.

Il suo ultimo programma, A Raccontare Comincia Tu, risale al 2019. Le interviste one-to-one si sono svolte con alcuni dei maggiori esponenti della tv, della musica e dello spettacolo. Tra questi, anche Renato Zero, suo amico di vecchia data e vicino di casa all’Argentario, che Raffaella aveva scelto per il suo buen ritiro.

Con Coletta, si era instaurato un rapporto di stima reciproca tanto che si erano dati appuntamento per un nuovo progetto da lanciare dopo la pandemia. Purtroppo, non ci sarà alcuno show. Il vuoto che lascia Raffaella Carrà è enorme. Non solo da un punto di vista umano ma anche sotto il profilo professionale.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Raffaella Carrà, il sogno infranto di Coletta: “L’avrei v...