Chi era Daria Nicolodi, la madre di Asia Argento

Sceneggiatrice, attrice ed ex moglie di Dario Argento, vi sveliamo chi è Daria Nicolodi, la madre di Asia Argento

Foto di Martina Dessì

Martina Dessì

Lifestyle Specialist

Content editor di tv, musica e spettacolo. Appassionata di televisione da sempre, designer di gioielli a tempo perso: ama i particolari, le storie e tutto quello che brilla.

Daria Nicolodi era la madre di Asia Argento e la persona che, più di tutte, si era opposta alla sua relazione con Fabrizio Corona. Il rapporto tra le due non sempre è stato facile, soprattutto perché l’attrice romana è vissuta per lungo tempo con il padre e con le sorelle. L’attrice, volto di numerosi film di genere horror, è scomparsa a Roma il 26 novembre 2020.

Chi era Daria Nicolodi

Classe 1950, originaria di Firenze, Daria Nicolodi era originaria di Firenze, ma si è trasferita giovanissima a Roma. Sceneggiatrice e attrice, negli anni Settanta intrecciò una relazione con Mario Ceroli, celebre scultore da cui ebbe nel 1973 la primogenita Anna, scomparsa nel 1994 in seguito a un incidente in motorino. L’anno seguente, durante i casting del film Profondo Rosso, incontrò Dario Argento, con cui iniziò una relazione che portò, nel 1975, alla nascita di Asia Argento.

Nel corso degli anni, fino al 1987, Daria Nicolodi collaborò con il regista horror, realizzando le sceneggiature e recitando nelle pellicole di successo come Suspiria, Inferno, Tenebre, Phenomena e Opera. Nel 1985 la sua relazione con Dario Argento arrivò al capolinea, ma i due continuarono a lavorare insieme. Dopo la morte della primogenita Anna, legatissima anche ad Asia Argento, Daria iniziò ad allontanarsi dal mondo dello spettacolo. Nel 2007 a riportarla al cinema fu proprio la figlia, che la scelse per recitare nel film La terza madre, sequel di Suspiria e Inferno.

Il rapporto con Asia Argento

“Le assomiglio molto, è una donna ricca di poesia. Come me – aveva svelato tempo fa al settimanale. Certo, ho smesso di scriverne dopo gli 11 anni. Ma una volta che sei “poeta”, lo rimani per tutta la vita”.

“Mia figlia Asia Argento è nata nel ’75: ho scelto questo nome perché adoravo Asja Lacis regista russa dei primi del ’900 – aveva raccontato Daria al La Nazione in una delle sue rarissime interviste. Ho visto, sì, che molte si chiamano Asia: spero che questo nome porti fortuna a tutte. E auguro che siano un po’ come la mia che è dolce come lo zibibbo, ma anche donna forte che sa combattere. Ha iniziato presto a fare l’attrice, adesso si è stufata ed è regista. Credo che da ora in poi farà solo questo: con me ha un rapporto idilliaco. Lei è una madre molto dolce e speciale con i suoi bambini”.

Dopo la profonda crisi che si era acuita a causa della relazione con Fabrizio Corona, le due si erano ritrovate prima della scomparsa di Daria Nicolodi avvenuta nel 2020: “Riposa in pace mamma adorata. Ora puoi volare libera con il tuo grande spirito e non dovrai più soffrire. Io cercherò di andare avanti per i tuoi amati nipoti e soprattutto per te che mai mi vorresti vedere così addolorata. Anche se senza di te mi manca la terra sotto i piedi, e sento di aver perso il mio unico vero punto di riferimento. Sono vicina a tutti quelli che l’hanno conosciuta e l’hanno amata. Io sarò per sempre la tua Aria”, aveva scritto Asia Argento per salutarla per sempre. Sua figlia, Anna