Diaframma contraccettivo: cos’è, come si mette e a chi è consigliato

Il diaframma vaginale è un metodo contraccettivo poco conosciuto: ecco come funziona, quali sono i benefici e i rischi

Il diaframma è un metodo contraccettivo “a barriera”, utilizzato per prevenire una gravidanza indesiderata.

Si tratta, insieme all’anello vaginale e al cerotto, di un degli anticoncezionali meno conosciuti, soprattutto fra i giovani. Di cosa si tratta? Il diaframma vaginale è una coppetta di gomma morbida con un bordo particolarmente spesso in cui è situata una molla a spirale oppure due archetti in metallo. In vendita esistono molte tipologie di diaframma, alcune con forme particolari per adattarsi alle esigenze delle donne che presentano un utero retroverso. Per questo motivo prima di scegliere questo metodo contraccettivo è importante contattare uno specialista, per scegliere la misura e la soluzione migliore.

Come funziona il diaframma vaginale? In sostanza crea una barriera fra la vagina e l’utero, agendo tramite il rilascio di una crema spermicida nel collo dell’utero. Questo gel si spalma prima dell’applicazione sul bordo interno della coppa oppure si può introdurre poco prima dell’inserimento del diaframma. 

In questo modo viene resa impossibile una fecondazione e, di conseguenza, una gravidanza. I diaframma va applicato dalla donna, seguendo le istruzioni date dal medico specialista che insegnerà ad inserire l’anticoncezionale e a toglierlo. La coppa infatti va rimossa 6 ore dopo il rapporto sessuale, ricordando che la crema spermicida perde di efficacia all’incirca dopo 5 ore. Ci significa che l’incontro con il partner dovrà necessariamente avvenire 5 ore dopo l’applicazione del diaframma, in caso contrario sarà necessario aggiungere altro gel.

Dopo averlo tolto, il diaframma vaginale deve essere lavato accuratamente con sapone e acqua fredda. In seguito va asciugato, coperto con il borotalco e riposto nella sua scatola. Se utilizzato nel modo giusto può durare sino a due anni, dopodiché è necessario acquistarne un altro. Come accade per tutti i metodi contraccettivi anche il diaframma vaginale presenta diversi pro e contro.

Molte donne apprezzano questo anticoncezionale perché consente di vivere appieno il sesso con il proprio partner, senza alcun limite, offrendo però la massima sicurezza. Nonostante ciò è bene ricordare che non protegge della malattie sessualmente trasmissibili, inoltre va utilizzato anche durante un rapporto sessuale anche se incompleto.

Diaframma contraccettivo: cos’è, come si mette e a chi è ...