Re Carlo III, la difficile decisione: “Potrebbe non tornare a Buckingham Palace”

Re Carlo III e sua moglie Camilla potrebbero non andare mai a vivere a Buckingham Palace: ecco cosa sta succedendo

Da secoli, Buckingham Palace è la residenza ufficiale dei Reali inglesi: lo è stata per la Regina Elisabetta II, e ancora prima per suo padre e coloro che lo hanno preceduto. Così dovrebbe essere anche per Re Carlo III, succeduto alla madre dopo la sua improvvisa scomparsa, ma al momento lui e sua moglie Camilla non possono trasferirsi nella loro dimora londinese. E forse non lo faranno mai.

Re Carlo III, i lavori a Buckingham Palace

Buckingham Palace è uno dei monumenti storici della città di Londra, nonché la residenza principale dei Sovrani inglesi ormai da moltissimo tempo e sede di gran parte degli eventi pubblici della Famiglia Reale. La stessa Regina Elisabetta II vi ha vissuto per tanti anni, sino a quando non aveva deciso di trasferirsi presso il Castello di Windsor, dove trascorrere in tranquillità il periodo della pandemia. Nel giorno della sua morte, a prendere le redini della Monarchia inglese è stato il suo primogenito Carlo. Anche lui, assieme a sua moglie Camilla, avrebbe dovuto prendere residenza a Buckingham Palace, ma è ormai chiaro che ciò non accadrà a breve.

Il Palazzo è infatti al momento soggetto ad importanti lavori di ristrutturazione che sono iniziati nel 2016, con opere imponenti come la sostituzione dei pavimenti e dei bagni, nonché il rinnovamento di chilometri di cavi elettrici e di tubi dell’acqua. Dopo tanti anni, d’altra parte, la maggior parte delle stanze ha bisogno di un restyling (e addirittura si è parlato di infiltrazioni d’acqua e di infestazioni di ratti da combattere). Il restauro di Buckingham Palace, per cui sono stati stanziati ben 369 milioni di sterline, dovrebbe durare fino al 2027.

“Si prevede che, nel periodo intermedio, il Palazzo sarà utilizzato per gli affari ufficiali ove possibile” – ha dichiarato un portavoce, spiegando che sino al termine dei lavori Re Carlo III e la Regina Consorte Camilla non potranno trasferirsi. La conferma è arrivata anche dalle pagine del Times, che ha affermato come il Sovrano cercherà di condurre i suoi impegni a Buckingham Palace, ma che non vi andrà a vivere ancora per molto tempo. A dir la verità, tuttavia, per la prima volta dopo secoli potrebbe essere in arrivo una grande novità.

Re Carlo III, la residenza a Clarence House

Carlo e Camilla hanno sempre vissuto presso Clarence House, la residenza londinese situata sul Mall: è qui che, dal 2002 (ovvero da quando l’hanno ereditata dalla Regina Madre), hanno stabilito la loro dimora principale, almeno fino all’ascesa al trono inglese. Naturalmente, con Buckingham Palace al momento inagibile, Re Carlo III resterà nella sua “vecchia” residenza per tutto il tempo necessario al completamento dei lavori. Ma alcuni esperti credono che il Sovrano potrebbe decidere di non trasferirsi mai.

Il Times ha dato voce ad alcune fonti anonime secondo cui Carlo e Camilla si sentono “molto a loro agio” a Clarence House, e potrebbero volervi rimanere per sempre. “Il Re non vede Buckingham Palace come una casa praticabile o adatta allo scopo oggigiorno. Ritiene che il suo mantenimento, sia dal punto di vista dei costi che dell’ambiente, non sia sostenibile” – ha riportato il Mirror. Per la prima volta da oltre due secoli, dunque, la residenza ufficiale del Monarca potrebbe non essere più il Palazzo nel cuore di Londra.