Kate Middleton, le tiare che non potrà mai indossare da Principessa

La Principessa del Galles non potrà mai indossare alcune tiare di famiglia, che nel corso dei decenni sono diventate celebri sulle teste coronate

Foto di DiLei

DiLei

Redazione

DiLei è il magazine femminile di Italiaonline lanciato a febbraio 2013, che parla a tutte le donne con occhi al 100% femminili.

La collezione reale di gioielli è talmente vasta da lasciare ampia scelta a Kate Middleton per le occasioni più importanti. Alcune tiare, però, non appartengono più alla Famiglia Reale, o, per motivi diversi, non verranno più utilizzate in pubblico, e neanche Kate, oggi Principessa del Galles, può averle. Quattro in particolare non le vedremo mai sul suo capo.

Perché Kate Middleton indossa la tiara

Non esistono Principesse senza gioielli, ma questa volta non siamo nelle fiabe, bensì a Buckingham Palace. La Regina Elisabetta, nei suoi 70 anni di regno, ha accumulato una impressionante quantità di preziosi, tra bracciali, collane, orecchini e, ovviamente, tiare. Un oggetto molto simile a una corona, la tiara viene indossata dalle donne di una Famiglia Reale (non dalla Regina) solo in occasioni davvero importanti come cene di Stato o l’incontro con Reali di altri paesi.

Dalle acquemarine alle ametiste, dai rubini agli zaffiri, la collezione di tiare Reali è incredibilmente vasta. Ma, come spesso accade, alcuni gioielli sono stati smontati e trasformati in altri, o persino non appartengono più ai Windsor.

E in questi anni abbiamo visto Kate Middleton indossare tiare in diverse occasioni: pare che la sua preferita sia la Lover’s Knot, tanto cara proprio a Lady Diana.

Quali tiare Kate Middleton non indosserà mai

Neanche la Principessa del Galles, Kate Middleton, può avere accesso ad alcune tiare, per quanto sia la prediletta di Re Carlo. La più popolare tra quelle che non appartengono più alla Famiglia Reale c’è certamente la Poltimore Tiara, con la quale è convolata a nozze (e non solo) la Principessa Margaret.

Questo monile, considerato il suo gioiello più eccentrico, ha una storia particolare: utilizzato per il matrimonio Reale con Antony Armstrong, è di una bellezza straordinaria, e tempestato di diamanti. Appartenuta a Lady Poltimore, fu acquistata dalla sorella della Regina Elisabetta a un’asta, e il suo utilizzo nel grande giorno è stato strappo alla regola, secondo la quale la sposa indossa un diadema della Famiglia Reale. Passata alla storia per l’iconico scatto della Principessa in vasca da bagno solo con la sua tiara, è stata venduta all’asta dopo la sua morte.

Le tiare che non indosserà Kate Middleton
La Principessa Margaret il giorno delle nozze

La tiara del Nizam di Hyderabad, l’ex governatore del regno indiano, arriva dai regali che l’uomo generosamente volle fare alla Regina Elisabetta in occasione delle sue nozze con il Principe Filippo. Realizzata da Cartier, la tiara, insieme a una collana (indossata spesso da Kate), sono entrate nella collezione della Famiglia Reale, ma negli anni ’70 è stata smontata dando vita a un diadema. Il suo valore pare si aggirasse intorno ai 65 milioni di euro.

Il cerchietto regale della Regina Vittoria è uno dei gioielli più misteriosi a Palazzo: mai più visto nel corso dei decenni, pare che i suoi preziosi siano stati assemblati in un’altra tiara, indossata da Sophie di Wessex per la prima volta in occasione delle sue nozze. Poi anche questa tiara è scomparsa, per riapparire, in forma di diadema, solo nel 2019, sempre sul capo della moglie del Principe Edoardo.

Infine, il gioiello più bello di Diana, la tiara Spencer, che Kate Middleton non potrà mai indossare, poiché è tornata alla sua famiglia. Il monile fu realizzato ai primi del ‘900, unendo vari preziosi ereditati dalla famiglia Spencer: il suo disegno è un intreccio di fiori stilizzati e fogliame, con al centro un cuore, il tutto incastonato in argento e oro e ricoperto di diamanti.