Principe Andrea, l’ossessione dei peluche sul letto

Stando ad alcune rivelazioni riportate dal The Sun, il Principe Andrea avrebbe una vera e propria ossessione per i peluche (e non solo)

Ultimamente il nome del Principe Andrea è sulla bocca di tutti e per ragioni che hanno fatto letteralmente tremare le mura di Buckingham Palace. La Regina Elisabetta si è trovata a fronteggiare una vicenda scabrosa, con un figlio nel mirino di un processo e di accuse che l’hanno costretta a prendere una posizione severa, tanto per usare un eufemismo. Ma Andrea si aggiudica ufficialmente il titolo di “Principe più bizzarro del reame” per via di alcune manie ed episodi finora taciuti che stanno facendo il giro del mondo, dopo le rivelazioni del The Sun. E sì, c’entrano anche i peluche.

La strana ossessione del Principe Andrea per i peluche

Le colonne del The Sun ci hanno regalato una vera perla in fatto di Royal gossip. Il tabloid britannico è riuscito a contattare niente meno che Janette McGowan, l’ex governante di servizio Buckingham Palace dal 1999 al 2000. La donna, che oggi vive in una cittadina alle porte di Edimburgo, ha fatto delle rivelazioni piuttosto insolite a proposito del Duca di York (o meglio, ex) che avrebbe una strana ossessione per i peluche.

Sì, avete capito bene. Il Principe Andrea, stando alle parole dell’ex governante di Casa Windsor, da sempre colleziona animaletti di stoffa e si rifiuta di andare a dormire se non ne trova almeno cinque sistemati sul letto nell’esatto ordine che predilige. Niente di strano, vi direte, se non fosse che questa mania di Andrea risale a quando aveva quasi quarant’anni.

Un’altra ex cameriera di stanza a Palazzo in quel periodo, la signora Charlotte Briggs, ha aggiunto altri particolari che rendono la strana ossessione del Principe ancor più esilarante, se fosse possibile. Ha affermato che, quando fu assunta e assegnata alle stanze di Andrea negli anni Novanta, fu istruita per un’intera giornata su come maneggiare e sistemare i Reali peluche.

Andrea, un bimbo viziato che non è mai cresciuto

Non c’è niente di male in chi ama i peluche anche dopo aver superato la preadolescenza. In fondo sono giocattoli che rendono la stanza più allegra e colorata, alcuni sono persino veri e propri oggetti da collezione di un certo valore. Ma viene davvero difficile credere che un omone bell’e fatto come il Principe Andrea alle porte dei 40 anni costringesse la cameriera a giocare insieme a lui.

Di nuovo sì, avete capito bene e stavolta la storia si fa ancor più strana. Non solo il Principe Andrea conserva con cura la sua collezione di 72 peluche (principalmente orsacchiotti vestiti da marinaio) e dà delle direttive ben precise al personale di servizio su come sistemarli nella sua camera e sul letto (soprattutto). Secondo quanto raccontato al The Sun dall’ex governante di Buckingham Palace, Andrea fino a qualche tempo fa – e non è da escludere che lo faccia ancora – la costringeva a nasconderne uno ogni volta che prevedeva di rientrare tardi. Così, al suo rientro, si cimentava in una vera e propria caccia al tesoro.

Il Principe più “bizzarro” del reame

Il Principe Andrea è un personaggio molto particolare, su questo non c’è alcun dubbio. Sicuramente questa immagine del bambino un po’ viziato che non è mai cresciuto fa a botte con quella dell’uomo adulto che porta addosso il fardello di accuse pesanti. Le stesse che, in fondo, hanno costretto la Regina e tutta la Royal Family a prendere le distanze da lui.

Non ha mai avuto un carattere “facile” Andrea, già quando era piccolo. Non muoveva un dito, pretendeva sempre che qualcuno facesse le cose per lui e soprattutto a suo modo, con il rischio che potesse scatenare la sua ira funesta anche solo per una tenda chiusa male. “Pensa di essere al di sopra di tutti”, ha commentato una delle ex inservienti di Palazzo.

Capricci su capricci, manie e richieste assurde. Oltre a reazioni non proprio consone (né educate) nei confronti di chi lavorava al servizio della Famiglia Reale. La signora McGowan ha rivelato un altro episodio inedito che da una parte fa sorridere, mentre dall’altra dovrebbe far piangere. Come d’abitudine, quando la Regina ospita qualcuno a Sandringham nel Norfolk, a ciascun ospite viene assegnata una camera con relativa toilette. Ebbene, a quanto pare una volta il Principe Andrea (per sbaglio) si sistemò in quella del fratello Carlo e da lì si scatenò la tragedia: avvisato dell’errore, si rifiutò di cambiare stanza e ci volle addirittura l’intervento della Regina in persona per costringerlo a restituire la toilette a Carlo.

Il Principe più bizzarro del reame, non c’è che dire. Certo, forse episodi del genere non si addicono proprio a un uomo adulto.