Charlene di Monaco, l’anello che le sarà restituito solo se torna a Palazzo

Alberto tace sul ritorno di Charlene di Monaco che è stata costretta a lasciare il suo anello di fidanzamento a casa

Charlene di Monaco è ancora ricoverata in una clinica in Svizzera, vicino a Zurigo. Ma c’è una cosa che non ha potuto portare con sé, il preziosissimo anello di fidanzamento, che è stato riposto in un luogo sicuro e che potrà riavere solo quando tornerà a Palazzo.

Charlene di Monaco, quando torna a casa

Ma appunto quando Charlene di Monaco tornerà a Montecarlo? Ancora nessuno lo sa con precisione. Si dice che Alberto le abbia imposto un ultimatum ordinandole di rientrare quanto prima. Ma stando a indiscrezioni, la Principessa è ancora molto provata, soffrirebbe della Sindrome di Rebecca, una forma di gelosia nei confronti delle ex del proprio partner.

Qualche tempo fa si è parlato di una possibile data per il ritorno di Charlene, il 26-27 gennaio, in coincidenza con le celebrazioni di Santa Devota, patrona di Montecarlo. Ma sono solo supposizioni. Ma stando a Public, quando è stato chiesta ad Alberto una conferma, lui si è rifiutato di commentare. L’atteggiamento del Principe non fa ben sperare, dato che ha sempre parlato apertamente delle condizioni di sua moglie, per lo meno ha sempre cercato di fare chiarezza smorzando sul nascere ogni pettegolezzo.

Charlene di Monaco, l’anello del ricatto

Intanto, come riporta l’Express, Charlene ha lasciato a casa, non si sa se per sua scelta o costretta, il preziosissimo anello di fidanzamento con diamante tagliato a pera, di 3 carati. Vero è che la Principessa, anche quando era in salute, lo indossava raramente e solo nelle occasioni più speciali. Ora, il fatto che non l’abbia portato con sé in clinica, si spiegherebbe facilmente. Di certo, non è il luogo dove sfoggiare un tale gioiello, oltre al fatto che va custodito con la massima attenzione.

Malgrado ciò, qualcuno ha voluto vedere in questa strana situazione una sorta di ricatto. Anche se Charlene lo indossa raramente, tiene molto all’anello. Il fatto di averlo depositato in un luogo sicuro con la promessa che le sarebbe stato restituito al suo ritorno, ha fatto pensare a una sorta di strategia, se non di ricatto, per far tornare a casa al più presto la moglie di Alberto.

L’anello fu commissionato dal Principe alla gioielleria Repossi di Parigi e fu creato appositamente per Charlene, dunque è un pezzo unico. Il suo valore non è mai stato rivelato. Ma è indubbiamente un gioiello “stupefacente” come è stato definito in più di una occasione.

Resta solo che Charlene torni per poterlo sfoggiare nuovamente, ma come ha sottolineato l’Express: “Quante volte le speranze della Principessa di condurre una vita normale sono naufragate a causa delle diagnosi dei medici. La vigilanza è necessaria per proteggere gli eredi”.

Charlene di Monaco anello

L’anello di fidanzamento di Charlene di Monaco