La nostra società è piena di Ignavi. Meglio starne alla larga

Sono quelle persone che non si schierano mai, che non si espongono e si nascondono all'ombra dei più coraggiosi. Amici così non ne voglio, e voi?

A modo suo, Dante ci aveva avvisate, riservando a loro un posto nell’Antiferno, il luogo dell’oltretomba che precede l’entrata dell’Inferno vero e proprio. Perché gli Ignavi non sono degni di meritare le gioie del Paradiso, ma a loro non possono essere destinate neanche le pene dell’inferno proprio per il fatto che, durante la loro vita, non si sono mai esposti, né schierati verso direzione alcuna.

Gli Ignavi, sono per Dante, dei grandi peccatori. Il loro errore più grande è stato quello di non osare mai avere un’idea propria, non sono stati buoni, ma neanche cattivi, limitandosi per tutta la loro esistenza ad adeguarsi sempre al più forte. Tra loro, infatti, presenti anche gli angeli che, nella battaglia tra Lucifero e Dio, non si schierarono da nessuna parte.

E delineando questo profilo psicologico degli Ignavi aspramente descritti nel Canto III dell’Inferno, non vi ricordano forse qualcuno che conoscere già? Sono certa di sì perché la verità è che la nostra società è piena di Ignavi!

Provate a guardarvi attorno: colleghi di lavoro, conoscenti e persino parenti che non si espongono mai, che davanti a un imposizione di qualcuno, abbassano la testa e dicono “Va bene così“, quelli che, se tirati dentro a una discussione, ne escono fuori a gambe levate. Gli Ignavi sono tra noi, ma riconoscerli non è poi così difficile.

Sono quelle persone “senza infamia e senza lode“, le stesse che non esprimono mai le idee proprie, se ne hanno mai avuta una s’intende. Al massimo, li troviamo lì, alla fine di ogni discussione, a schierarsi con il pensiero del più forte, certamente non prendono mai le difese di quelli più deboli.

Forse lo fanno perché hanno paura o semplicemente, a loro, manca il coraggio di esporre le idee, di criticare, difendere, di affermare il loro pensiero. Non mi stupisce, quindi, aver trovato i più grandi Ignavi della mia vita, proprio dietro la mia ombra. Loro che, mentre osannavano il mio coraggio, si nascondevano dietro all’entusiasmo del “armiamoci e partite“.

E ve lo confermo, la società moderna, è piena di Ignavi che si nascondo dietro la dichiarazione di essere diplomatici e, con quel fare tranquillo e placato, mantengono i rapporti con tutti senza mai sbilanciarsi, proprio perché non esporsi garantisce a loro un quieto vivere. Non sono spontanei, non hanno azioni di pancia, né sono persone su cui possiamo contare.

E va bene così! Nella mia vita ho scelto di non fidarmi più di queste persone. Perché io voglio vedere il fuoco che arde negli occhi di tutti coloro che scelgono di inseguire il cuore, voglio circondarmi solo di persone coraggiose che non si nascondono mai, quelle che devono dire la loro a ogni costo, quelle che non sanno trattenere le emozioni, le stesse che si notano dalle espressioni del viso che cambiano. Mi piacciono le persone naturali, spontanee, quelle che ridono e che piangono, quelle che lottano per i loro diritti e per le loro idee. Per gli altri, non c’è spazio, se non nella Divina Commedia.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La nostra società è piena di Ignavi. Meglio starne alla larga