Un nuovo amore ci insegna a non accontentarci più

Mi sono accontentata per tanto, troppo tempo, dei difetti insopportabili, delle mancanze e delle carenze. Ma ora, tutto è cambiato

Non ho mai vissuto la fine della mia lunga relazione sentimentale come un sconfitta personale anche se certo, ricordo quei giorni come i più bui della mia vita. Perché ritrovarsi improvvisamene a vivere le giornate senza più una presenza costante, come lo era lui, ha cambiato tutto.

Non mi mancava lui, e forse non mi mancavo neanche io, quando stavo con lui. E dell’amore, posso assicurarvi, non me importava davvero più. Non ero alla ricerca di qualcuno che guarisse le mie ferite o che mi aiutasse a rimettere insieme i pezzi di un cuore infranto. Non avevo chiuso con gli uomini, ma con l’amore sì.

Essendomi accontentata per tanto, troppo tempo, dei difetti insopportabili di un uomo, delle sue carenze e delle sue mancanze di attenzioni, mi ero convinta che l’intero universo maschile fosse popolato da individui del genere. Ricordo anche che, una saggia e cara amica, mi disse che in pochi avrebbero avuto il coraggio di sedersi ancora al mio tavolo.

E aveva ragione. Il coraggio di restare seduti lì, davanti a me, lo avevano avuto davvero in pochi e il motivo era evidente: ero troppo esigente. Sì lo ero, perché avevo deciso che mai nella vita mi sarei più accontentata. Non avrei più permesso a me stessa di tollerare atteggiamenti che non avrebbero resa felice, o serena.

Io la mia crisi personale l’avevo già attraversata e non avevo certo paura di restare da sola! Non dovevo accontentarmi di “prodotti scadenti”, come si fa quando si vive in economia.

Mi sono ripromessa che mai più, avrei detto a me stessa che avrei provato a cambiare un uomo o che avrei fatto in modo che le cose si aggiustassero con il tempo. Perché ora lo so, il tempo è solo una scusa che non fa che rendere più profonde quelle crepe.

Quindi sì, sono diventata esigente. Ma la conferma l’ho avuta solo quando ho iniziato una nuova relazione. Quando dopo aver definito tutti quei comportamenti che non mi piacevano e che mi avrebbero fatto ricadere negli errori del passato ho delineato chiaramente chi avrei voluto al mio fianco.

E quei contorni, ora nitidi, si sono manifestati in un uomo che mi ha corteggiata, anche spudoratamente. Che è sempre stato chiaro e onesto nelle intenzioni. Che mi ha rispettata e non ha mai mentito, trasformando quella situazione di dover giustificare e perdonare le bugie e tutto il resto “solo per amore” in vecchi e obsoleti ricordi. Che non si è arreso, neanche quando l’ho respinto.

Volete sapere se gli ho dato una possibilità? La risposta è sì. Ed è nato un amore nuovo, diverso e unico che mi ha insegnato a non accontentarmi più.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Un nuovo amore ci insegna a non accontentarci più