Avere una relazione con il cugino: ecco perché

Sono storie che spesso cominciano quando si è adolescenti: con lui è il primo bacio. Ma a volte nascondono insoddisfazioni sessuali

«Non c’è cosa più divina che farsi la cugina», recita un detto. Le molte testimonianze inviate dalle nostre lettrici sembrano avvallare la diceria anche nella versione maschile. Potremmo dire: “Non c’è partner più divino del proprio cugino“. A qualcuno la cosa farà accapponare la pelle. Ma sappiate che per quante si scandalizzeranno pensando: «Mi fa senso solo a pensarci», «Per me è come un fratello», «Non potrei mai farlo», «È incesto»ce ne sono altrettante che invece l’hanno fatto. E continuano a farlo, felicemente.

Molte di queste relazioni iniziano quando si è ragazzini, complici spesso le vacanze a casa degli zii. E un bacio viene considerato normalissimo, come scrive Serenella, che risponde a un’altra lettrice: «Vuoi dirmi che da ragazzina non hai mai baciato un cugino di qualche anno più grande di te? A me è successo, c’era uno straordinario affetto tra noi mi ha facilitato il primo approccio sentimentale con l’altro sesso, mi ha voluto e mi vuole bene e tutt’oggi mi adora». Ma c’è chi è andata ben oltre, come Meringa: «Ho iniziato da ragazzina con mio cugino, fu x caso in un momento d’affetto reciproco sentimmo qualcosa di più delle volte precedenti e così tra una carezza ed un tenerissimo bacio arrivò l’eccitazione fu la prima volta in assoluto che facemmo l’amore senza amplesso solo toccandoci vicendevolmente fino all’orgasmo, mi ricordo come fosse ieri, la dolcezza il rossore sulle sue guance. Sono trascorsi molti anni ma lo facciamo ancora anche se di rado, lui mi conosce come nessun altro, nemmeno mio marito dopo 15 anni sa di me e della mia sessualità come mio cugino. Quando ne avevo e ne ho voglia mi chiamo lui, conosce la mia anotomia come nessun’altro, quel tontolone di mio marito non ne vuole sapere di fare le stesse cose che mi pratica mio cugino con maestria, eleganza a volte sembra un rapporto saffico, esaudisce i miei desideri le mie voglie, si prende cura di me, mio marito invece mi salta addosso e corre i cento metri? purtroppo è l’unico difettaccio che ha per il resto è un ottimo marito e padre. Pensa invece al vantaggio che ho, non vado cercando altri uomini estranei, per il quieto vivere, mio cugino l’ho conosciuto molto tempo prima di mio marito, quindi, nessun peccato o tradimento». Meringa non è l’unica, anche Gisella ha una storia con un parente: «Ora ho una relazione con mio cugino di 29 è una strana sensazione avere a disposizione uno della famiglia però mi tranquillizza molto mi piace non c’è l’assillo del tradimento, ne dell’innamoramento solo piacere intenso ed in tranquillità emotiva».

Se da una parte storie come queste suscitalo l’invidia di alcune («Voglio un cugino come voi!!!!!! possibile che solo io cugini poco sensibili?»), c’è anche qualcuno, che si scandalizza: «Vergognati», scrive Oll4. «Non ti senti in colpa con e per tuo cugino? con tanti ragazzi a disposizione proprio un parente?», dice Caramella, ma fanno parte di una minoranza. «Mio cugino è l’unico a procurarmi orgasmi – racconta Federica – cosa dovevo fare sposarmelo? E così eccomi qui a 40 io e 42 mio marito 41 mio cugino con il quale mi vedo da circa 10 anni per provare piacere sessuale. Mi fa impazzire la sua gentilezza delicatezza l’agio con il quale mi porta al piacere mi svuota e mi riempie di gioia e godimento senza che io mai glia abbia chiesto o spiegato cosa volessi o come si comportasse. Mio marito nemmeno col dialogo o disegnini ci riesce, cosa devo fare rinunciare ad un mio diritto?». Federica trova la solidarietà di Teresa: «Non ti devi vergognare – le risponde – in fin dei conti non hai tolto niente a nessuno e, anzi, hai regalato alla tua famiglia tanti giorni sereni tornando a casa con un bel sorriso. Chi ti dice di vergognarti lo fa solo perché sei una donna: se fossi nata uomo e te la facessi con tua cugina saresti un “gallo”. Vivi serena. Magari avessimo tutte un cugino come il tuo…». Anche Marco è del suo stesso parere, e la giustifica: «Nessuno puo’ giudicare probabilmente tuo cugino ha quella sensibilita’ quel modo di fare che manca a tuo marito».

Anche Ciliegia come Federica ha una relazione sessualmente insoddisfacente e si rifà col cugino: «Carissime anch’io ho un fidanzato poco incline alle carezze ed altre pratiche delicate perchè un po rozzo, ho risolto con mio cugino che è molto più attento alle esigenze femminili, quando ne sento il bisogno vado da lui oppure lo chiamo, ci sa fare è esperto, e come se avessi fatto bingo! tra noi c’era già l’affetto il resto è stato più che naturale, mi fa vivere meglio mi sento più sicura e protetta». Fare sesso col parente per Sorbetta è il modo tenere in piedi il suo matrimonio «quasi perfetto»: «Ho un marito quasi perfetto, solo un po pigro a letto, quindi dopo alcuni anni della solita solfa (lo amo comunque) ho riallacciato una relazione con mio cugino che ci sa fare con me, mi conosce bene sa come e cosa voglio a letto così ho allungato la mia vita di coppia, oltre alle moine sentimentali del marito fondamentali mi mancava una componente importante come la sessualità attiva e fantasiosa, cosa che mio cugino sa fare benissimo, oggi sono serena, uno stato d’animo che trasmetto in famiglia. Non c’è gelosia, nessun motivo di litigio, è perfetto ci conosciamo da ragazzini? si pensa che dopo anni di matrimonio il marito possa migliorare la conoscenza con la moglie invece egoisticamente pensa a se, ho diritto alla mia sessualità al mio piacere intimo psicologico per sentirmi femmina e donna, non avevo scelta, trovare un estraneo magari incapace? sapevo a chi rivolgermi data l’esperienza vissuta in gioventù, non ci rinuncio ho scacciato tristezza e monotonia solo gioia e godimento da sentirmi svuotata e riempita di piacere dalla testa ai piedi».

Il cugino, scopriamo, è spesso quello della fatidica «prima volta», come scrive Penelope: «La mia prima volta è stata 20 anni fà con mio cugino di primo grado, io avevo appena 18 lui 36! fu una cosa meravigliosa, ero intimorita ma lui seppe rilassarmi mi tranquillizzò con delicatezza baciandomi dappertutto mi pervase di piacere delicato ed intenso mi trattò come una principessa, Crescendo le successive esperienze sono sempre state peggiori, tranne il mio attuale marito, però è rimasto dentro di me e di mio cugino quella prima volta come fosse stata l’unica, è rimasto tra noi un intimità talmente raffinata che a volte confondo mio cugino con mio marito, credo d’essere stata fortunata nel trovare un uomo delicato attento premuroso nel periodo più difficile ma in assoluto più bello che una giovane donna desideri ed immagini che sia».

Infine riportiamo la testimonianza di Vincenza: «Sono indipendente, fatico non poco con 800 euro al mese, se un uomo mi garantisce affetto passione rispetto compreso il denaro per poter vivere agiatamente e dignitosamente ed con tacito consenso mi chiede di smignottare solo per lui io lo faccio con piacere! lui mi ha chiesto di vestirmi bene calzare scarpe col tacco profumare nulla di così strano ed impossibile per una donna, un tenore e stile di vita che con 800 euro al mese sono impossibili. A lui piace! a me non dispiace! e poi invece di farlo in giro con estranei… non lo saprà nessuno!… sono un brava ragazza! Non ho un uomo con il quale programmare un futuro famiglia figli, per ora mi godo mio cugino come lui si gode me… per me è anche un divertimento. Sapessi la passione che ci mette nel volermi bene e gratificarmi, eppure lo conosco da sempre, una sorpresa inaspettata, non mi sono mai sentita al centro dell’attenzione come con mio cugino, mi domando perchè? So che per me farebbe qualunque cosa, capovolgerebbe il pianeta se lo desiderassi, so d’avere questo immenso potere su di lui ma mai lo eserciterei per lo stesso rispetto che lui a per me. Tutto più facile invece, l’affetto già c’è è innato e naturale, poi il resto vien da solo, in fin dei conti i soldi rimangono in famiglia, è difficile spiegare è un sentimento particolare, non è un interesse matrimoniale, purtroppo siamo cugini, ma proprio per questo funziona benissimo! mi fa sentire una Dea scesa in terra». Anche Stellina lo fa: «Io ho trovato l’utile al dilettevole, mi faccio regalare da mio cugino scarpe vestiti trucchi profumi ricariche tutto ciò che mi serve in cambio di spogliarelli solo per lui, ho fatto bingo raga! non lo sa nessuno e così non mi vergogno, mio cugino è un gran figo mi vuole bene!».

Avere una relazione con il cugino: ecco perché