Dress Code: l’escursione alpina

Se siete pratiche di escursionismo alpino già conoscete le regole d’oro:

  • piuttosto sovraccaricate lo zaino, ma non lasciate a casa nulla!
  • quando siete in montagna, esposte a cambiamenti climatici repetintini, la qualità di ciò che indossate è cruciale. I capi tecnici in pile, microfibra, goretex e in tessuti cerati non sono degli optional, ma la base del vostro outfit.
  • non è necessario rinunciare a qualche tocco di femminilità.

Ecco qualche consiglio:

  • Zaino: accessorio base. No a quelli piccoli e griffati, in cui non ci starebbe nulla di tutto ciò che dovrete portare con voi. E poi diciamolo: risultano immancabilmente fuori luogo e vi darebbero un’aria di principiante alle prime armi. Piuttosto fatevi prestare uno zaino tecnico e di dimensioni medio-grandi.
  • Scarpe: pedule alla caviglia o basse come una scapa da ginnastica (ma che non siano scarpette di tela). In ogni caso con suola alta e rinforzata e in materiale idrorepellente.
  • Giacca: anche se siete in piena estate portate con voi una giacca antivento, meglio se composta da guscio impermeabile e interno staccabile. Sì ai colori accesi e ai marchi supertecnici: una giacca bianca di Prada su un sentiero alpino è un pugno nello stomaco.
  • Magliette, felpe e maglioni: potete esibire tocchi di femminilità con serafine e canottiere in microfibra. Suggestivi i maglioni in lana lavorata, ma i capi in pile o felpati sono meno ingombranti e più pratici.
  • Pantaloni: consigliati quelli in cotone, meglio se con qualche tasca laterale. Per le patite dell’abbronzatura ci sono gli gli shorts, ma sempre in un tessuto rubusto. Pratici ma assai poco eleganti i pantaloni allungabili tramite cerniere. In ogni caso, tenete nello zaino un paio di pantaloni lunghi.
  • Biancheria: evitate reggiseni in pizzo, coulotte e perizomi. La biancheria deve essere pratica e in cotone, anche colorata, eventualmente sostitutiva di un costume per un bagno imprevisto in un laghetto alpino. Portate con voi un ricambio completo anche di calze e magliette; eviterete di raffreddarvi con indosso la biancheria sudata una volta raggiunta la meta.
  • Copricapo: necessario. Potete alternare fazzoletti e cappellini in stoffa. Evitate quelli in paglia e raffia, che in caso di pioggia si inzupperebbero inutilmente con scarse possibilità di essere riposti  nello zaino.
  • Occhiali da sole: giocate con montature colorate, tutte però dalla foggia sportiva. Da bandire strass e lenti fumé.
  •  Da non dimenticare: bastoncini telescopici da montagna, un coltellino, una tavoletta di cioccolata, un fermaglio per i capelli, la crema solare, un iPod (non si sa mai che vi lascino ultima in fondo alla fila!).

(nella foto: zaino MIllet, giacca a canottiera Patagonia, shorts Slam, occhiali Salice, fazzoletto Paul Smith, scarpe North Face)

Dress Code: l’escursione alpina