Bambini al sole: regole e consigli

Quando si espongono i bambini al sole è fondamentale rispettare alcune regole per evitare problemi: ecco un decalogo

I bambini, proprio come gli adulti, dovrebbero godersi i benefici del sole, soprattutto d’estate. L’importante è, come sempre, seguire alcune regole importanti e i consigli degli esperti.

La pelle dei neonati infatti è particolarmente delicata e non produce velocemente la melanina, il pigmento che ha la funzione di proteggere l’epidermide dall’azione dei raggi UV, per questo motivo è importante che i bambini al di sotto di un anno siano sempre protetti dal sole e mai esposti direttamente. In spiaggia assicuratevi che siano sempre al riparo sotto l’ombrellone e applicategli la crema protettiva. L’ideale, almeno sino a tre anni, sono i prodotti a base di ossido di zinco, che possiedono dei filtri fisici in grado di evitare allergie e proteggere dai raggi dannosi.

Quando applicare la crema? Per renderla più efficace dovreste spalmarla almeno 20 minuti prima che la pelle venga esposta al sole. L’ideale dunque è utilizzarla prima di andare in spiaggia (o in montagna) quando si è ancora a casa. Scegliete un prodotto che contenga un fattore di protezione mai inferiore a 25, con filtri contro i raggi UVB, che causano eritemi e scottature, e UVA, che riescono a penetrare più a fondo. Una volta arrivati al mare i bambini tendono a tuffarsi immediatamente in acqua, per questo è sempre meglio applicare almeno ogni due ore la crema, per evitare che l’effetto svanisca. La soluzione migliore sono i prodotti colorati, che consentono di vedere dove viene applicato il filtro solare e rendono l’operazione – spesso fastidiosa per i più piccoli – molto divertente.

Questo piccolo stratagemma consente anche di capire quando è il momento di mettere nuovamente la crema, perché è scomparsa a causa dello strofinio sulla sabbia, del sudore oppure dei tuffi nell’acqua. In ogni caso è sempre meglio non lasciare per troppo tempo i bambini sotto il sole, facendoli rimanere sotto l’ombra qualche minuto ogni mezz’ora, per regolare al meglio la temperatura corporea, senza dimenticare un cappellino ed, eventualmente, anche degli occhiali.

Bambini al sole: regole e consigli