Meghan Markle, il contratto con Netflix che sbugiarda Harry

La Duchessa del Sussex avrebbe iniziato a collaborare con la piattaforma di streaming ben prima che lasciassero Londra per raggiungere gli Stati Uniti

Gli agganci erano pronti, ben prima che tutto venisse a galla. Ed è così che si scopre che Meghan Markle avrebbe iniziato a lavorare con David Furnish (per il nuovo progetto su Netflix) molto prima della decisione definitiva di lasciare Londra per ricostruirsi una vita altrove, con Harry e i figli.

Secondo quanto rivelato da Page Six, sembrerebbe che la Duchessa del Sussex fosse sotto contratto Netflix già nel 2018, contrariamente a quanto affermato da Harry durante l’intervista-scandalo a Oprah nella quale disse di non aver ancora pensato a una possibile collaborazione con la piattaforma di streaming. E, invece, non sarebbe andata esattamente così.

Harry aveva anche insistito sul fatto di non aver ancora pensato alla possibilità di lavorare con Netflix o Spotify, mentre sua moglie era già sotto contratto. I Sussex hanno lasciato Londra all’inizio del 2020, quindi è assai improbabile che Harry non fosse al corrente del contatto di sua moglie.

Secondo quanto dichiarato da Harry, la coppia non avrebbe avuto alcun bisogno di ulteriori introiti, nonostante il taglio finanziario della Corona. I Sussex starebbero “sopravvivendo” grazie al patrimonio di Diana: “Ho ciò che mi ha lasciato mia madre, e senza quello, non saremmo stati in grado di farlo”.

E sulle piattaforme di streaming, Harry dichiarò: “Non ci avevamo pensato e stavamo considerando altre opzioni. E guarda, dal mio punto di vista, tutto ciò di cui avevo bisogno era abbastanza denaro per poter mettere in sicurezza la famiglia”.

Intanto, i Sussex stanno già architettando un modo per fare ritorno a Londra e anche con un discreto clamore. Secondo gli insider, infatti, sembrerebbe che Harry e Meghan vogliano battezzare Lilibeth Diana a Windsor e al cospetto della Regina, che non l’ha ancora conosciuta.

L’occasione giusta potrebbe essere la nuova cerimonia per Lady Diana, da tenersi dopo quella per l’inaugurazione della statua in suo ricordo. In più, Harry potrebbe anche fare il primo passo nei confronti del fratello per ricucire i rapporti ormai logorati. A luglio, non c’è stato modo di provare a riavvicinarsi poiché la visita di Harry è stata talmente breve da non permettere neanche una parola in più. Il battesimo di Lilibeth sarebbe l’occasione giusta per provare a fare il primo passo nei confronti di William, ancora profondamente turbato per la sua decisione di lasciare la Famiglia Reale.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Meghan Markle, il contratto con Netflix che sbugiarda Harry