Significati e origini della festa di Halloween

Sai che origini ha la festa più spaventosa dell'anno? Ecco svelato il significato della notte di Halloween

“Dolcetto o scherzetto?”: una frase che i bambini declamano porta a porta nella notte più paurosa dell’anno. In effetti, gran parte di quello che sappiamo sul giorno di Halloween lo abbiamo appreso dal cinema e dalla tv americana. Tantissimi i film e le serie USA ad avere narrato per la prima volta la famosa “notte delle streghe” e dei morti che tornano alla luce proprio nella data fatidica del 31 ottobre, in occasione della famosa festa di Halloween. L’usanza in Italia sembra essere acquisita di recente, ma in realtà le origini sono antichissime e con una storia tutta da raccontare.

Che significa la parola Halloween

Cosa significa Halloween? Il significato della parola Halloween (in irlandese Hallow E’en), deriva dalla forma contratta di All Hallows’ Eve, dove Hallow è la parola gaelica che significa Santo. La traduzione corretta in italiano di Halloween, dunque, è “la notte prima (Eve) di Tutti i Santi”, quindi del 1° novembre, Ognissanti, tradotto in inglese con All Hallows’ Day. Inoltre, il termine inglese per scavare è “to hollow” e l’atto di scavare è “hollowing”, un suono che ricalca la parola stessa di Halloween e una simbologia legata alla morte.

Le origini della festa di Halloween

Ci sono diverse teorie sull’origine di Halloween e sul suo significato. Nella cultura popolare, infatti, “la notte delle streghe” sembra avere almeno due provenienze diverse: una di matrice romana, l’altra celtica. In merito all’antica Roma, pare che Halloween possa ispirarsi alle celebrazioni dedicate a Pamona, la dea dei frutti e dei semi, oppure alla Parentalia, cioè la festa dei morti.

Più vicina alle usanze attuali, invece, è la tradizione celtica: Halloween deriverebbe dalla festa di Samhain, che proviene dal gaelico e vuol dire “fine dell’estate”. La notte più spaventosa dell’anno ricade, proprio tra la fine di ottobre e il primo di novembre e rappresenta a livello simbolico la fine della bella stagione e l’inizio dell’inverno. Un tempo in cui si rimaneva in casa per molti mesi, riparandosi dal freddo e trascorrendo le serate a raccontare storie e leggende. Per i Celti, infatti, l’anno nuovo non cominciava il 1° gennaio, ma il 1° novembre.

Significato di Halloween: perché le maschere spaventose

I Celti credevano che alla vigilia di ogni nuovo anno, il 31 ottobre appunto, il Samhain chiamasse a sé tutti gli spiriti dei morti e che le forze degli spiriti potessero congiungersi con il mondo dei viventi. Una notte di fusione temporanea delle leggi del tempo e dello spazio, facendo sì che l’aldilà si fondesse con il mondo dei vivi e permettendo agli spiriti erranti di vagare indisturbati sulla Terra.

Si trattava, dunque, di una celebrazione che esorcizzava la paura della morte e degli spiriti con la vitalità dei festeggiamenti per la fine del vecchio anno. Durante la notte del 31 ottobre si tenevano raduni per la cerimonia dell’accensione del Fuoco Sacro e venivano compiti sacrifici animali. In questa occasione, i Celti indossavano maschere grottesche realizzate con le pelli degli animali uccisi per spaventare gli spiriti.

Il giorno di Halloween si è trasformato negli anni e soprattutto nel Novecento in un’usanza molto influenzata dalle tradizioni statunitensi e che si è poi diffusa in molti Paesi del mondo. Ecco spiegato il significato della festa di Halloween. Hai già trovato il costume più spaventoso dell’anno?

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Significati e origini della festa di Halloween