Un incantesimo durato tutta la vita, e oltre: la storia d’amore tra Salvador Dalì e Gala

Il destino li fece incontrare per caso e un incantesimo occulto, mai spezzato, li legò per l'eternità

L’amore, il fuoco sacro della passione, quell’incantesimo quasi occulto che non può essere spiegato: questa è la storia più bella e incomprensibile di sempre, quella tra Salvador Dalì e la sua Gala.

Il destino li fece incontrare per caso e una magia li legò per tutta la vita. Gala fu la sua sposa e la sua musa, la sua amante e la figura sacra dalla quale prese ispirazione. Lui stregato e devoto, lei dominante e irresistibile: un’ossessione, la loro, che ha retto i fili di una relazione che ha legato i due amanti nella vita e nell’arte senza confini e limiti.

Amo Gala più di mia madre, più di mio padre, più di Picasso e perfino più del denaro

L’incontro a Parigi

Tutto iniziò nel 1929, a Parigi, quando, in occasione della presentazione cinematografica dell’opera Un chien andalou, Salvador Dalì invitò tutti i presenti a trascorrere un’estate nella sua casa in Spagna. Fu in quella occasione che l’esponente del surrealismo incontrò Gala, arrivata nella dimora dell’artista insieme a suo marito Eluard e a sua figlia Cécile. Fu amore a prima vista: un incontro fatale che costrinse i due a cedere all’impeto della passione e che li unì per sempre fino alla fine dei loro giorni.

Dalì e Gala

Salvador Dalì e Gala – Fonte Getty Images

Amore a prima vista

Gala era sposata con Eluard dal 1917, la loro era una relazione complessa e inquietante, per alcuni addirittura masochista, non priva di tradimenti. La donna infatti fu l’amante, mai segreta, di Max Ernst. Ma con Dalì, tutto fu diverso, dopo il loro primo incontro, infatti, la donna lasciò il marito per congiungersi con l’amore della sua vita.

Gala: una donna fatale

Di lei, si dice, fosse una donna non particolarmente bella, ma inquieta e irresistibile con una personalità molto dominante. Proveniva da una famiglia agiata della Russia centrale ma rimase orfana a soli 11 anni. La stessa irrequietezza che ha caratterizzato la sua vita, si è ripercossa in amore, fino a quando non conobbe l’artista impressionista: solo lui è riuscito a spazzare via, con uno sguardo, matrimonio, amanti e persino la piccola Cécile che Gala non volle più rivedere.

Sentimentale, spirituale e creativa: Dalì e Gala

Dal primo incontro Salvador Dalì e Gala non si separarono più. Vissero tutta la vita, insieme, tra New York e la Spagna e si sposarono nel 1958 nella Cattedrale di Girona. In pochissimo tempo, la donna, era diventata per l’artista il centro di tutto: la dipingeva con un’enfasi assoluta, perché lei era amante, musa e amore folle e irragionevole.

Lei mi guarì, grazie alla potenza indomabile e insondabile del suo amore: la profondità di pensiero e la destrezza pratica di questo amore surclassarono i più ambiziosi metodi psicanalitici

Dalì e Gala

Salvador Dalì e Gala – Fonte Getty Images

Un amore occulto e inspiegabile

Salvador Dalì amò Gala in un modo ancora oggi inspiegabile. Non fu solo il suo amante, ma divenne il suo migliore amico, il suo compagno fedele e un servo devoto. Tutta colpa di quel fuoco che ardeva nel cuore e nell’anima della donna e che la rendeva affascinante e magnetica agli occhi degli uomini.

La relazione tra i due era delineata da tutti quegli aspetti che si allontano dal concetto di amore che oggi siamo abituati a conoscere. Era surreale, come l’arte del pittore, e dominata da dipendenza, ossessione, perversione e devozione, eppure nessun legame al mondo è stato così profondo come quello che univa Salvador Dalì e Gala

L’inizio di una leggenda

Nonostante i tradimenti, la follia e la perversione che caratterizzò la loro storia, quel vincolo stregato non si spezzò mai, fino alla fine dei loro giorni. Gala morì nel 1982 e, per tutta la sua vita, l’esponente maggiore del surrealismo continuò a dipingerla con enfasi e devozione assoluta. La seppellì nel castello di Púbol, che lui stesso acquisto per lei, per poi lasciarsi divorare dalla depressione fino alla morte il 23 gennaio 1989.

Dalì e Gala

Salvador Dalì e Gala – Fonte Getty Images

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Un incantesimo durato tutta la vita, e oltre: la storia d’amore ...